Docendo discitur

Insegnando s’impara

Raccontare storie significative e riflettere su di esse accresce la nostra esperienza e si colmano lacune e, quindi, s’impara sempre di più. La conoscenza che educa deve essere stabile e proiettata nel futuro in conformità alle nuove esigenze di un mondo che cambia sempre più rapidamente. Lo scopo della conoscenza biblica ha sempre avuto di mira, sia nel passato come nel presente lo scopo di conseguire e accrescere i principi morali e rafforzare una spiritualità che sia in grado di dare un senso alla propria vita. Un buon maestro dona il suo tempo, la sua presenza, il suo respiro, la sua fatica, le sue energie. In cambio chiede solo attenzione e apprezzamento. Il vero insegnante sa estrarre dalla mente dei suoi discepoli i semi della verità per farli crescere. Il maestro che insegna, alla fine impara anche lui.

Leggi Tutto 1 Commento

«Hai vinto tu, papà». «Ora sì che sei mio figlio!»

di Vazir Asanov

 E’ la storia di un giovane curdo che diventò tdG, umiliato, picchiato violentemente, ripudiato e minacciato di morte dal padre se non avesse smesso di frequentare la nuova religione. Alla fine vinse il padre. Dotato di talento nello sport e a scuola, i familiari cercarono di convincerlo di darsi alla politica. Vazir si era indebolito spiritualmente e aveva smesso di leggere la Bibbia e frequentare le adunanze dei testimoni di Geova. “Mi consolavo al pensiero che più avanti avrei di nuovo servito Geova. Non frequentai le adunanze per due anni, anche se certe volte avrei voluto andarci. Ma la vergogna mi tratteneva. Pensavo che i fratelli della congregazione non mi avrebbero capito. Dopo tutto, io amo Geova”.

Leggi Tutto Nessun Commento

Tendi a rimuginare i torti subiti?

Quando il cervello non si spegne a causa dei pensieri negativi, le martellate in testa della sofferenza si intensificano causando così seri disturbi psicologici.

RIMUGINIO E RUMINAZIONE

Il rimuginio è una forma di pensiero negativo e ripetitivo che si concentra maggiormente sulle ingiustizie subite in passato, ed è causa di sofferenza emotiva. La ruminazione è costituita da pensieri ricorrenti sulla depressione e sulle circostanze che l’hanno prodotta. Di solito ha relazione con i propri fallimenti ed è rivolta ad eventi futuri. Pur essendo pessime abitudini, cui il tratto comune è un’iperattivazione delle facoltà cognitive, entrambe, si possono controllare azionando regolarmente buone abitudini e sforzandosi di vivere al presente. Qualora si verificassero seri danni emotivi sarebbe il caso di consultare un professionista di igiene mentale.

Leggi Tutto Nessun Commento

Chi vede percepisce, chi guarda cura

Vedere e guardare sono due verbi che non hanno lo stesso significato. Vedere è legato alla percezione del mondo esterno attraverso l’uso della vista, mentre guardare si riferisce all’atto di rivolgere lo sguardo verso qualcosa o badare a qualcuno con attenzione o benevolenza.

Ci sono cose che non si possono vedere a occhio nudo, eppure esistono, come le particelle di polvere che fluttuano nell’aria o come la luce che appare bianca o incolore, mentre se la guardiamo attraverso una goccia d’acqua si possono vedere gli splendenti colori dell’arcobaleno. La maggior parte degli uomini vedono la realtà così come appare, oltre non riescono ad andare. Ad esempio, quando si vede un senzatetto per strada, alla gente può essere una cosa sgradevole da vedere. Alcuni vedono le persone così come appaiono, mentre altri hanno il dono di guardare oltre le apparenze.

Leggi Tutto Nessun Commento

inattivo.info

Inattivo.info è un sito aperto nel 2014 ed è rivolto ai testimoni di Geova non più attivi come un tempo e ai responsabili delle congregazioni.

Built by TANOMA