Archivio Autore

Scavare per scovare

trigramma milano

Le scoperte archeologiche hanno permesso di capire meglio la vita e gli avvenimenti del passato.

Il compito principale dell’archeologo non è solo quello di scoprire tesori nascosti, deve anche ricostruire, il più fedelmente possibile, il tessuto sociale e culturale di una civiltà ormai scomparsa e di cui, spesso, non sono rimaste altro che tracce nella letteratura.

Oggi, lo scavo archeologico è condotto da figure con competenze professionali. Gli attrezzi usati per scavare sono più adatti rispetto al passato. Il modo di rimuovere il terreno è fatto in maniera più sistematica, a strati, scavando in ordine inverso da come si è accumulato negli anni: dal più recente al più antico.

Leggi Tutto Nessun Commento

“Mi trafigge il cuore con un chiodo di affetto e corona la mia testa con spine d’amore”

murillo figlio prodigoEsteban Murillo, Il ritorno del figlio prodigo

E’ la storia di tutti i ritorni a Dio e con se stessi.

Da duemila anni intenerisce i cuori di pietra e tocca i punti più nascosti dell’anima. E’ la fuga da Dio, la pena di chi si è smarrito, la suprema realizzazione dell’amore di un padre per un figlio ritrovato. E’ la storia di un figlio prodigo smarritosi nel deserto del mondo che ritorna al padre dopo aver inseguito la follia. E’ la storia di un padre che non si rassegnerà mai alla perdita di suo figlio.

Leggi Tutto

Hai l’obbligo di cercarmi

 

obbligo cercarmi 

Anziano cristiano, sei tu che hai la responsabilità di cercarmi. Non sei da meno anche tu proclamatore non nominato.

Mi consideri una pecora smarrita o una persona irrecuperabile? Da quanto tempo non ti preoccupi più di me? Sei convinto che io sia un ribelle? Ti dice qualcosa l’illustrazione di Gesù riguardo alla pecora smarrita? Chi deve prendere l’iniziativa per cercarmi? Sei tu, anziano cristiano che hai la responsabilità di cercarmi. Non sei da meno anche tu proclamatore non nominato.

Leggi Tutto

Arriva il babau, ma il pugno di ferro non serve

Goya babauFrancisco Goya, Arriva il babau

E’ difficile mandare in soffitta il profilo dell’anziano autoritario

Mi ricordo bene lo spirito che si generava in congregazione quando si annunciava la visita del sorvegliante di circoscrizione: una febbrile attesa. I giorni della visita potevano rivelarsi entusiastici e coinvolgenti oppure indifferenti e in alcuni casi deprimenti.

Gli anziani facevano fatica ad accontentare i fratelli che desideravano fissare un appuntamento. Non sempre era così. Con alcuni sorveglianti era difficile far questo. Questa mancanza era dovuta al modo di approcciarsi del sorvegliante; al suo atteggiamento e disponibilità; al suo amore per i fratelli e allo zelo per il servizio di campo. Oggi, purtroppo, sono cambiate molte cose. Si ha l’impressione che le visite alle congregazioni non siano più fatte da sorveglianti autorevoli ma da corrieri di posta d’oltreoceano.

Leggi Tutto

inattivo.info

Inattivo.info è un sito aperto nel 2014 ed è rivolto ai testimoni di Geova non più attivi come un tempo e ai responsabili delle congregazioni.

Built by TANOMA