L’accidia nel cervello e la forza del potere

torporeeinerzia

Quando si diventa insensibili alle sofferenze altrui. (Seconda parte)

La lingua inglese presenta al meglio il significato di questo peccato capitale: sloth, che sta per accidia e per bradipo. Nella lingua italiana è una parola considerata arcaica. Anche se cancellata dal linguaggio continua a manifestarsi in molte forme. E’ una malattia che si è insinuata nella nostra società. Chi ne è colpito avverte un senso di disordine e d’illogicità dove s’intrecciano reazioni contrastanti: si detesta tutto ciò che si ha e si desidera ciò che non si possiede. La propria esistenza è vuota, noiosa, svogliata, instabile e negativa.

Leggi Tutto Nessun Commento

Imitiamo l’umiltà e la tenerezza di Gesù

w15-2-15

(Due punti tratti dall’articolo di studio della Torre di Guardia del 15 febbraio 2015)

IMITIAMO L’UMILTÀ DI GESÙ

8 Come possiamo imitare l’umiltà di Gesù?

Il nostro atteggiamento. Se siamo umili, riconosciamo che la nostra autorità è limitata. Sappiamo quindi di non avere il diritto di giudicare gli altri. Così non li critichiamo e non pensiamo che facciano le cose con motivi sbagliati (Luca 6:37; Giacomo 4:12). Se siamo umili eviteremo di diventare ‘troppo giusti’. Quindi non penseremo

Leggi Tutto Nessun Commento

Accidia, la deformazione dei propri spazi spirituali

accidia

“Non siate indolenti nelle vostre faccende” – Romani 12:11. (Prima parte)

La sfortuna, a volte, coincide con l’accidia, la non volontà di agire. Sembra questo il messaggio di un disegno attribuito a Cornelis Anthonisz, che raffigura un’Allegoria della Pigrizia. La figura femminile indossa un abito lacero e appoggia il volto a una mano, mentre con l’altra tiene un’anguilla, le cui movenze e la pelle viscida alludono all’instabilità. Sullo sfondo si notano le rovine di una città in fiamme, un bestiame morente, una nave non in grado di veleggiare. Alludono a disgrazie o ad avvenimenti imprevisti che condizionano negativamente le vittime al punto di non curarsi più della propria vita. Gli oggetti trascurati e rovinati, sparsi per terra in modo disordinato, sono un’indicazione di questa tragica combinazione.

Leggi Tutto Nessun Commento

I creativi suscitano sempre invidia

nasa

Che cos’è l’uomo mortale di fronte alla grandezza del nostro Creatore?

Nel “mondo”quelli che occupano una posizione sono continuamente minacciati. La teocrazia alleggerisce soltanto questa minaccia. Chi innova disturba sempre qualcuno e se ha successo, suscita comunque invidia, a volte anche spietata. Molti, nel tempo, invece di esplorare nuove strade, aprirsi a nuove idee, si inaridiscono perché sono prigionieri delle loro abitudini. Non mantengono più la genuinità e l’entusiasmo di un bambino. Col tempo si spengono.

Leggi Tutto 1 Commento

inattivo.info

Inattivo.info è un sito aperto nel 2014 ed è rivolto ai testimoni di Geova non più attivi come un tempo e ai responsabili delle congregazioni.

Built by TANOMA