• Logo In

CRISTIANI SOTTO LA CENERE

Nel linguaggio comune, la cenere è la polvere grigia, residuo della combustione di legna, carbone, carta. Il termine cenere è usato di frequente nelle Scritture, spesso con significato simbolico. A noi di inattivo.info piace paragonare i cristiani che non predicano più a cristiani sotto la cenere. E vi spieghiamo perché.

Ci sono vari modi di dire che hanno relazione con la cenere. Ad esempio, “covare sotto le ceneri” è riferito a un’azione nascosta in vista di una sua esplosione;  “diventare cenere” vuol significare morire, cessare di esistere; “ridursi in cenere” indica, non solo rovinarsi, ma anche vedere sfumare un progetto o una aspettativa disattesa. Ma la locuzione che più ci interessa è “risorgere o rinascere dalle proprie ceneri”.

Leggi tutto

Quel dolore mentale difficile da capire

«Cessate di uccidere i morti»

Definire il dolore è molto difficile. Ancor di più è distinguere quello del corpo da quello della mente. Il dolore del corpo è sempre riferibile a una parte precisa, il dolore psichico è senza sede, coinvolge l’intera persona e non è riconducibile a nessuna parte. Il dolore mentale è indicibile e provoca il mal di vivere. La differenza tra il mal di denti (dolore del corpo) e il dolore per la perdita di una persona cara (dolore mentale) è abissale.

Leggi tutto

Quando tutto va storto di chi è la colpa?

Quando si vive un periodo nero è facile dare la colpa ad altri. Questa tendenza è vecchia quanto lo è l’uomo. Essa ebbe origine nel giardino di EdenGenesi 3:12, 13).

“È colpa degli anziani se mi sono allontanato dalla congregazione. Non si sono mai interessati di me” dicono alcuni che non sono più attivi proclamatori.

Leggi tutto

Lascia dormire chi vuole dormire

“… è già l’ora di svegliarvi dal sonno”. — Romani 13:11.

Le frasi del titolo e del sottotitolo sono in antitesi: una indica la scelta di chi non vuole svegliarsi dal sonno e l’altra incoraggia a svegliarsi dal sonno spirituale. Di solito quando si dorme non si svolge nessuna attività, mentre chi dorme spiritualmente può anche essere molto indaffarato, ma non necessariamente in attività spirituali.

Leggi tutto

Non scoraggiare chi fa progresso

«Non scoraggiare mai qualcuno che si sta impegnando per fare dei progressi. Non importa quanto lentamente migliora». – Platone

Il perché di questa citazione di Platone lo troviamo nelle parole di Proverbi 24:10 “Se ti scoraggi nei momenti di difficoltà, la tua forza sarà scarsa”. Tutti siamo soggetti alle conseguenze dello scoraggiamento, soprattutto quando ci sono di mezzo i sentimenti feriti.

Leggi tutto

Dal cantico 44: «Mi aiuterai, mi rialzerai / e il cuore mio tu fascerai».

La preghiera di chi è afflitto è il titolo del cantico 44, tratto dal Salmo 4:1 “Quando ti invoco, rispondimi, o mio Dio giusto. Procurami una via di fuga dalle mie angosce. Concedimi il tuo favore e ascolta la mia preghiera”.

Il salmista si rivolge a Geova in preghiera chiedendogli di procurargli una via di fuga, non dalla congregazione, ma dalle angosce che lo affliggono. Capita che qualcuno ci offenda, in questo caso il salmo 4:4 ci consiglia: “Adiratevi, ma non peccate. Sfogatevi nel vostro cuore, nel vostro letto, ma tacete”.

Leggi tutto

Niente alibi!

Tutti in un modo o nell’altro rivendicano il merito di una vittoria, però quando perdono la colpa è quasi sempre degli altri. Molti giustificano i loro errori con un alibi [dal latino alĭbi, avv., «altrove»]. Perché?

Scaricare le responsabilità altrove evita di subire le conseguenze delle proprie decisioni. Il cristiano cosciente e responsabile delle sue azioni sviluppa una maturità e una stabilità spirituale da mantenere un equilibrio sia nei successi che nei fallimenti.

Leggi tutto

Quando un restauro spirituale viene male

Il restauro è un intervento che viene fatto su monumenti, architetture, opere d’arte e altri oggetti di valore con lo scopo di ripristinare, se possibile l’originalità e la bellezza dell’opera, altrimenti riportarla in condizioni ottimali.  

Il restauro è stato spesso condizionato dai gusti contemporanei, la cui logica e finalità variano nel corso del tempo. Non sempre i lavori di restauro riescono bene. Nel mondo dell’arte sono famosi decine di restauri fatti male. Ne citiamo uno tra i peggiori, forse il più famoso: L’Ecce Homo di Elías García Martínez, restaurato da Cecilia Giménez.

Leggi tutto

Capite l’obiettivo ricordate lo scopo

L’obiettivo è una meta, un fine, un proposito che ci si propone di raggiungere, mentre lo scopo deriva da una parola greca tradotta “che vede lontano”, nel senso che mira o punta a un bersaglio.

CAPITE L’OBIETTIVO. Senza obiettivi e senza uno scopo non si ottiene nessun risultato. Cosa ancor più importante è capire se un obiettivo vale la pena raggiungerlo, a che scopo e se i motivi sono giusti. Anche il desiderio di raggiungere l’obiettivo deve essere intenso.

Leggi tutto

I contrasti tra anziani e inattivi si possono gestire?

Il contrasto rivela quasi sempre una contrapposizione di vedute, che in assenza di risoluzione, genera discordia, scontro e spinge a considerarsi fratelli avversari. Quando ciò avviene è una sconfitta per entrambi.

I conflitti tra responsabili delle congregazioni ed “inattivi” si possono gestire in maniera spirituale? In radiologia si usano i mezzi di contrasto per avere una trasparenza ai raggi X diversa da quella dei tessuti del corpo umano, che una volta introdotti nelle cavità naturali o nel contesto dei vari organi, li rendono visibili all’esame radioscopico e radiografico, esito che viene accettato sia quando è positivo o negativo.

Leggi tutto

Stitichezza affettiva e spirituale

Ci riferiamo a quei cristiani dal “braccino corto” per quanto riguarda gli affetti naturali e spirituali.

La parola affetto ha una derivazione latina che vuol dire “impressionare”. Questo sentimento mira a impressionare o a suscitare in altri delle emozioni. La società attuale è piena di persone prive di affettività. Vivere con gli stitici emotivi, affettivi e spirituali è una vera sofferenza. Non c’è religione che non condanna questo eccessivo ritegno affettivo.

Leggi tutto

Può un PESSIMO nominato renderci nominati MIGLIORI?

Chi l’ha detto che un anziano che fa il bello e il cattivo tempo nella congregazione può essere un ostacolo per diventare cristiani migliori? E se, invece, accadesse il contrario?

Un buon cristiano dovrebbe risentirne in malo modo se un anziano si comportasse in maniera antiscritturale nei suoi confronti? I fatti dimostrano che un fratello messo nelle condizioni ideali, dal punto di vista spirituale, diventa migliore dei pessimi anziani con cui ha avuto a che fare.

Leggi tutto

Allontanarsi dalla congregazione per mancanza di motivazioni

Tra le varie cause che spingono alcuni proclamatori ad allontanarsi dalla congregazione c’è anche la perdita di stimoli o di motivazioni per continuare a servire come tdG.

Sembra che intorno al concetto di “motivazione” ci sia un po’ di confusione dovuta anche allo stile di vita moderno della nostra società, che ha perso il senso di responsabilità e di volontà. Cos’è esattamente la motivazione? E perché alcuni la smarriscono?

Leggi tutto

Pifferai digitali

Il piffero è uno strumento musicale a fiato in legno, simile a un flauto. Veniva suonato solitamente da girovaghi (pifferai) che si accompagnavano ai suonatori di zampogna. Il pifferaio più famoso è quello di Hamelin.

Il pifferaio magico o di Hamelin è una famosa fiaba che narra la storia di un pifferaio che con il suo strumento riesce a farsi seguire fino al fiume dai topi che infestavano la città di Hamelin, dove poi si buttano e annegano. In seguito, la storia si complica per l’ingratitudine del sindaco e dei cittadini che non vogliono versare al pifferaio il compenso pattuito. Per ritorsione, il pifferaio suona magicamente il piffero per portarsi dietro i bambini della città in una caverna trattenendoli per sempre.

Leggi tutto

inattivo.info

Inattivo.info è un sito aperto nel 2014 ed è rivolto ai testimoni di Geova non più attivi come un tempo e ai responsabili delle congregazioni.

Built by TANOMA