• Logo In

Il tuo passato è un fardello pesante da sopportare?

Dimentica quelle pagine della tua vita che negativizzano il tuo presente e sbarazzati del peso ingombrante del tuo passato

Molte volte ci trasciniamo esperienze di errori commessi da noi o da altri che tutt’oggi hanno un effetto negativo sul nostro presente. Forse ci bruciano consigli energici che abbiamo ricevuto, interferenze invasive nella nostra vita o ingiustizie subite (Ebrei 12:11). Non sono un caso le parole di Gesù di “non guardare alle cose che sono dietro” se vogliamo essere idonei per il Regno dei Cieli (Luca 9:62).

Leggi tutto

«Che fare se mio padre che è inattivo si comporta male?»

Se il tuo genitore è inattivo e si comporta male, non è detto che tu debba fare altrettanto.

«Mio padre è un cristiano da dieci anni, ma ora è inattivo. Non studia la Bibbia e non frequenta regolarmente le adunanze. Critica di continuo i fratelli cristiani della congregazione. Ha vedute mondane sulle razze e in moltissimi altri campi. Lo considero un pessimo esempio». — Una ragazza adolescente. (Articolo rielaborato e sintetizzato, tratto da Svegliatevi! 22 maggio 1995)

Leggi tutto

Quanto una storia o un’informazione è attendibile? / quarta parte

L’aggettivo attendibile viene comunemente attribuito a chi merita di essere creduto in quanto affidabile e accettabile.

Una testimonianza è attendibile quando è accurata e corrisponde nella sua descrizione alla verità dei fatti. Molte volte si crea confusione sull’attendibilità, perché non si capisce chi o cosa stabilisce che sia attendibile una testimonianza. Per alcuni il resoconto testimoniale non basta.

Leggi tutto

Perché la memoria è importante per stabilire se certe storie raccontate sono vere o false? / terza parte

Lo sapevate? Ogni anno si svolge il campionato del mondo di memoria. A fine novembre di quest’anno si è tenuto in una località cinese e il campione del mondo di memoria è un giovane italiano. Le discipline dei Campionati Mondiali sono dieci: si memorizzano immagini, carte da gioco, parole, nomi e volti, numeri sotto dettatura, ecc., con diversi tempi e modalità. (Vedi agenzia adnkronos)

Addirittura esiste un portale dove si può allenare la memoria chiamato memocamp. Il nostro cervello continua ad affascinare e sbalordire i ricercatori. Esso è stato creato per imparare sempre, più conosce più impara a conoscere.

Leggi tutto

Come identificare il testimone colpevole / seconda parte

La figura di chi testimonia un fatto riveste un ruolo rilevante per stabilire la verità e per trarre le giuste conclusioni. Come mai le persone si sbagliano così spesso nell’identificazione di un colpevole, sia esso un singolo, un gruppo o un’intera organizzazione? E se invece si verificasse il contrario, cioè il colpevole è lo stesso testimone e non chi o cosa sta testimoniando?

Quanto ci si può fidare di un testimone che è certo di quello che dice? Per identificare un colpevole occorre innanzitutto averlo visto e poi saperne fornire una descrizione chiara e accurata sia della persona che dei fatti.

Leggi tutto

Come possiamo sapere se un testimone dice la verità? / prima parte

Perché è difficile ricostruire con esattezza fatti e circostanze del passato? Quali variabili fanno sì che un testimone sia considerato credibile e un altro no? Perché è saggio condurre un’indagine rigorosa invece di affidarsi alle prime considerazioni di cui ne veniamo a conoscenza?

La testimonianza oculare è una dichiarazione fatta da una persona di cui si presume sia a conoscenza di fatti rilevanti, ai quali ha assistito di persona. La testimonianza oculare è importante per stabilire l’accaduto. Il fatto di essere stato un testimone oculare è una prova tangibile che i fatti siano andati così come raccontati?

Leggi tutto

Pensate con chiarezza se volete evitare inganni e pericoli

Chi è chiaro è limpido e lucido. La chiarezza è un valido aiuto per risolvere i problemi spinosi e le situazioni complicate. Inoltre, la chiarezza aiuta chi ci ascolta a comprendere bene quello che diciamo.

La chiarezza è evidente nelle frasi semplici e sintetiche. Chi è chiaro non usa parole incomprensibili che potrebbero confondere. Se necessario, spiega i concetti difficili con un linguaggio che si possa facilmente capire. Naturalmente non si deve confondere la chiarezza con la semplicità.

Leggi tutto

Alzate la TESTA!

Questo modo di dire significa: scuotersi, farsi valere, agire con la fronte alta nel senso di fronteggiare il problema. In un’occasione Gesù comandò i suoi discepoli: “Alzatevi e levate in alto la testa, perché la vostra liberazione si avvicina” (Luca 21:28).

Tutti hanno una cosa in comune: i problemi si affrontano a testa alta, non si evitano. Perché molti hanno serie difficoltà ad affrontare i problemi che li assillano? È possibile che sia successo qualcosa di traumatico durante l’infanzia che sia stato rimosso e inconsciamente continua a condizionare negativamente la propria vita? Si può far risalire la causa dell’inattività a qualcosa di spiacevole del proprio passato?

Leggi tutto

Chi sono i più scontenti per come sono gestite le congregazioni?

Se sono più scontenti i proclamatori attivi, gli inattivi o i dissociati/disassociati non sappiamo rispondere numericamente. 

Per quanto ci riguarda possiamo basarci sulla nostra esperienza, sui commenti che riceviamo, sui racconti che ci pervengono o sui fatti che conosciamo personalmente. I pensieri in tal senso sono complessi e contrastanti. Si tratta di informazioni disomogenee, che hanno in comune due aspetti: più “umanità” nei rapporti interpersonali e meno “tecnica” nell’applicazione di aspetti organizzativi. 

Leggi tutto

Dal cantico 45: «Pensieri inquietanti in me / van via quando penso a te»

La meditazione del mio cuore è il titolo del cantico 45 e prende spunto dal Salmo 19:14Le parole della mia bocca e le meditazioni del mio cuore ti siano gradite, o Geova, mia Roccia e mio Redentore”.

Le parole del salmista ci incoraggiano a fare in modo che le cose a cui pensiamo durante il giorno e la notte siano gradite a Geova Dio. Per questo motivo dobbiamo preoccuparci non solo di quello che facciamo ma anche di quello che diciamo e pensiamo.

Leggi tutto

I contestatori

«Non ti immischiare con i contestatori» (Proverbi 24:21)

I contestatori religiosi negano e mettono in dubbio la validità o la legittimità di un credo o di una dottrina, di una o più norme, decisioni, insegnamenti, posizioni, dichiarazioni, a volte persino gli stati d’animo e l’attitudine dei fedeli.

Leggi tutto

L’ottimismo sbagliato

«Gli ottimisti sono peggiori dei pessimisti perché sbagliano quasi tutte le previsioni. Difatti i primi vedono la realtà rosa pure quando è nera…».

Anche se riferita ai politici, quella degli ottimisti che sbagliano le previsioni in quanto ottimisti è una osservazione azzeccata che ne fa Vittorio Feltri su Libero e che vale anche in certi momenti della nostra vita, in particolare in quei cristiani dagli occhi patinati.

Leggi tutto

La resistenza dei testimoni di Geova contro il nazismo

Col termine «resistenza» in tempo di guerra si indica di solito la lotta armata contro l’oppressore. Ma durante il periodo nazista, «resistenza» ha assunto il significato di qualsiasi tentativo deliberato di opposizione al regime nazista, per mezzo di atteggiamenti, posizioni e comportamenti.

In questo periodo, la «resistenza spirituale» dei testimoni di Geova incluse il rifiuto di compiere atti di culto o attività culturali. Il solo conservare la volontà di vivere era un atto di resistenza. Nei campi di concentramento lottavano per sopravvivere psicologicamente e fisicamente. Reti clandestine di reciproco soccorso aiutavano a procurare ciò che serviva per sostenersi.

Leggi tutto

Ho preferito la felicità alla giustizia/ seconda parte

Ai bambini capita spesso di giocare e litigare. Pensano di avere ragione e per qualche minuto non si parlano. Dopodiché iniziano di nuovo a giocare come se nulla fosse. Lo fanno perché preferiscono la felicità alla giustizia.

Anche tra cristiani capita di litigare, ma a differenza dei bambini che non si fanno paranoie, la cosa va avanti per troppo tempo e alla fine, se la questione non viene risolta, si sceglie l’inattività. È un po’ quello che è successo a me.

Leggi tutto

inattivo.info

Inattivo.info è un sito aperto nel 2014 ed è rivolto ai testimoni di Geova non più attivi come un tempo e ai responsabili delle congregazioni.

Built by TANOMA