«Padre, se anche tu non fossi il mio»

a mio padre

Pugno di ferro o guanto di velluto? Correggere senza avvilire? Avvolgere di tenerezza chi sbaglia?

«Il Papa sdogana anche la sculacciata» è il titolo di un articolo pubblicato su Repubblica giovedì scorso. Prima la polemica per il “pugno” di Bergoglio a chi gli offende la madre, ora arriva la sculacciata. «C’è bisogno di padri magnanimi e pazienti», ha detto papa Francesco nell’udienza generale di mercoledì. «Fermi quando è necessario, perché il padre di famiglia deve essere presente con i figli e deve saper attendere, perdonare e picchiare i figli, ma mai in faccia per non avvilirli». L’educazione dei figli è da sempre un argomento che suscita opinioni differenti. La figura del «padre assente» che genera «orfani in famiglia» produce mancanze e ferite con conseguenze gravi nella famiglia stessa.

Leggi Tutto

VITA DI GESU’ di Ernest Renan

vita-gesu-cop

Renan propone la vita di Gesù come l’esempio più importante della storia, cercando di dimostrare quanto gli uomini non si rendano conto della straordinaria grandezza del messaggio cristiano.

Sin dalla sua prima pubblicazione, in Francia, La vita di Gesù di Renan, scatenò polemiche e accese discussioni in ogni ambiente filosofico ed ecclesiastico. Nella semplicità del racconto si scopre il messaggio di un Dio che manda suo Figlio sulla terra non per conquistarla, ma per mostrare misericordia agli uomini. Renan propone la vita di Gesù come il personaggio esemplare della storia umana, cercando di dimostrare quanto gli uomini non si rendano conto della straordinaria grandezza del messaggio cristiano. Secondo Renan, Gesù non ha formulato una teologia, una sociologia o un corpo di dottrine. La mancanza di uno scritto dettato personalmente da Gesù ha dato origine, nel corso dei secoli, a molte interpretazioni. Sono per primi i Dodici Apostoli, a Gerusalemme, centro dell’Ebraismo, a centralizzare ogni guida in campo interpretativo dell’insegnamento di Cristo.

Leggi Tutto Nessun Commento

Il canto di un pastore errante

leopardiluna

Grande è l’uomo quando si riconosce, nell’infinito universo di Dio come “una goccia nel secchio”, “un velo di polvere sulla bilancia”.

Grande è l’uomo quando si riconosce,

nell’infinito universo di Dio,

come “una goccia nel secchio”,

“un velo di polvere sulla bilancia”

I Kirghisi sono un popolo nomade, allevatori di bestiame e portatori tipici della cultura pastorale dell’Asia Centrale. Durante la loro attività di pastori, amano passare le notti seduti su una pietra a guardare la luna e a improvvisare canti malinconici. Essi hanno ispirato Leopardi a comporre una delle sue opere poetiche più belle: Canto notturno di un pastore errante dell’Asia. In questo canto, il poeta descrive la vita della luna, simbolo visivo dell’universo e depositaria di una conoscenza cosmica del trascorrere del tempo. La luna conosce cose che sono nascoste al pastore. La luce splendente delle stelle rende così infinito l’universo da spingere il pastore a chiedere quale sia il significato della vita umana in una vastità così immensa. Cosciente della natura del proprio ruolo, il pastore rappresenta per il poeta l’uomo pensante, che con il suo ardente desiderio di conoscenza universale, è il simbolo più adatto a interpretare le preoccupazioni dell’esistenza umana.

Leggi Tutto Nessun Commento

Apartheid

bellascola2Così vid’i’ adunar la bella scola di quel segnor de l’altissimo canto che sovra li altri com’ aquila vola.

Sono sospesi in un limbo infame. Privi di fede pur avendo ricevuto il battesimo. Le loro opere appartengono al passato. Non gioiscono, perché al presente sono impediti di vedere il futuro Regno dei Cieli.

Non puniti per peccati commessi, ma considerati alla stregua degli allontanati e dimenticati dai più. Isolati da coloro che vivono nei Campi Elisi dove la vita per questi mortali di Dio scorre serena e felice, mai sfiorata dalle intemperie e sospinta dal soffio eterno dello Spirito che rinfresca e ristora le anime dell’immensa moltitudine di operatori della fede. Immensi campi fioriti dove la vita è perennemente pacifica e festosa. Categoria umana convintasi che tal estasi sia raggiungibile solo attraverso il

Leggi Tutto Nessun Commento

inattivo.info

Inattivo.info è un sito aperto nel 2014 ed è rivolto ai testimoni di Geova non più attivi come un tempo e ai responsabili delle congregazioni.

Built by TANOMA