In quale posto sta il proclamatore inattivo?

mezzaria

Dante se fosse vivo, lo metterebbe nell’Antinferno con gli ignavi, gli inattivi del Medioevo.

L’inattivo non sta né in cielo né in terra. E’ sospeso a mezz’aria. Come lo era Gesù inchiodato al palo e sospeso in verticale. L’inattivo non sta nel mondo celeste perché non predica e non frequenta le adunanze. Non sta nel mondo terreno perché è considerato ancora un fratello. E’ penzolante. E’ inchiodato a mezza altezza, né troppo in alto né troppo in basso. Scende e ascende. L’inattivo è una figura indefinita: metà uomo e metà cristiano. L’incompiutezza è la sua condanna. Dante se fosse vivo, lo metterebbe nell’Antinferno con gli ignavi, gli inattivi del Medioevo. L’inattivo è nomade per natura. Non ha una casa stabile. La sua dimora è nel tempo sospeso. All’anagrafe, Inattivo è il suo nome, Sospeso il suo cognome. Sospeso a un filo e col fiato sospeso. E’ il suo destino.

Leggi Tutto Nessun Commento

Epafrodito di Filippi

epafrLa pena più lacerante che si prova in questi momenti è di considerarsi un fallimento. La depressione non è un sinonimo di fallimento spirituale né di debolezza mentale.

Epafrodito fece un viaggio estenuante da Filippi a Roma per portare un dono a Paolo. Si proponeva di rimanere con lui per aiutarlo in quella difficile situazione. Ma, mentre era Roma, si ammalò “e fu vicino alla morte”. Pensando di non essere riuscito a portare a termine il suo compito, entrò in uno stato depressivo. (Filippesi 2:25-27)

Leggi Tutto Nessun Commento

Anziani di talento e anziani mediocri

lampadine

I talenti esprimono il meglio quando collaborano con anziani di mente aperta.

Ha talento chi ha abilità naturali. I talenti non sempre seguono le regole e questo causa difficoltà ad altri anziani, in particolare ai mediocri e agli invidiosi. Gli anziani di talento sanno incoraggiare nei momenti di difficoltà, raschiano le asperità, aiutano a individuare i pericoli. Essi “antivedono” l’obiettivo con la loro lungimiranza. E’ facile collaborare con loro quando tutto va bene. Più difficile quando ci sono da prendere decisioni immediate.

Leggi Tutto Nessun Commento

“Stava di fronte a lui”

centurione

“Costui era davvero il Figlio di Dio”.

Tra quelli che vegliano con Gesù morente, c’è un centurione romano che controlla l’ordine pubblico e le procedure di morte dei condannati. Ha seguito tutti i passi che hanno condotto Gesù al patibolo: l’arresto, il processo, il Golgota.

Marco, nella vivida cronaca che fa nel suo Vangelo, indica il centurione “lì accanto [a Gesù], di fronte a lui”. Con il grado di capo delle guardie deve sorvegliare attentamente ogni cosa riguardo al comportamento di Gesù. Deve trascrivere ogni dettaglio nel suo rapporto. Il suo cuore, pur indurito da tanti supplizi, riesce a notare in Gesù qualcosa di diverso dagli altri condannati.

Leggi Tutto Nessun Commento

inattivo.info

Inattivo.info è un sito aperto nel 2014 ed è rivolto ai testimoni di Geova non più attivi come un tempo e ai responsabili delle congregazioni.

Built by TANOMA