Quando vengono meno le ragioni della nostra fede

Una delle cause per cui un Testimone di Geova potrebbe diventare inattivo è quando mette in discussione le ragioni del suo credere

Non vogliamo dire che un tdG diventa pazzo quando vengono meno le ragioni della sua fede. Né vogliamo asserire che i seguaci di Nietzsche sono pazzi o i credenti che si indeboliscono nella fede perdono il lume della ragione. Vogliamo soltanto dire che è saggio prestare attenzione a quanto dicono coloro che non hanno più ragione di credere in Dio e nel suo popolo e che hanno un’influenza notevole nel modo di pensare su argomenti così complessi.

Leggi Tutto Nessun Commento

«Io fui la radice della pianta maligna»

«Io fui radice de la mala pianta che la terra cristiana tutta aduggia, sì che buon frutto rado se ne schianta».

Ugo Capeto fu il capostipite della dinastia reale francese dei Capetingi, non certo famosa per aver compiuto grandi imprese, anzi alcuni dei suoi discendenti si contraddistinsero per ladrocinio, avarizia e violenza. E non per colpa dei peccati del capostipite ma per la smodata avidità della sua progenie.

Leggi Tutto Nessun Commento

DIRITTI E DOVERI CRISTIANI

“Non chiedete cosa l’inattivo può fare per ritornare a Geova, chiedete cosa potete fare voi per aiutarlo a rientrare”.

Un’esortazione quella sopra capace di farci capire quanto siano cambiati in questi anni i tdG, secondo alcuni in peggio. Prima di addurre i passi/doveri che gli inattivi devono fare, i tdG devono essere coscienti dei doveri che per primi loro devono compiere. La consapevolezza dell’etica morale e spirituale, se diffusa nelle congregazioni, alla fine esprime cristiani migliori.

Inoltre deve prevalere una coscienza di universalità, dove tutti sono necessari ai bisogni altrui, dove non esiste il primato di un nominato sugli altri fratelli. L’obiettivo finale deve essere quello di una sola libertà e una pari dignità nell’agire di ogni fratello e sorella.

Leggi Tutto Nessun Commento

Quando una comunità è cristiana?

Qualsiasi comunità religiosa è convinta di aver trovato la strada giusta indicata da Gesù

Nel primo secolo i cristiani seguivano la guida delle Scritture in modo da vivere pienamente le istruzioni che Cristo aveva lasciato. Le comunità cristiane erano organizzate. C’era un gruppo di uomini che dava istruzioni a tutte le comunità. All’inizio era composto solo dagli apostoli, poi si aggiunsero anche altri uomini qualificati.

Alcuni di questi scrissero delle lettere che contenevano consigli e istruzioni. In origine, le prime comunità cristiane non avevano edifici elaborati, ma usavano per i loro incontri case private e luoghi pubblici. Lo scopo di questi incontri era quello di insegnare a ogni fedele a compiere “santi atti di condotta e opere di santa devozione”.

Leggi Tutto Nessun Commento

inattivo.info

Inattivo.info è un sito aperto nel 2014 ed è rivolto ai testimoni di Geova non più attivi come un tempo e ai responsabili delle congregazioni.

Built by TANOMA