Incolparsi a vicenda per disimpegnarsi

Quali meccanismi mentali determinano l’attivazione o lo spegnimento della coscienza quando c’è in atto un disimpegno morale e spirituale di un membro della congregazione?

Di fronte a un allontanamento volontario o coatto dalla congregazione c’è sempre una reazione opposta. Da una parte, la congregazione adotta una misura disciplinare necessaria ai fini del mantenimento della purezza spirituale e morale e dall’altra, invece, un tale provvedimento viene visto come un ostracismo crudele che lede ogni diritto di libertà sociale e familiare. Di fronte a questa situazione, entrambe le parti cercano in tutti i modi di giustificarsi moralmente, con opinioni nettamente opposte fra loro.

Leggi Tutto Nessun Commento

I commedianti, che fascino!

Molte persone ‘fanno la commedia’ fingendo di essere ciò che in realtà non sono, simulando sentimenti che non provano, parlano e agiscono senza sincerità, spesso lo fanno con un secondo fine in maniera teatrale.

“Ora che avete . . . affetto fraterno senza ipocrisia, amatevi di cuore gli uni gli altri intensamente”. (1 Pietro 1:22)

Con queste parole, Pietro specifica che il nostro affetto per i fratelli non dev’essere solo una maschera. Dev’essere sincero, deve venire dal cuore. È un amore intenso e richiede sforzo. Infatti, Pietro aggiunge: “Amatevi di cuore gli uni gli altri intensamente [letteralmente: “estesamente”]”.

Leggi Tutto Nessun Commento

Non rimpiangere nulla

Hai pagato? Hai dimenticato? Bene, ora riparti da zero

È molto difficile dimenticare le colpe imperdonabili, anche se a volte le circostanze della vita rendono necessario fare qualcosa del genere per continuare a vivere la propria vita. La reazione alle colpe di solito rivela ciò che siamo realmente. Alcuni cancellano i peccati dimenticandoli, “facendoli uscire dalla mente”. Rinunciano a qualsiasi ricordo, bello o brutto, pur di perdonarsi e iniziare daccapo. Certe azioni ci trasformano fino a diventare un altro.

Sentirsi in colpa è una conseguenza del peccato ereditato. All’inizio della creazione non faceva parte della natura umana. L’uomo combatte il senso di colpa cercando di dimenticare.

Leggi Tutto Nessun Commento

OBIETTIVITA’ RELIGIOSA, questa sconosciuta

“Ogni albero si riconosce dal proprio frutto” (Luca 6:44)

L’obiettività è un atteggiamento privo di personalismi e particolarismi nel formulare un giudizio e nel comportamento che ne deriva. È l’atteggiamento di chi vede e giudica persone, eventi, circostanze con realismo e imparzialità, ed è privo di pregiudizi. Tra i suoi sinonimi troviamo: neutralità, equità. Chi è obiettivo ha, dunque, un carattere che aderisce il più possibile alla realtà dei fatti, senza subire l’influenza delle proprie idee, gusti e preferenze. Da bambini impariamo cosa è accettabile nella nostra società e cosa non lo è. Questo ci aiuta a prendere decisioni su come comportarci, come vestirci e come trattare gli altri.

Leggi Tutto Nessun Commento

inattivo.info

Inattivo.info è un sito aperto nel 2014 ed è rivolto ai testimoni di Geova non più attivi come un tempo e ai responsabili delle congregazioni.

Built by TANOMA