Quando l’inattivo perde l’anticipazione

perditaanticipazione

Smette di pensare in funzione del futuro.

Quando un proclamatore diventa inattivo, cambiano le amicizie, l’associazione cristiana con i fratelli si interrompe e l’ambiente spirituale cessa di esistere. In effetti, l’inattivo perde ogni legame spirituale e associativo con i fratelli della congregazione. Non si può stabilire con certezza se la mancanza di queste attività sia considerata dall’inattivo una perdita dolorosa. Per alcuni potrebbe trattarsi di una perdita sofferta, per altri un po’ meno. In realtà, c’è una perdita cui l’inattivo soffre in una certa misura.

Leggi Tutto Nessun Commento

L’eccessiva critica porta all’autodistruzione

bibbia

Superficialità e presunzione di conoscere tutto viaggiano velocemente in Rete.

Due noti giornalisti scrissero: “Un vero giornalista spiega benissimo quello che non sa” (Leo Longanesi); “Il giornalista è una persona il cui lavoro consiste nel separare il grano dalla pula  e nel far stampare  la pula” (Elbert Hubbard).

Superficialità e presunzione di conoscere e spiegare tutto corrono nella carta stampata e ancor più velocemente in Rete. Molto spesso si rivela azzeccato il detto ebraico. “Il sapiente sa quel che dice, mentre lo stupido dice quel che sa”. Il saggio è umile e modesto, mentre l’ebete è presuntuoso.

Leggi Tutto Nessun Commento

Le due pecore di Gesù

PECORAAFFERRATA

Quelle che si trovano in Matteo e Luca.

La parabola della pecora smarrita, riportata in Matteo 18:12-14 è un monito rivolto ai suoi discepoli a non indurre i piccoli a smarrirsi. La pecora ritrovata di Luca 15:4-7 è rivolta, invece, ai presenti: scribi, farisei, esattori di tasse, peccatori.

La parabola di Matteo è inserita in un contesto cui tutti i discepoli di Gesù devono fare attenzione a non far inciampare nessuna delle pecore. Le parole del vs. 13 “E se avviene” indicano un’eventualità su cento che il pastore non la trovi. Questo, comunque, non lo esime dal provare ogni tentativo per cercare fino in fondo la pecora che lui ha perso. E se avviene che la trova, si prospetta il ricongiungimento e non il rimprovero. Semmai è il pastore che si dovrebbe rimproverare per

Leggi Tutto Nessun Commento

L’indegnità dei beceroni

linguapettegolaDa un po’ di tempo si riscontra un eccessivo spirito di contestazione, che tocca punti alti di maleducazione e rozzezza d’animo.

C’è un patrimonio spirituale cui nessun cristiano può permettersi di criticare manifestando in modo volgare e insolente il proprio punto di vista e il suo dissenso nei confronti di altri membri della stessa religione. Questi beceroni dalla lingua abrasiva la devono smettere! La loro lunga lingua va inchiodata su legno di cipresso.

Leggi Tutto Nessun Commento

inattivo.info

Inattivo.info è un sito aperto nel 2014 ed è rivolto ai testimoni di Geova non più attivi come un tempo e ai responsabili delle congregazioni.

Built by TANOMA