Aiutare a riprendere le attività spirituali è sacro servizio

Su Vita cristiana e ministero, guida alle attività per l’adunanza, di maggio 2019 (settimana 13-19) c’è una trattazione dove mette in risalto che le “operazioni di soccorso sono un aspetto del nostro ministero”.

L’articolo fa notare che i cristiani, oltre al ministero della predicazione, rivolto perlopiù alle persone che non sono tdG, ce n’è un altro: quello di soccorrere i fratelli che hanno bisogno di aiuto. Tale impegno, che riguarda anche i proclamatori inattivi, è una “forma di sacro servizio”, recita la guida.

La partecipazione alle opere di soccorso implica aiutare “chi è affranto a riprendere le attività spirituali, il che include partecipare con zelo alla predicazione in modo da esprimere la propria gratitudine a Geova (2Co 9:12b)”.

Da questo articolo si evidenziano due punti che ci riguardano:

  1. La scrittura di 2 Corinti 9:12b, riportata a sostegno di quanto scritto, dice che questo servizio pubblico “produrrà anche un’abbondanza di ringraziamenti a Dio”. Tra i vari consigli di Paolo ai Corinti c’è quello di ‘abbondare nel dare’, perché questo spirito di amore altruistico produce ‘un’abbondanza di ringraziamenti a Dio’. Cosicché si dà lode a Geova per avere servitori che si aiutano l’un con l’altro nel momento del bisogno. Tutto ciò è un sacro servizio.
  2. Il secondo punto dell’articolo ci fa conoscere un altro aspetto (più o meno nuovo) sulle cause che determinano l’inattività di alcuni proclamatori: i disastri naturali. Quindi, nelle operazioni di soccorso è incluso anche quello di aiutare il fratello affranto che, in quanto vittima di calamità naturali, è diventato inattivo.

Aiutare questi fratelli a riprendere le attività spirituali (frequenza alle adunanze e ministero di campo) dopo un disastro naturale, induce anche loro a unirsi a tutti gli altri, per ringraziare Geova del modo come ha cura dei suoi servitori bisognosi.

Tags: , , , , ,

Trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

inattivo.info

Inattivo.info è un sito aperto nel 2014 ed è rivolto ai testimoni di Geova non più attivi come un tempo e ai responsabili delle congregazioni.

Built by TANOMA