Il sasso nello stagno

ovvero siate altruisti anziché zizzanieri

Gianni Rodari, (1920-1980) giornalista e scrittore, nel suo libro Grammatica della fantasia (Il sasso nello stagno) paragona la parola a un sasso gettato a caso nello stagno, che a causa delle onde prodotte genera una serie di reazioni a catena, che coinvolgono l’esperienza, la memoria, la fantasia e l’inconscio. Una parola qualunque può riportare alla mente ricordi seppelliti sotto la polvere del tempo.

Leggi Tutto Nessun Commento

Super Flumina Babylonis

di Giovanni Pierluigi da Palestrina

Super flumina Babylonis, illic sedimus et flevimus,dum recordaremur tui Sion,in salicibus in medio ejus, suspendimus organa nostra. Quia illic interrogavérunt nos, qui captívos duxérunt nos, verba cantiónum et, qui adduxerunt nos: «himnum cantáte nobis de cánticis Sion». Quómodo cantábimus cánticum Dómini in terra aliéna?

(Sui fiumi di Babilonia sedevamo piangendo al ricordo di Sion. Ai salici di quella terra appendemmo le nostre cetre. Là ci chiedevano parole di canto coloro che ci avevano deportato, canzoni di gioia, i nostri oppressori: «Cantateci i canti di Sion!». Come cantare i canti del Signore in terra straniera?)

Leggi Tutto Nessun Commento

I ricomincianti

Bruno Ballardini, saggista ed esperto di comunicazione strategica, nel suo libro Gesù e i saldi di fine stagione, a pagina 230, scrive di un centro dove i “ricomincianti” esprimono il desiderio di ritornare alla Chiesa Cattolica dopo un lungo periodo di lontananza.

Si tratta di un’iniziativa pastorale il cui capofila è Henri Bourgeois (1934-2001), teologo che ha insegnato all’Università cattolica di Lione. L’obiettivo non è quello di trascinare queste persone in parrocchia, ma di far sapere loro che si può rientrare a qualsiasi età.

Leggi Tutto Nessun Commento

I Babau

Una riflessione sugli spauracchi

Nei tempi biblici lo SPAURACCHIO era raffigurato con un palo o un mucchio di sassi simile a una figura umana, situato in un campo per allontanare gli uccelli, molto simile allo spaventapasseri. Per indicare che gli idoli non sono altro che delle falsità, la Bibbia li paragona a spauracchi posti in un campo di cetrioli che non possono fare nulla perché non hanno il potere di fare nulla (Geremia 10:5).

Leggi Tutto Nessun Commento

inattivo.info

Inattivo.info è un sito aperto nel 2014 ed è rivolto ai testimoni di Geova non più attivi come un tempo e ai responsabili delle congregazioni.

Built by TANOMA