Sorvegliate il cuore

Esortazioni per sorvegliare il cuore quando la tentazione è al principio.

 Il cuore va salvaguardato più di ogni altra cosa, perché da lì procedono le fonti della vita (Prov 4:23). Il cuore simbolico rappresenta la persona interiore ed è incline al male. Per questo motivo ha bisogno di speciale protezione (“Corazza della giustizia”) (Ef 6:14). Se c’è un organo spirituale che la tentazione martella più di tutti, questi è il cuore.

Leggi Tutto Nessun Commento

Bada che anche tu non sia tentato

Siamo figli del peccato che è un frutto della tentazione. (Giacomo 1:14,15)

Talvolta gli uomini non se ne accorgono di essere tentati, con loro grave danno. Quando se ne accorgono si pentono ma non si preparano per la successiva prova. Ben presto cadono nella stessa trappola. Succede perché non prendono in considerazione la tentazione che è la radice del peccato, riconoscono le loro colpe ma non le proprie tentazioni. Vi sono diversi gradi di tentazione, di cui alcune potenti. Ad esempio, una di queste è quando il cuore comincia a dilettarsi segretamente della tentazione e la “coccola” pur senza peccare apertamente. In casi come questi si può pensare – erroneamente – che la dedizione alle attività di congregazione e al ministero sia sufficiente a proteggerli. Ci si dimentica che si è già caduti in tentazione pur non peccando ancora. Come disse Gesù: “Se un uomo continua a guardare una donna in modo da provare passione ha già commesso adulterio nel suo cuore”. (Matteo 5:28)

Leggi Tutto Nessun Commento

LA TENTAZIONE

Mantegna, particolare dell’Agonia nel giardino di Getsemani, National Gallery, Londra

Una breve riflessione sulla sua natura, il suo potere e i mezzi per prevenirla affinché non ci si allontani dalla congregazione.

 Vigilate e pregate di continuo, per non entrare in tentazione… E venne di nuovo e li trovò addormentati, poiché i loro occhi erano appesantiti”.Matteo 26:41,43

“Se sei tra quelli che non fanno caso a queste cose o non te ne preoccupi; se non hai alcun senso del potere delle tentazioni e di quanto siano pericolose per la tua fede, né hai considerato il loro potere sugli altri; se non sai discernere i molteplici mali che hanno fatto in questi nostri giorni; se non sei turbato dai successi che esse hanno avuto su molti cristiani e se pensi che vada tutto bene e che andrebbe meglio se tu potessi soddisfare le tue passioni nei piaceri di questo mondo; se questa è la tua condizione, allora sappi che non scrivo per te, né ti considero un lettore adatto o un critico competente rispetto a ciò che espongo in questo libro!”.

Così scriveva nell’introduzione del suo libro La tentazione, il puritano John Owen (1615-1683), uno dei più grandi teologi inglesi. Siamo d’accordo e per chi ci legge nel web, facciamo nostro questo suo pensiero.

Leggi Tutto Nessun Commento

Quando non si ha il coraggio di dire le cose come stanno

Nasce la bugia e si consuma l’inganno

 In una circostanza l’apostolo Paolo ebbe il coraggio di riprendere “faccia a faccia” Pietro (Gal 2:11-14). Non si mostrò reticente né incerto, tantomeno lasciò ad altri la responsabilità di farlo. Pietro non considerò il gesto di Paolo un affronto e si lasciò rimproverare perché riconobbe il suo errore senza nessuna giustificazione. Non tutti i cristiani reagiscono in questo modo, sia nell’essere rimproverati che nel rimproverare. In genere, quando siamo travolti nelle nostre convinzioni, individuiamo come responsabili altri o diamo la colpa a fattori esterni. Alcuni avendo perso la fiducia nei fratelli diventano intransigenti. Altri invece di fonte alle mancanze altrui diventano fin troppo indulgenti. Molti problemi tra fratelli sorgono perché alcuni che ne hanno la responsabilità si tirano indietro o tergiversano quando c’è da consigliare o ammonire un fratello che sta sbagliando. Molte di queste cose succedono durante le visite pastorali, nelle adunanze con il corpo degli anziani o durante la visita del sorvegliante.

Leggi Tutto Nessun Commento

inattivo.info

Inattivo.info è un sito aperto nel 2014 ed è rivolto ai testimoni di Geova non più attivi come un tempo e ai responsabili delle congregazioni.

Built by TANOMA