Stanchi dell’uomo non di Dio

fogliaseccaalventoAlcuni si sentono come una foglia secca al vento

“Poiché certamente saturerò l’anima stanca, e certamente  sazierò ogni anima che langue” – Geremia 31:25

Questi due articoli sul burnout spirituale (“bruciarsi”) vogliono essere incoraggianti per chi li legge. Spesso, parole e concetti insegnati come verità assolute e poi vissute nel collettivo dei testimoni di Geova, si rivelano inefficaci di fronte alla complessità di questo problema. Lo scopo di Inattivo.info è quello di evidenziare  una realtà reale e sottaciuta, che riguarda i pastori che hanno la responsabilità di curare le pecore di Geova, in modo che facciano tutto il possibile affinché non diventino inattive. Questa condizione è comunque solo una parte di un problema più vasto e complesso che coinvolge l’intera struttura dei testimoni di Geova. Francamente, non tutti i proclamatori si “bruciano” e poi diventano inattivi o si allontanano definitivamente dalle congregazioni. Il “burnout” spirituale quanto è esteso? Che cosa dire dei proclamatori “scottati” dai modi di fare degli anziani e che vivono male la verità nella congregazione? Non sappiamo in che misura il problema sia esteso, ma è innegabile che esista ed è urgente che sia affrontato dovutamente.

Leggi Tutto 1 Commento

Ali bruciate

icaro

Molti dimenticano che il carattere prevalente  del vero cristianesimo è di tipo missionario e pastorale.

Ci sono proclamatori sensibili ed entusiasti, anziani amorevoli, beteliti eccellenti, pionieri e sorveglianti zelanti. Tutti questi sono un esempio di attaccamento a Dio e alla sua organizzazione ed è grazie al loro impegno di predicatori del Regno che si regge l’intero sistema teocratico dei testimoni di Geova. Sono veramente dei cari fratelli. Ed è proprio per questo motivo che molti collassano. Hanno volato troppo in alto per lungo tempo e quando ci si avvicina troppo al sole, c’è il rischio di bruciarsi le ali. Siamo uomini terreni che guardano in alto, al di là del cielo. Aspiriamo a elevarci. Cerchiamo disperatamente la fonte della nostra vita. Assomigliamo a Dio.

Leggi Tutto Nessun Commento

Il sonno della ragione genera mostri

il sonno della ragione

La ragione senza la fede è destinata a perdersi nell’illusione della propria onnipotenza. La fede senza la ragione rischia l’estraniamento dalla vita pratica delle persone. L’una ha bisogno dell’altra.

Il sonno della ragione genera mostri, è il titolo di un’acquaforte di Francisco Goya e fa parte di una serie di 80 incisioni chiamata I capricci, che ritraggono in chiave allegorica e satirica vizi e miserie umane che hanno caratterizzato la società dei suoi tempi. L’uomo rappresentato nel disegno è probabilmente lo stesso Goya, circondato da strani uccelli notturni e da bestie feline, creazioni della sua mente. Secondo Goya, la fantasia priva della ragione produce mostri, se invece è unita alla ragione, diventa madre delle arti e l’origine di meraviglie. L’opera evidenzia l’importanza della ragione umana e raffigura il male come conseguenza di chi la abbandona. Goya sosteneva che era impossibile tracciare un quadro autentico della propria personalità, senza le parti animalesche, disumane e strane che costituiscono le nostre ossessioni.

Leggi Tutto Nessun Commento

Dalle scarpe di Van Gogh ai sandali di Ermes

paiodiscarpevg

“Mostrami che scarpe indossi e ti dirò chi sei”.

L’ETIMOLOGIA DELLA PAROLA SCARPA ha origine non dalla sua funzione ma dalla forma. E’ come se si nascondesse l’impulso a uscire dall’uso che se ne fa per assumere una forma simbolica. Le scarpe hanno la capacità di dare una singolarità al volto di chi le indossa. Simboleggiano l’identità sociale di un individuo, il modo come pensa di presentarsi agli altri. E’ la scarpa che definisce la personalità di chi la calza: “Mostrami che scarpe indossi e ti dirò chi sei”.

Leggi Tutto Nessun Commento

inattivo.info

Inattivo.info è un sito aperto nel 2014 ed è rivolto ai testimoni di Geova non più attivi come un tempo e ai responsabili delle congregazioni.

Built by TANOMA