Vale la pena soffrire per amore di qualcuno o di qualcosa?

Servono ancora la pazienza e la perseveranza di fronte a certe ingiustizie di alcuni responsabili delle congregazioni?

 Homo Patiens. Soffrire con dignità, è un libro scritto dallo psichiatra austriaco Viktor Frankl, fondatore della ‘logoterapia’, un metodo di cura che si basa sulla teoria che nell’uomo agisce un inconscio spirituale che lo spinge a cercare un senso in tutto quello che gli accade e gli atteggiamenti appropriati da assumere nei confronti della sofferenza. Si tratta di uno spazio ristretto di libero arbitrio che l’uomo sofferente esercita nelle situazioni in cui non c’è nessuna apparente via d’uscita.

Una sofferenza autentica è sempre “per amore di” qualcuno. Chi soffre per Dio non si lascia condizionare dai limiti umani. Riconosce Dio presente nella sua sofferenza, anche se silenzioso, muto ma attivo. In casi estremi, l’uomo trascende, si proietta al di là di se stesso e del contesto in cui soffre, come successe ad alcuni deportati nei campi di concentramento.

Leggi Tutto Nessun Commento

Togliete la sede di Warwick, disfatevi delle Filiali, delle Sale Assemblee e quelle del Regno

Che notte stanotte. Devo aver mangiato pesante a cena. Non so se ho avuto un incubo o un’allucinazione. Ho visto molti tdG andare di matto e molti altri che esultavano dalla gioia come se fossero a un concerto di Orietta Berti. Che visione avrò mai avuto da scombussolarmi le viscere e sentirmi come uno che ha fumato il narghilè? Se avete un minuto, anche meno, vi racconto l’allucinazione.

Lo Spirito Santo ha deciso in maniera irrevocabile e senza ripensamenti. Da oggi in poi niente sale, stamperie, alloggi, betel, uffici, parcheggi, reparti, niente stadi e palazzetti in affitto, niente grandi e piccole assemblee, solo missionari con la Bibbia in mano a parlare nei mercati, nelle piazze e per le strade, qualche sorvegliante che sappia veramente sorvegliare, pochi maestri e tanti pastori, niente più palchi, fiori, e bollette da pagare, e niente resoconti e richieste di danaro.

Leggi Tutto 1 Commento

Rimanere per cambiare?

Alcuni tdG dopo aver soppesato le cose, decidono che sia più giusto rimanere nella propria congregazione per dare il loro contributo per migliorare alcuni aspetti teocratici, in particolare il problema degli abusi di potere.

Se la pensate così, accertatevi che ciò che intendete fare sia la volontà di Dio e che a muovervi non siano motivazioni sbagliate. Non siate ingenui, i cambiamenti, più delle volte, non siete solo voi a deciderli. Dovete tener conto del pensiero dell’intero corpo di anziani, del sorvegliante di circoscrizione e delle direttive del CD. Il corpo direttivo, qualunque linea disponga da seguire, è convinto di avere una base scritturale oppure interpreta la direttiva in base all’intendimento attuale che ha delle Scritture. Al riguardo, potreste incontrare insidie più pericolose di quanto possiate immaginare. Siate realisti. Molti prima di voi hanno scelto questo percorso di rinnovamento. Alcuni di loro ne sono usciti con le ossa rotte.

Leggi Tutto Nessun Commento

Restare o lasciare?

Sono tanti i tdG che si pongono questa domanda. Sono pochi quelli che decidono di restare per migliorare le condizioni spirituali della congregazione, mentre aumentano sempre di più coloro che decidono di andarsene, perché si rendono conto che le cose non miglioreranno mai nel modo come sperano.

Quando i corpi degli anziani si lasciano guidare dallo spirito di Dio, le congregazioni prosperano e sono felici. A nessuno viene in mente di andarsene. Quando, invece, gli anziani fanno valere la loro autorità e si concentrano di più sulle opere e le attività teocratiche e meno sui bisogni dei proclamatori, le possibilità che le cose cambino sono pochissime. Le pecore tendono a seguire il pastore e quelli che non vanno via rimangono intrappolate nel legalismo. In questo caso, piuttosto che abbandonare Dio è meglio che abbandoniate questi anziani trasferendovi in un’altra congregazione, più comprensiva, più flessibile e meno legalistica.

Leggi Tutto Nessun Commento

inattivo.info

Inattivo.info è un sito aperto nel 2014 ed è rivolto ai testimoni di Geova non più attivi come un tempo e ai responsabili delle congregazioni.

Built by TANOMA