‘Afferrate il significato’?

w_I_2014121Il figlio prodigo e il suo significato.

IL FIGLIO PRODIGO

13 Qual è il significato della parabola del figlio prodigo? Il padre compassionevole di questa parabola raffigura il nostro amorevole Padre celeste Geova. Il figlio che richiede la sua parte di eredità e poi la sperpera rappresenta coloro che si sono allontanati dalla congregazione. In tal modo è come se andassero “in un paese lontano”, il mondo di Satana che è molto distante da Geova (Efes. 4:18; Col. 1:21). In seguito, però, alcuni tornano in sé e decidono di intraprendere il difficile viaggio di ritorno verso l’organizzazione di Geova. Dal momento che sono umili e pentiti vengono riaccolti con gioia dal nostro Padre celeste, che è pronto a perdonare (Isa. 44:22;1 Piet. 2:25).

Leggi Tutto Nessun Commento

“Venite a me”

2014163_univ_lsr_lg

Accolto l’invito.

A mezzogiorno tutti noi colleghi di lavoro avevamo l’abitudine di andare a pranzo insieme in un ristorante vicino. Così quando mi invitarono a prendere un caffè alla fine della giornata, non ebbi difficoltà ad accettare. Ragionai che non stavo sottraendo tempo alle adunanze o alla predicazione. Non mi resi conto che poteva essere una violazione del principio di 1 Corinti 15:33.

Leggi Tutto Nessun Commento

Il viandante

Friedrich-Viandante_mare_nebbiaCaspar David Friedrich, Il viandante su un mare di nebbia, Hamburger Kunsthalle, Amburgo

E’ il tipico lupo solitario. Non ha rapporti confidenziali con nessuno, vive da solo e conta soltanto sulle sue forze. Rifiuta ogni legame e respinge gli aiuti.

Nell’iconografia cristiana, il viandante simboleggia la transitorietà dell’esistenza terrena e l’appartenenza dell’uomo a una sfera spirituale. E’ meraviglioso spaziare con lo sguardo su uno sconfinato mare di nebbia, ricoperto da un cielo fosco, in cima alla montagna e sentire la voce della vita nello spirare del vento e nel movimento delle nubi. La vista dell’infinito dell’aria e del mare di nubi, desta un senso di tranquilla malinconia. Si ha la sensazione di perdersi. Lo spazio infinito che il viandante contempla non ha relazione con la gioia né con l’animo sereno, ma con la nostalgia e la speranza.  E’ come se dicesse: una volta fiorì la vera vita e la conoscenza con essa; noi passiamo in fretta e moriamo. Lo sguardo del viandante, rivolto verso l’infinito, è un addio alla vecchia vita, ma è anche la speranza di un ritorno a una nuova vita. Siamo granelli di polvere nell’immensità dell’universo di Dio.

Leggi Tutto Nessun Commento

inattivo.info

Inattivo.info è un sito aperto nel 2014 ed è rivolto ai testimoni di Geova non più attivi come un tempo e ai responsabili delle congregazioni.

Built by TANOMA