Capite l’obiettivo ricordate lo scopo

L’obiettivo è una meta, un fine, un proposito che ci si propone di raggiungere, mentre lo scopo deriva da una parola greca tradotta “che vede lontano”, nel senso che mira o punta a un bersaglio.

CAPITE L’OBIETTIVO. Senza obiettivi e senza uno scopo non si ottiene nessun risultato. Cosa ancor più importante è capire se un obiettivo vale la pena raggiungerlo, a che scopo e se i motivi sono giusti. Anche il desiderio di raggiungere l’obiettivo deve essere intenso.

Spesso la vita è un girovagare senza meta. Molti si accontentano di evitare gli scogli e i vortici della vita quotidiana. Senza punti di riferimento stabili, diventano come onde ‘mosse dal vento e spinte qua e là’. (Giacomo 1:6) Per tali persone, “nessun vento è favorevole per chi non sa a quale porto dirigersi” (Seneca). Queste parole sottolineano una ben nota verità: perché la vita abbia un senso, è indispensabile avere una meta.

La Bibbia contiene esempi di persone che avevano una meta da raggiungere e che rappresentano modelli di comportamento per i cristiani d’oggi. Ad esempio, Mosè “guardava attentamente alla ricompensa”. (Ebrei 11:26) Paolo scrisse: “Proseguo verso la meta per il premio”. (Filippesi 3:14, 15) Loro capirono la consistenza e il valore dell’obiettivo e per questo furono in grado di raggiungerlo.

RICORDATE LO SCOPO. Una volta raggiunto l’obiettivo è saggio di tanto in tanto ricordarsi qual è lo scopo di esso. Invece di avere un’esistenza vuota, i cristiani che hanno veramente successo hanno uno scopo nella vita. I loro valori e i loro obiettivi non sono condizionati dall’instabilità e dalla confusione di questo mondo. Provano una soddisfazione autentica e duratura perché le loro mete sono incentrate sul vero scopo della vita: fare la volontà di Dio (Ecclesiaste 12:13).

Anche Dio ha uno scopo che realizza così come la pioggia fa germogliare il seme (Isaia 55:10, 11). In qualità di discepoli di Cristo ci è stato affidato un ministero che ci rende felici (Romani 10:10). Purtroppo alcuni, una volta raggiunto questo obiettivo, nel corso del tempo non si sono ricordati più dello scopo per cui predicavano. Si sono allontanati dalla congregazione e dallo scopo per cui sono stati tdG attivi.

Molti di questi hanno raggiunto certi obiettivi, ma poi si sono dimenticati dello scopo di essi. Si possono, dunque, raggiungere certi obiettivi nella vita cristiana, ma nei momenti di difficoltà è necessario tenere a mente il nobile scopo per cui abbiamo faticato tanto per raggiungerli. Questa dimenticanza è una delle cause per cui alcuni diventano “inattivi”.

 

Oltre a capire perché ci prefiggiamo le mete cristiane bisogna ricordarsi anche lo scopo per cui le abbiamo raggiunte: fare la volontà di Dio.

Tags: , , , , , , ,

Trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

inattivo.info

Inattivo.info è un sito aperto nel 2014 ed è rivolto ai testimoni di Geova non più attivi come un tempo e ai responsabili delle congregazioni.

Built by TANOMA