Archivio Autore

C’è chi vive nella luce e c’è chi ha voglia di spegnerla

Creature marine che vivono di luce propria

Avere fiducia nelle nostre capacità ed essere orgogliosi di ciò che siamo, ci fa brillare di luce propriaperò meglio fare attenzione, c’è chi involontariamente (o volutamente) potrebbe aver voglia di spegnervela.

Purtroppo, è vero, spesso chi irradia gioia, voglia di fare e trasuda benessere, attira le invide del prossimo. Può succedere perché queste persone non hanno la forza per assumersi le proprie responsabilità per provare a cambiare vita. Brillare di luce propria vuol dire godere di buona autostima, avere le giuste ambizioni nella vita e ispirare il prossimo al benessere irradiando buonumore e felicità.

Leggi Tutto Nessun Commento

La seduzione dell’invisibilità

Servendosi della sua invisibilità un essere spirituale continua a trascinare l’umanità nell’errore, nella sofferenza e nella morte. La possibilità di essere invisibili garantisce infiniti poteri. (Efesini 6:12) Comunque non si desidera l’invisibilità solo per il potere. Ci sono situazioni che sfuggono alla nostra volontà, problemi di cui non abbiamo il minimo potere per gestirli e affrontarli, periodi così difficili da voler sparire dalla vista di tutti. Il punto è: che cosa faremmo se nessuno ci vedesse?

Tutto ciò che non si vede ha un fascino pericoloso e presenta i suoi rischi in quanto privo di trasparenza. Quando in congregazione alcuni non riescono più a sopportare certe situazioni stressanti si mimetizzano con l’ambiente di questo mondo, adottando strategie a volte fantasiose pur di non farsi individuare.

Leggi Tutto 2 Commenti

Il futuro degli anziani di congregazione

“I problemi non possono essere risolti con lo stesso modo di pensare che li ha creati.” Albert Einstein

Per Einstein, se un problema è la causa di un certo modo di pensare sarà difficile per chi ha questa attitudine risolverlo, a meno che non sbatta rovinosamente la testa e forse allora capirà che qualcosa non funziona correttamente nella sua testa. Questa caratteristica è evidente anche tra gli anziani di congregazione. Molti di loro non si rendono conto che una certa attitudine nel relazionarsi con i fratelli è sbagliata. Rimane un mistero lo zelo con il quale persistono nel fare certe azioni anche quando è evidente che stanno sbagliando. Il problema è che non si tratta di noccioline quando c’è di mezzo la vita dei nostri fratelli.

Leggi Tutto Nessun Commento

La fragilità della vita

Molti tdG non si considerano fragili e quando scoprono di esserlo vanno in crisi. Abituati a sentirsi forti della verità non prendono in considerazione l’idea di non essere abbastanza forti spiritualmente ed emotivamente e quando lo fanno la cosa riguarda altri.

La fragilità che si nasconde nel profondo dell’animo condiziona il modo di relazionarsi tra fratelli. Oltre a essere una spina nella carne è anche una occasione per riconsiderare la propria vita in congregazione. Le emozioni sono una delle cose più difficili da comprendere e non è un caso che oggi si nota un certo raffreddamento nel modo di comunicare e di esternare i propri sentimenti.

Leggi Tutto Nessun Commento

inattivo.info

Inattivo.info è un sito aperto nel 2014 ed è rivolto ai testimoni di Geova non più attivi come un tempo e ai responsabili delle congregazioni.

Built by TANOMA