Bezalel, un artigiano, che usò il suo talento per Geova

Le persone creative hanno un cervello che riesce non solo a “vedere” cose che di solito sfuggono, ma anche a “far passare” più informazioni visive.

La curiosità e la tendenza ad aprirsi a nuove esperienze permettono di avere una differente percezione della realtà. La creatività è un dono di Dio e l’uomo, creato a sua immagine riflette questa capacità in maniera soddisfacente (Giacomo 1:17). La creatività è alla portata di tutti, ma non tutti sono creativi.

Leggi Tutto Nessun Commento

TESTIMONI IGNOTI

Dopo la fine della guerra mondiale, le nazioni che vi avevano partecipato vollero onorare i sacrifici e gli eroismi delle collettività nella salma di un anonimo soldato caduto con le armi in pugno. Già nei primi secoli dopo Cristo, veniva posta su antichi monumenti cristiani, una strana sigla Q. N. D. S. Cosa significa? E cosa ha in comune questa scritta con il monumento al Milite ignoto?

Il milite ignoto è un militare morto in una guerra il cui corpo non è stato identificato e che si pensa non potrà mai essere identificato. La sua tomba è una sepoltura simbolica che rappresenta tutti coloro che sono morti in un conflitto e che non sono mai stati identificati.

La sigla QNDS Quorum Nomina Deus Scit  (il cui nome Iddio conosce) la si incontra su antichi monumenti cristiani, sulle tombe o nelle cripte, dove si trovano le ossa di martiri cristiani che hanno suggellato con il loro sangue la loro incrollabile fede in Cristo e nell’Iddio che li conosce per nome uno per uno.

Leggi Tutto Nessun Commento

«Il bene che mi hai fatto vorrei ricambiarlo, conta su di me amico mio»

All’improvviso la nostra vita può cambiare drasticamente, portando via con sé la serenità. In momenti come questi il vero amico non ci abbandona mai. Si può contare su di lui.

Bellissimo e commovente sia il testo che il video della canzone Conta su di me, pubblicata su JW.org. Si racconta di un fratello che all’improvviso si ritrova su una sedia a rotelle a causa di un incendio che ha distrutto anche la casa. Una prova terribile che può sconvolgere un’intera vita di fedeltà cristiana.

«Si raccoglie ciò che si semina», dice la Bibbia. E questo fratello di bene ne ha fatto veramente, perché un altro fratello, suo caro amico saputo della disgrazia si trasferisce di proposito nel suo paese, offre la sua amicizia e lo ospita nella sua nuova casa, in cambio del bene che ha ricevuto in passato da lui. «Conta su di me nei momenti belli e brutti e se devo piangere, quando le parole non servono più, resto con te a farlo».

Leggi Tutto Nessun Commento

Non abbandonare mai la speranza di essere salvato

Disperso tra la neve dell’Himalaya nel dicembre del 1992, dopo quaranta giorni in attesa dei soccorsi, ormai allo stremo, sopravvivendo senza cibo, bevendo palle di neve, James Scott ventiduenne australiano, studente di medicina, decide di suicidarsi. Mentre sceglieva il modo come farlo si addormentò. Fu la sua fortuna, perché la mattina dopo un elicottero lo avvistò e dopo tre giorni due nepalesi lo raggiunsero e lo salvarono. Per 43 giorni non mangiò nient’altro che neve, due barrette di cioccolato e un bruco. 

James sopravvisse grazie anche a un precedente addestramento medico su come evitare la disidratazione e l’ipotermia e al suo amore per il karatè che aveva irrobustito i suoi muscoli. Determinanti nella ricerca furono la sorella Joanne e le autorità nepalesi che non persero mai la speranza di trovare James.

Leggi Tutto Nessun Commento

inattivo.info

Inattivo.info è un sito aperto nel 2014 ed è rivolto ai testimoni di Geova non più attivi come un tempo e ai responsabili delle congregazioni.

Built by TANOMA