Credere senza appartenere e appartenere senza credere

tdgcongresso

«Molti appartengono a una religione senza credere mentre molti altri credono senza appartenere»

I paradossi della religione.

Nelle religioni esiste uno scenario complesso e a volte contraddittorio di come molti vivono la propria vita religiosa. Religione e religiosità sono due aspetti distinti fra loro, non due realtà differenti e contrapposte, ma due punti di vista diversi riferiti alla stessa realtà. La religiosità è un rapporto interiore con Dio e privilegia l’esperienza personale, la conoscenza, la pratica e l’appartenenza.

Leggi Tutto Nessun Commento

Sforzi deludenti e anziani disubbidienti

invitocomminglese

I primi a non ubbidire alle disposizioni del Corpo Direttivo sono gli anziani.

L’immagine di sotto è riportata nel Ks, il cosiddetto libro degli anziani. Trasmette l’idea di un anziano che si interessa dei fratelli della congregazione. In primo piano si nota una famiglia i cui occhi fissano lo sguardo dell’anziano. Tutte e tre sembrano pendere dalle sue parole. L’atmosfera è serena e i visi di tutti sono gioiosi. Ognuno è impegnato a incoraggiare l’altro. Insomma si respira aria da paradiso. Anche i colori sono leggeri e rassicuranti. Quando nelle congregazioni l’opera pastorale degli anziani è amorevole e attiva si respira questo spirito. Una realtà che corrisponde al vero per alcuni, una balla per altri.

Leggi Tutto Nessun Commento

Gesù predilige i «portatori sani di peccato»

«Io non sono venuto a chiamare i giusti ma i peccatori» (Matteo 9:13).

Per annunciare la nascita di Gesù, Geova sceglie delle persone considerate impure: i pastori. Vivono nelle campagne, trascorrono il loro tempo più con il bestiame che con la gente. Le poche persone che conoscono sono altri pastori e il loro padrone. Malpagati e sfruttati, per tirare a campare vivono di espedienti tra cui il furto e non di rado l’omicidio. E’ gente che frequenta poco le sinagoghe, men che meno il Tempio.

Leggi Tutto Nessun Commento

La misericordia dimenticata

bisognodimisericordia

Una società senza misericordia.

Molti si sono rassegnati a vivere una vita priva di misericordia. Molti altri pensano ai loro interessi e alla posizione che occupano. E’ un atteggiamento che si riscontra anche nella vita cristiana. La concezione di congregazione è diventata sempre più una questione di «organizzazione» e meno di «popolo». Fra i testimoni di Geova è sorta una concezione moderna di Atti 15:14. Questa scrittura evidenzia l’attenzione di Geova alle nazioni, «per trarne un popolo per il suo nome».

Leggi Tutto Nessun Commento

inattivo.info

Inattivo.info è un sito aperto nel 2014 ed è rivolto ai testimoni di Geova non più attivi come un tempo e ai responsabili delle congregazioni.

Built by TANOMA