«Si prega di attendere»

In effetti, ci sono attese che richiedono veramente una preghiera a Dio per darci la pazienza di Giobbe.

 Per gran parte della nostra vita non facciamo altro che attendere qualcosa. Siamo in bilico tra certezze e dubbi, speranza e disperazione. Non sempre otteniamo ciò che desideriamo e ancora più raramente possiamo ottenerlo subito. Tutto questo può essere frustrante, ecco perché sarebbe più opportuno che a motivarci a fare meglio non sia l’impazienza, che potrebbe allontanare l’obiettivo, ma la lungimiranza, quella capacità di vedere oltre e lontano, che sia in grado di prevedere le conseguenze delle nostre azioni. Saper attendere è un’arte che va coltivata con cura.

Leggi Tutto Nessun Commento

SENZA VERGOGNA

La vergogna non sempre è un sentimento negativo. E’ vergognoso colui che non manifesta pudore quando si comporta in modo disonesto, che non si turba di fronte alla condanna e alla riprovazione di una condotta errata. D’altro canto, nel I secolo, se un cristiano si rifiutava di praticare le convenzioni sociali dell’epoca a discapito delle norme cristiane, non si sarebbe dovuto vergognare della sua condotta (1 Pietro 4:16).

E’ vero che come tdG potremmo essere sottoposti a pressioni volte a farci abbandonare il nostro credo, ma è anche vero che nell’ambito delle congregazioni ci sono alcuni responsabili che non provano nessuna vergogna per le pressioni cui sottopongono i fratelli con vedute non proprio scritturali. Non si vergognano nemmeno di fronte agli evidenti danni emotivi e spirituali che causano. 

Leggi Tutto Nessun Commento

Sentieri antichi

Fermati ed esaminati per vedere se stai camminando nella via di Geova. Se ti sei perso, Geremia ti esorta a tornare sugli “antichi sentieri” .

 In Geremia 6:16, Geova esorta il suo popolo, che aveva smarrito la strada, a soffermarsi, a esaminarsi e a tornare sui “sentieri” dei loro fedeli antenati. Di quando in quando, anche noi dovremmo esaminarci per vedere se stiamo camminando sui “sentieri” di Geova. Questa esortazione non riguarda solo le “pecore smarrite” (i fratelli fermi nelle attività teocratiche) ma anche ogni singolo componente del popolo di Dio. Infatti, nel versetto 20 si legge che a Geova non gli importa l’incenso e nemmeno la canna aromatica provenienti da Sabao. Ai suoi occhi la religione formale è inutile.

Leggi Tutto 2 Commenti

NO ALLE PROVOCAZIONI

Come reagire di fronte a una provocazione sui social?

La provocazione è una sfida a reagire, in particolare quando siamo messi in cattiva luce. Alcune provocazioni ledono la dignità al punto che meritano una querela per calunnia. Spesso però le situazioni non sono così estreme e alcuni giudizi nei nostri confronti, benché critici e poco lusinghieri, non sono affatto denigratori.

Nei social, la critica ha una valenza fortemente negativa, perché viene fatta solo per trovare un difetto. Quasi mai si esamina con obiettività quanto scritto o detto e mai con lo scopo di edificare. A dire il vero, la critica è bandita anche dai tdG. Non di rado viene vista come una minaccia al suo interno. Questo succede perché la critica non è più un indagine seria di un testo o di un’opera come veniva fatta una volta.

Leggi Tutto Nessun Commento

inattivo.info

Inattivo.info è un sito aperto nel 2014 ed è rivolto ai testimoni di Geova non più attivi come un tempo e ai responsabili delle congregazioni.

Built by TANOMA