• Logo In

La sindrome rancorosa del beneficato / 2^ parte

Come già descritto nell’articolo Gli ingrati di Geova, questa sindrome è una forma grave di ingratitudine e colpisce quelle persone che invece di apprezzare il bene ricevuto, contraccambiano con l’invidia, perché si sentono legati al peso di un debito che secondo il loro punto di vista (sbagliato) li condiziona e li fa sentire inferiori nei confronti del loro benefattore. È come se il gesto benefico venga patito dal beneficiante, facendolo sentire come uno schiavo che non può contraccambiare quanto gli è stato donato.

Leggi tutto

SERVIRE è nobiltà spirituale

(NOMINATI DI SUCCESSO / TERZA PARTE)

«Gli altri 10, sentendo tutto questo, si indignarono contro i due fratelli. Ma Gesù li chiamò a sé e disse: “Voi sapete che i governanti delle nazioni le dominano e che i grandi esercitano la loro autorità su di esse. Fra voi non dev’essere così, ma chiunque vuole diventare grande fra voi dev’essere vostro servitore, e chiunque vuole essere il primo fra voi dev’essere vostro schiavo. Proprio come il Figlio dell’uomo è venuto non per essere servito, ma per servire e per dare la sua vita come riscatto in cambio di molti”. (Matteo 20:24-28)

Durante il ministero di Gesù si accese un dibattito fra gli apostoli su chi dovesse essere il più grande di loro nel Regno dei Cieli. Per calmare questo brutto spirito competitivo, Gesù disse le parole riportate sopra.

Leggi tutto

Bezalel, un artigiano, che usò il suo talento per Geova

Le persone creative hanno un cervello che riesce non solo a “vedere” cose che di solito sfuggono, ma anche a “far passare” più informazioni visive.

La curiosità e la tendenza ad aprirsi a nuove esperienze permettono di avere una differente percezione della realtà. La creatività è un dono di Dio e l’uomo, creato a sua immagine riflette questa capacità in maniera soddisfacente (Giacomo 1:17). La creatività è alla portata di tutti, ma non tutti sono creativi.

Leggi tutto

Gli ingrati di Geova / 1^ parte

Che cos’è «la sindrome rancorosa del beneficato» che colpisce diversi testimoni di Geova attivi e inattivi, inclusi anche gli ex tdG?

È la mancanza di riconoscenza elevata al massimo grado. Gesù quando disse che “c’è più felicità nel dare che nel ricevere”, con ogni probabilità mise in conto anche l’ingratitudine, non solo nei suoi confronti, ma anche nei confronti di Geova, del suo popolo e in generale verso chi mostra generosità senza nessun tornaconto. (Atti 20:35)

Chi soffre di questa sindrome non vuole “dipendere” dal suo benefattore. Dopo aver ricevuto, quando aveva bisogno, aiuto e benefici di vario genere, ora si rivolta contro e cerca ogni modo per fargli pagare questo debito morale.

Leggi tutto

«Procurami una via di fuga»

“Quando ti invoco, rispondimi, o mio Dio giusto. Procurami una via di fuga dalle mie angosce. Concedimi il tuo favore e ascolta la mia preghiera”. (Salmo 4:1)

Absalom ha ordito un complotto, facendosi proclamare re, e Davide, suo padre, è costretto a lasciare Gerusalemme. È stato anche tradito da un fidato consigliere e ora, accompagnato solo da pochi uomini fedeli, sale a piedi nudi lungo il Monte degli Ulivi, piangendo. Per di più, un uomo di nome Simei, appartenente a una famiglia della casa del re Saul, gli tira sassi e gli getta polvere addosso, maledicendolo. (2 Samuele 15:30, 31; 16:5-14).

Leggi tutto

Quando il Diavolo usa la tastiera

Cristiani sotto “l’effetto dei social”

Siamo avvertiti! Alcuni che un tempo praticavano la vera adorazione si sarebbero allontanati prestando attenzione a ingannevoli espressioni e a insegnamenti di demoni (1 Timoteo 4:1). I social network sono diventati uno dei luoghi preferiti per spacciare menzogne per verità. Nonostante l’avvertimento della Parola di Dio, di non seguire “false storie”, alcuni si lasciano ingannare troppo facilmente (1 Timoteo 1:3, 4).

La parola greca usata da Paolo per “false storie” può avere il significato di fiaba, mito o fandonia. In questo caso viene indicata “una storia” religiosa che non ha alcun legame con la realtà. Tali storie non fanno altro che suscitare domande frivole che generano ricerche inutili. Il Diavolo si è sempre servito di menzogne religiose e miti per sviare gli ignari.

Leggi tutto

Quando il Diavolo veste giacca e cravatta

In questi anni non abbiamo mai parlato in maniera dettagliata del Diavolo. Non che parlarne ci entusiasmi tanto. Lo facciamo perché sono in molti a non rendersi conto che il nemico numero uno dei cristiani non è Dio o il suo popolo, ma Satana il Diavolo, che assume molte forme per ingannare le persone a credere nelle menzogne come verità.

Leggi tutto

Dio approva il nominato FEDELE

(NOMINATI DI SUCCESSO/ SECONDA PARTE)

“Ognuno ci consideri servitori di Cristo e amministratori dei sacri segreti di Dio. Ora, ciò che ci si aspetta dagli amministratori è che si dimostrino fedeli”. (1 Corinti 4:1,2)

L’amministratore o economo è uno che amministra i beni della casa. Nella congregazione cristiana i sorveglianti sono “economi” dai quali è richiesta la massima fedeltà. Scrivendo ai Corinti, Paolo, fa capire che non ci può essere fedeltà nell’amministrare i beni di Geova se ci sono fazioni e dissensi.

Leggi tutto

Il capitello della discordia

Il capitello di santa M. Maddalena a Vèzelay in Borgogna, Francia

In diverse occasioni papa Bergoglio ha menzionato un antico capitello medievale che, secondo lui, da una parte rappresenta Giuda impiccato con la lingua di fuori circondato da demoni e dall’altra Gesù, il Buon Pastore, che porta il traditore morto sulle spalle e che ha una strana smorfia sul volto: metà bocca appare corrucciata, l’altra metà sorridente.

Secondo il papa, la scultura vuole rappresentare l’ipotesi che anche Giuda sia stato salvato. La Bibbia afferma il contrario. (Matteo 26:24; Atti 1:24,25; Deuteronomio 27:25).

Leggi tutto

La filosofia come leadership

Recentemente Google ha creato una nuova posizione manageriale, quella del cpo (chief philosophy officer). Si tratta di laureati in filosofia che usano la loro conoscenza per consulenze esterne ed interne.

Altre grandi aziende hanno seguito l’esempio di Google assumendo manager alla Giorgio Marchionne, per intenderci, anche lui laureato in filosofia.

Leggi tutto

In crisi

(NOMINATI DI SUCCESSO / PRIMA PARTE)

Sorveglianti, anziani, pastori, insegnanti, pionieri, missionari e quanti servono come nominati nella congregazione, affrontano spesso sensazioni di fallimento, forse alimentate da attese disattese. Questo è il primo articolo di una serie, che tocca le chiavi dell’autentico successo spirituale.

Come mai ogni anno diversi nominati rinunciano o vengono rimossi da questo incarico? Si sono lasciati sedurre dal successo personale e ne hanno pagato le conseguenze? Oppure c’è dell’altro?

COME ALCUNI CONSIDERANO IL SUCCESSO SPIRITUALE.

Leggi tutto

Big Eyes

In un film, che Rai 3 ha mandato in onda ieri sera, la storia di Margaret Keane, una famosa artista degli anni cinquanta e sessanta diventata testimone di Geova e di suo marito che per anni si è spacciato come il vero autore delle opere. Si può vedere il film accedendo al sito di Rai Tre.

Leggi tutto

Dopo un grande dolore

di Emily Dickinson

Ci sono esperienze talmente dolorose che ci lasciano stranamente freddi nell’animo e nello spirito. Ci muoviamo, non più con quella naturalezza di prima, ma in maniera meccanica. Il cuore sembra irrigidito e indifferente, le emozioni circospette e formali. «Questa è l’ora di piombo», scriveva la poetessa statunitense Emily Dickinson (1830-1886). Ci rassicura che passerà anche questa. Prima c’è «il gelo, poi lo stupore e infine la resa».

Leggi tutto

In ogni libro vivono molte anime

Poche cose impressionano un lettore quanto il primo libro capace di toccargli il cuore.

Sì, lo so cari fratelli di inattivo.info, non posso farne a meno. Leggere è una passione che mi travolge. Vi mando la mia ultima riflessione su un libro che ho letto anni fa e che ancora mi stupisce per certe analogie che ci vedo con la Bibbia. Il libro si intitola L’ombra del vento, di Carlos Ruiz Zafon…

Leggi tutto

inattivo.info

Inattivo.info è un sito aperto nel 2014 ed è rivolto ai testimoni di Geova non più attivi come un tempo e ai responsabili delle congregazioni.

Built by TANOMA