Accettarsi

Icastica-2014-Trpak-istallazione-Arezzo

Sto sfogliando il giornale. Una foto cattura la mia attenzione. Si tratta di un uomo in giacca e cravatta, uno stranito funambulo che si staglia nel cielo della città; con una mano regge una borsa e con l’altra tiene un ombrello aperto, agganciato a un cavo. Non si capisce se è sospinto in aria da invisibili aliti di vento o se stia scendendo a terra con l’ombrello a forma di paracadute. E’ il dilemma dell’osservatore. Anche il mio.

Osservando la foto mi rendo conto quanto mi sia difficile accettarmi per quello che sono. Sono anch’io come l’uomo della foto: in mezzo, tra il cielo e la terra, appeso a un filo sottile, in uno stato di sospensione perenne e precaria. Non so quanto tempo riuscirò a resistere in questa condizione.

Non posso ricostruire il mio Io, se prima non raccolgo i cocci della mia vita. Non posso continuare a negare la realtà, né a cancellare il passato. Se voglio ritornare alla vita, devo riprendermi il mio ruolo, i miei obblighi e le mie responsabilità. Non posso vivere sospeso: devo scegliere se dirigermi verso il Cielo e le sue cose spirituali oppure scendere sulla terra con la sua razionalità. Spero che un giorno, l’immagine che ho del mio passato diminuisca per integrarsi armoniosamente con una nuova personalità arricchendola. Perché è in questo fondersi, che inizia la sublime ricerca di una nuova dimensione della vita: accettarmi per quello che sono, un inattivo e per quello nuovo che diventerò, un altro. Con la mente verso il cielo o con i piedi per terra? Tutt’e due insieme sarebbe il massimo.

Foto in alto: L’installazione dello scultore ceco Michal Trpak ad Arezzo, nell’ambito di Icastica 2014

Tags: , , , , ,

Trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

Devi essere loggato per postare un commento.

inattivo.info

Inattivo.info è un sito aperto nel 2014 ed è rivolto ai testimoni di Geova non più attivi come un tempo e ai responsabili delle congregazioni.

Built by TANOMA