Noi inattivi

article1559L’inattività? Un neologismo del vasto vocabolario dei testimoni di Geova.

Noi inattivi siamo un’invenzione moderna della terminologia dei Testimoni di Geova, inseriti a pieno titolo dall’Accademia della Crusca americana nel loro vocabolario ricco di parole colorate e spesso bizzarre. Ai Testimoni di Geova piace coniare parole nuove e darne poi un significato biblico. Noi inattivi siamo i figli disabili di un’aggiunta alle parole di Gesù, riportate nel vangelo di Matteo: “E questa buona notizia del regno sarà predicata in tutta la terra abitata… e ogni mese farete rapporto di quante ore predicate”. (Mt.24:14). Perciò chi non consegna il rapporto mensile della propria predicazione, è considerato un proclamatore disabilitato, un cristiano a mezzo servizio.

Leggi Tutto 1 Commento

Menti tormentate e brama di vivere

campo-di-grano-con-volo-di-corvi-van-goghCampo di grano con volo di corvi, Vincent Van Gogh, Museo Van Gogh di Amsterdam

Nei quadri di Van Gogh, i colori di una vita sperata, i tormenti di una vita vissuta.

Lo sto fissando da un po’ di tempo. A prima vista è una pittura agitata, cruda. Ogni cosa dentro il quadro trasmette un senso di furore creativo. Non è facile orientarsi, si ha la sensazione di estraniarsi dallo spazio circostante. Sembra di stare dentro la natura stessa del quadro, di cogliere il destino crudele che esso rivela a chi lo osserva. Si riesce a percepirne l’inquietudine. La tela proietta sofferenza, grida di dolori, accentuati dalla densità e dalla violenza dei colori, senza mezze tinte, dal ritmo vorticoso e corposo delle

Leggi Tutto Nessun Commento

Il samaritano, un gesto alla portata di tutti

ilsamaritano

“Chi è realmente il mio prossimo?”

Se mi dovessero chiedere qual è la cosa più bella che abbia letto nella Bibbia, risponderei senza esitazione: “Le parabole di Gesù”, perché mi vedo coinvolto in prima persona in alcune di esse. La parabola è un accostamento di una storia con un’altra simile, una breve narrazione da cui si ricava una morale. Gesù fu un abile osservatore, vedeva cose che tutti vedevano, ma non tutti comprendevano e per far cambiare opinione ai suoi ascoltatori da “così pensa l’uomo” a “così pensa Dio”, ricorreva spesso alle parabole. Le parabole di Gesù non condannano ma salvano, conducono dalla religione alla fede, dalla giustizia alla misericordia, dalla pesantezza alla leggerezza. Esse sono cariche di umanità, preservano la verità, poiché sono sempre applicabili e comprensibili in qualunque momento e in ogni epoca. Le parabole sono un mezzo di Gesù per arrivare a Dio e per comprenderne il significato bisogna sapere ascoltare, poiché “la fede segue ciò che si ode intorno a Gesù” (Rom. 10:17).

Leggi Tutto 2 Commenti

Il Medesimo se la ride

ride

Dal diario di un inattivo. Maggio 2012: Il divino senso dell’umorismo.

Ho finito di leggere il primo capitolo “Il divino senso dell’humor “, tratto dal libro All’uscita del tunnel, di Ferdinando Castelli. Inizio a scrivere sul mio diario i concetti che più mi sono piaciuti.

“L’umorismo è serbato al cristiano quale espressione della sua nuova libertà, che lo innalza, come creatura spirituale, sopra tutte le creature non libere”. (G. Sellmair) L’autore cita tre definizioni  dell’umorismo, che sintetizzo: L’umorismo è la disposizione a cogliere le debolezze e le contraddizioni comiche della natura umana, senza acredine, ma con comprensione… Si esprime a voce o per iscritto, in modo da risultare più simpatico e meno patetico… L’umorista coglie nell’assolutezza della vita, l’aspetto del sorriso, con un garbato senso di superiorità, senza malevolenza e cinismo.

Leggi Tutto Nessun Commento

inattivo.info

Inattivo.info è un sito aperto nel 2014 ed è rivolto ai testimoni di Geova non più attivi come un tempo e ai responsabili delle congregazioni.

Built by TANOMA