Amnesia killer e dimenticanze sospette

Feltri, direttore di Libero, racconta in un editoriale, la lotta quotidiana con il suo iPad per non perdere le informazioni scritte. Per colpa di Google ha la memoria impigrita. Lui non è un “nativo digitale”, per cui se sbaglia col polpastrello a toccare un tasto corre il rischio di perdere ciò che ha scritto.

La memoria dell’uomo, secondo Feltri, è farlocca e funziona malissimo. Non siamo capaci di ricordare bene. E non solo, l’amnesia può essere un killer che elimina colpe nostre e consegna alla storia quelli che abbiamo giudicato colpevoli. Si tratta di dimenticanze sospette.

La memoria è un dono di Dio per ricordare ogni informazione che lui ha trasmesso all’uomo. Dio non pose limiti e la destinò ad essere come un serbatoio che non poteva mai esser riempito, dal quale si poteva attingere a volontà senza che nulla di ciò che conteneva andasse perduto. Inoltre, lo spirito di Dio aguzza la mente dei suoi servitori.

L’umanità non esisterebbe senza la memoria.

“Acquista sapienza, acquista intendimento; non dimenticare ciò che ti dico e non allontanartene”, raccomanda Proverbi 4:5. Inoltre, Paolo esorta i cristiani a “continuare a ricordare i giorni precedenti nei quali, dopo essere stati illuminati, sosteneste una grande lotta nelle sofferenze”. (Ebrei 10:32)

In passato gli israeliti commisero spesso il peccato di dimenticarsi. “E ripetutamente mettevano Dio alla prova, e addolorarono anche il Santo d’Israele. Non si ricordarono della sua mano, del giorno che li redense dall’avversario”. (Salmo 78:41, 42)

Non ricordare quello che Dio ha fatto a ciascuno di noi è grave. Lo è ancor di più quando abbiamo dimenticanze sospette per giustificare il nostro abbandono a Geova, dimenticando di proposito ciò che non ci discolpa.

Prima di criticare sui social, rammemora tutto il bene che hai ricevuto da Dio. Non avere amnesie killer. Dio ha la memoria più lunga della tua, con lui il giochetto della dimenticanza sospetta non funziona. “La persona accorta impara dalla propria esperienza, quella saggia dall’esperienza altrui”. Ricordalo.

Tags: , , , , ,

Trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

Devi essere loggato per postare un commento.

inattivo.info

Inattivo.info è un sito aperto nel 2014 ed è rivolto ai testimoni di Geova non più attivi come un tempo e ai responsabili delle congregazioni.

Built by TANOMA