Solo gli sviati prendono in giro Dio

Gli sviati sono coloro che hanno cambiato direzione, che hanno deviato dalla retta via e si sono allontanati dal sentiero della verità. Beffeggiare in senso biblico vuol dire prendere in giro, burlarsi di qualcuno, schernirlo, dileggiare con insolenza il credo e le varie attività religiose.

E’ pericoloso prendere in giro l’Altissimo dissimulando le vere intenzioni o la natura delle parole e delle azioni. Nessuno può ingannare Dio. Lo dimostra il principio di Galati 6:7: “Non siate sviati: Dio non è da beffeggiare. Poiché qualunque cosa l’uomo semini, questa pure mieterà”. Agli occhi di Dio la nostra fede è aperta e nuda sia nella nostra intimità che nelle cose esteriori.

Leggi Tutto 1 Commento

Elogio del punto interrogativo (?)

A differenza del punto escalamativo, molto amato dagli spocchiosi, il punto interrogativo è visto come un fastidio.

Il punto interrogativo è un segno formato da un uncino al contrario e contrassegna una domanda. E’ il simbolo del voler sapere, del conoscere di più. Quando la richiesta è formulata con umiltà e modestia è un segno che attrae, perché cerca il sapere degli altri per imparare. E’ la chiave che apre alla conoscenza. Chiedersi a qualunque proposito “perché”, aiuta l’uomo a interrogarsi sul senso della vita, sul suo comportamento, sul suo agire e parlare.

Non è un caso che il punto interrogativo aiuta a riflettere, mentre il punto esclamativo, spesso indica troppa sicurezza, puzza di dominio, di spocchia, di presunzione, di affermazione ostentata, sembra volere dire: “è così e basta!” non lasciando spazio alle domande o ai dubbi.

Leggi Tutto Nessun Commento

Lasciate andare chi dentro non c’è mai stato

Non fare parte della congregazione è una scelta libera e personale

Il CD e la maggior parte dei fratelli dovrebbero smettere di arzigogolare riguardo alla disassociazione e all’inattività. Francamente, questo modo di fare, ci sembra un azzeccagarbugli da teologi che vogliono giustificare un modus operandi che non ha né capo né coda. Quando alcuni decidono volontariamente di andare via dalla congregazione è giusto lasciarli andare senza dover incorrere in provvedimenti giudiziari, che molto spesso invece di aiutare ottengono l’effetto contrario: fare più danni. Cosa ben diversa è agire quando si creano divisioni e spaccature. In casi come questi è giusto salvaguardare l’unità spirituale della congregazione. Siamo sicuri che alcuni di questi ex tdG abbiano mai fatto parte attiva della congregazione? Può darsi di si, come può darsi di no. Alcuni se ne vanno perché stanno male nell’organizzazione e non vedono soluzioni né alternative al riguardo.

Leggi Tutto Nessun Commento

La conoscenza dà la vita, l’ignoranza il potere

Pur se deprimente vedere gli ignoranti al potere, non è saggio “tagliarsi” le vene.

L’ignorante detesta la cultura di chi ha studiato. Lo perseguita quando può, ma quasi sempre sbaglia persona. Le cause dei problemi sono altri, non certo l’istruzione. Quasi mai l’istruzione porta al potere. Spesso potere e ignoranza vanno a braccetto, mentre difficilmente cultura e potere si trovano d’accordo. A volte l’ignoranza può essere una cosa positiva, specialmente quando altri vogliono sapere tutto di noi, in nome di una trasparenza come quella romanzata da Orwell in 1984.

Cosa fare quando al potere c’è un ignorante? Che dire se questo problema si dovesse verificare anche nel nostro gruppo di appartenenza? Come contrastare gli ignoranti che si sono seduti abusivamente sul trono di Salomone?

Leggi Tutto Nessun Commento

inattivo.info

Inattivo.info è un sito aperto nel 2014 ed è rivolto ai testimoni di Geova non più attivi come un tempo e ai responsabili delle congregazioni.

Built by TANOMA