Cambiare vita si può?

cambiare-vita

Le neuroscienze ci raccomandano di allenarci a pensare bene e positivo, rivelandoci il potente influsso che la mente ha sul nostro corpo. Comunque c’è qualcos’altro che può farci stare meglio: “cambiare vita”.

Se si vuole cambiare vita esistono due soluzioni:

  1. Rimanere dove siamo e imparare a prendere le cose in maniera diversa.
  2. Girare pagina e scrivere un nuovo romanzo della nostra vita.

Nessuna delle due è di facile attuazione, benché la prima sia più semplice e meno traumatica della seconda. Tuttavia per alcuni tdG inattivi sembra impossibile raggiungere un certo equilibrio senza ricorrere a cambiamenti drastici. L’idea di rompere col passato, rivoluzionando la propria vita, potrebbe essere la soluzione migliore ma può anche incutere timore. Alcuni inattivi arrivano al punto di mollare tutto e poi improvvisamente, chissà per quale misteriosa ragione, rinunciano a farlo. Stesso discorso per altri inattivi che invece vorrebbero ritornare e quando sono lì a un passo per farlo, una forza misteriosa li paralizza.

Uno, nessuno, centomila. Gli studiosi della psiche umana, dicono che non è del tutto vero che possediamo una sola personalità. Siamo asimmetrici come il nostro corpo, dove la destra non è uguale a quanto di sinistro abbiamo. Ci sono valori come l’onestà, la generosità, l’altruismo, l’amicizia, la spiritualità, il senso della giustizia e della famiglia, la fede sportiva e quella religiosa, che fanno parte del nostro essere e quindi non si cambiano. Ma se nella nostra vita ripetiamo giorno dopo giorno le stesse identiche cose, che abbiamo scelto per proteggerci o perché ci vengono richieste dal gruppo cui facciamo parte e notiamo che sono diventate un copione noioso, che crea contrasti alla nostra coscienza, allora è meglio fermarsi e analizzare con obiettività la nostra situazione. Probabilmente dentro di noi convivono personalità diverse fra loro. Può darsi che dobbiamo accettarci per quello che ora siamo: questo e quello e non più uno solo, anche quando non c’è coerenza tra le varie personalità che manifestiamo. Siamo sicuri che la coerenza renda felici? Ci sono cose che non pensiamo, eppure le facciamo e viceversa.

 linea-dritta

Diffidate di coloro che adempiono in modo ligio il proprio dovere. Molto spesso si dimenticano di compiere i doveri verso se stessi.

 linea-dritta

Se un inattivo non vuole cambiare o ritiene di non averne bisogno, nessuno lo potrà convincere a fare diversamente. Tuttavia se qualcosa in lui sta fermentando e sta cercando suggerimenti che diano forma al desiderio di rinnovarsi, allora il cambiamento è possibile (ritornare; inattività a vita; nuova vita). I prossimi articoli esamineranno alcuni aspetti che possono far riflettere su tali scelte, anche se come spesso ribadiamo, ogni decisione sulle proprie responsabilità è personale. Anticipiamo alcuni titoli: “I forzati della coerenza” e “Se le cose non funzionano più come prima, vanno cambiate?”

(Cambiare vita – prima parte)

Per approfondire  ________________________________________________

cuore   Non temere il cuore si può cambiare

crisiidentit   Sull’orlo di una crisi di identità

tdgcongresso   Credere senza appartenere e appartenere senza credere

Tags: , ,

Trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

inattivo.info

Inattivo.info è un sito aperto nel 2014 ed è rivolto ai testimoni di Geova non più attivi come un tempo e ai responsabili delle congregazioni.

Built by TANOMA