Castrati dall’indecisione

Il senso di castrazione indica l’impossibilità di realizzare le proprie capacità; una sensazione limitante o la mancanza di qualcosa senza poter fare niente per averla. L’indecisione invece indica la mancanza di determinazione, l’incapacità e l’incertezza per decidere da che parte stare.

Fabrizio Barbuto inizia il suo articolo su Libero con una battuta tratta dal film Mr. Nobody, «Non possiamo tornare indietro, ecco perché è così difficile scegliere. Finché non si sceglie, tutto resta possibile». La battuta vuole dimostrare quali meccanismi scattano nella mente quando una persona è messa davanti a una scelta.

Per molti (anche cristiani), la difficoltà di fare una scelta può diventare un disagio, in alcuni casi patologico. La medicina chiama abulia la mancanza di volontà di decidere persino nelle scelte di scarso rilievo. Si tratta di persone non in grado di iniziare e di proseguire nell’azione, anche quando è desiderata. Gli psicologi la fanno risalire a delle frustrazioni avute in ambito familiare o a un trattamento educativo inadeguato.

L’abulia è causa di ansia, insonnia, insicurezza, depressione, mancanza di fiducia in sé stessi e avvolge l’esistenza nel dubbio perenne. Spesso si accompagna alla paura di essere emarginati (tra cristiani di essere disassociati). Senza il supporto di persone di fiducia cui delegare le proprie scelte, gli abulomani si sentono persi emotivamente.

Essi sperano che qualcuno miracolosamente muova sulla scacchiera della loro vita una pedina, altrimenti rimangono immobili in attesa che qualcosa si muova. Loro non faranno mai il primo passo e forse neanche il secondo, il terzo e così via, anzi non faranno mai nessun passo.

L’INDECISIONE: IL PUNTO DI VISTA DELLA BIBBIA

L’indecisione fa zoppicare su due differenti opinioni; è una debolezza mentale (1 Re 18:21). Inoltre crea confusione nella mente e divisione in congregazione, perché l’indecisione dà luogo a “un uomo indeciso, instabile in tutte le sue vie” (Giacomo 1:8).

Alcuni pensano che a causa delle incertezze si devono conoscere i minimi particolari di una faccenda. La realtà è che qualsiasi faccenda presenta delle incertezze, ma non per questo non bisogna agire (Ecclesiaste 11:6). Chi si mostra indeciso nelle questioni importanti della sua fede, non solo non è convinto in ciò in cui crede, ma si rende anche facilmente influenzabile. Preoccuparsi troppo di sé ostacola il servizio a Dio: “Chi guarda il vento non seminerà, e chi guarda le nuvole non mieterà” (Ecclesiaste 11:4).

Molte cose sembrano difficili, in realtà la cosa più difficile è prendere una decisione, e questo può essere sfibrante. L’indecisione impedisce alla “mente di prepararsi per le attività” (1 Pietro 1:13).

L’abulia blocca la mente delle persone nel riconoscere i segni dei tempi e fa perdere l’opportunità di ricevere le benedizioni del Regno. L’incertezza fa sentire impotenti. Dicono che “l’indecisione è il ladro che ruba il tempo”, nel senso che fa perdere tempo e occasioni.

L’indecisione costò la vita alla moglie di Lot e a tutti coloro che si trovarono a Gerusalemme nel 70 E.V., quando la città fu distrutta dall’esercito romano. Oggi non è il tempo per esitare. Anche se alcuni si ammalano per colpa dell’indecisione, ci sono tanti altri cristiani maturi pronti a prendere giuste decisioni, avendo “le facoltà di percezione esercitate per distinguere il bene e il male”, senza che siano altri a decidere per loro. (Ebrei 5:14)

Tags: , , , , ,

Trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

inattivo.info

Inattivo.info è un sito aperto nel 2014 ed è rivolto ai testimoni di Geova non più attivi come un tempo e ai responsabili delle congregazioni.

Built by TANOMA