Archivio Autore

Il «mundator» e il rito della spolveratura

Un’antica professione “utile” ai pastori delle congregazioni

Il Sole 24 Ore di oggi, domenica 7 ottobre 2018, pubblica un articolo di Barbara Jatta, direttore dei Musei Vaticani, dal titolo: L’antica professione del «mundator» che per analogia può avere una sua validità moderna in senso spirituale tra le fila di coloro che dirigono le congregazioni e che hanno la responsabilità di conservare e salvaguardare la fede dei proclamatori. Ma anche di dialogare in maniera costruttiva con i fragili e in un certo senso anche con i fratelli che si sono allontanati dalle congregazioni.

Leggi Tutto Nessun Commento

C’è Qualcuno che sente molto la tua mancanza, e mi ha chiesto di dirti qualcosa per convincerti a tornare

Lettera commovente rivolta a un cattolico affinché ritorni di nuovo a Cristo.

27 GENNAIO 2017

C’è Qualcuno che sente molto la tua mancanza, e mi ha chiesto di dirti qualcosa per convincerti a tornare. In primo luogo che non sei lo stesso senza di Lui, perché il tuo sorriso è passeggero, piangi quasi tutte le notti, sei già stato tradito da presunti amici e stai cercando disperatamente di trovare il tuo posto nel mondo. Questo Qualcuno vuole che tu sappia che le sue braccia sono aperte per accoglierti quando sei stanco di correre lontano da Lui.

Conosce i motivi che ti hanno allontanato da Lui, capisce ciò che ti ha fatto desistere e abbandonare la bella amicizia che avevate, perché ricorda che lo definivi il tuo migliore amico. Ricorda anche il modo in cui lo chiamavi Padre e come ti trattava come un figlio amato, curandoti sempre e sanando le ferite che gli altri ti procuravano.

Leggi Tutto Nessun Commento

Troppa «attività» porta all’«inattività»


Diventare troppo attivi nelle faccende teocratiche può far collassare la propria spiritualità, al punto da diventare per metà inattivi, se non del tutto.

Conosciamo storie di zelanti fratelli nominati, super impegnati negli incarichi di congregazione e di circoscrizione che spremuti come un limone sono “scoppiati” perdendo ogni fibra della loro forza emotiva e spirituale. Approfittando della disponibilità e della loro generosità, sono stati oberati oltre le normali possibilità di sopportazione. Un po’ perché non sanno dire di no e un po’ perché, a volte, non riescono a distinguere quando sia appropriato calarsi in certe attività o rinunciarvi in quanto dispendiose. Sta di fatto che alcuni di questi cari fratelli si sono esauriti e un bel giorno, di botto, hanno mollato tutto e tutti.

Leggi Tutto Nessun Commento

Cari fratelli e sorelle, la messa è finita, andate in pace… e poi spariscono

Un giro tra i media per cogliere alcuni aspetti importanti, utili per comprendere meglio il problema del calo di fedeli e la preoccupazione crescente dei responsabili delle varie comunità religiose per il continuo vuoto che c’è nelle loro chiese. 

La messa è finita: chiese sempre più vuote, nonostante Bergoglio, titolava Repubblica del 21/4/2017. “La messa è sospesa per mancanza di fedeli”, è scritto in un cartello posto fuori dalla chiesa da un parroco di Venezia. Secondo Franco Garelli, autore di “Piccoli atei crescono”, “Se l’offerta rimane di comunità cosiddette “freezer”, [sacerdoti che non riescono a comunicare la forza del Vangelo] con una religiosità formale e con riti poco coinvolgenti, è ovvio che la pratica diminuisce, la gente si disaffeziona […]

Leggi Tutto Nessun Commento

inattivo.info

Inattivo.info è un sito aperto nel 2014 ed è rivolto ai testimoni di Geova non più attivi come un tempo e ai responsabili delle congregazioni.

Built by TANOMA