La sedia vuota alla tavola dei presenti

sediavuotasalaQuelle adunanze seduto da solo e le parole di conforto che non ti ho mai detto.

Ogni adunanza amplifica la mia tristezza. Mi ricorda qualcuno che c’era e ora non c’è più. Guardo sempre quella sedia vuota con gli occhi lucidi della malinconia. Dovevo starti vicino, al tuo fianco, alla tavola imbandita delle adunanze. Mi eri più di un fratello e ti tenevo stretto più di un amico. Tu eri uno vero, genuino e generoso. Ti spendevi per gli altri. Quante lotte abbiamo fatto insieme e quante benedizioni abbiamo ricevuto. Eri uno scudo per me, forte e determinato, ti seguivo ovunque. Com’eri abile nella direttiva, ti ascoltavo con la meraviglia e l’innocenza di un bambino quando salivi sul podio. Quando i fratelli ti chiedevano conforto, usavi le Scritture come pochi sanno fare in congregazione.

Leggi Tutto 4 Commenti

Nani che si credono giganti e giganti che sono nani

nani

“Ho visto servitori a cavallo ma principi camminare sulla terra come servitori” (Ecclesiaste 10:7).

Nelle congregazioni mondiali, un numero infinito di nani si credono giganti e hanno la presunzione di cantare e volare come cigni. In realtà cantano come corvi e assordano chi li ascolta. Durante i miei anni di attività cristiana, ho visto molti ometti, che sembravano usciti da un cartone animato raggiungere le più alte cariche della teocrazia. Non ho mai creduto che in congregazione fossero tutti amici. L’amicizia, come l’amore, è una cosa seria. I miei amici si possono contare, basta una mano, anzi, forse alcune dita. Questi miei amici sono tristi perché non sono più attivo come una volta. A volte la separazione e l’assenza possono evidenziare ciò che più si ama di un amico. Di solito la pianura è più chiara a chi scala la montagna. Da lassù si vedono molte cose rispetto a chi vive sempre in pianura. Comunque, un amico si cerca quando è vivo e non quando è morente.

Leggi Tutto Nessun Commento

Aumentiamo le risorse interiori

alpinista

Non tutto ciò che si presenta nella nostra vita è invalicabile. Chi si avventura a scalare una roccia senza esserne capace?

Un’apertura dei vertici alla Rete e un uso più crescente dei mezzi tecnologici da parte dei proclamatori hanno permesso, in questi anni, il sorgere di comunità virtuali. Si tratta di vere e proprie Agorà frequentate da navigatori fissi o di passaggio. Con l’andare del tempo, esse sono diventate i luoghi del “dopo adunanze”, dove ci si scambia in tempo reale ogni genere di informazioni spirituali ed esperienze personali.

Leggi Tutto Nessun Commento

Qualcosa sulla parabola del “Padre misericordioso” più che sul “figlio prodigo”

poynter ritorno figlio prodigo

“Tuo fratello era morto ed è tornato alla vita, era perduto ed è stato ritrovato” – Luca 15:32

Si continua ancora a parlare e a sproposito di questa parabola e delle sue applicazioni a questo, a quel gruppo o a tutt’e due. Gesù non fece nessuna applicazione, essa è semplicemente introdotta con le parole: “Quindi disse”. Gesù quando insegnava, indirizzava continuamente i suoi ascoltatori alle qualità del Padre. Questo è ciò che conta.

Leggi Tutto Nessun Commento

inattivo.info

Inattivo.info è un sito aperto nel 2014 ed è rivolto ai testimoni di Geova non più attivi come un tempo e ai responsabili delle congregazioni.

Built by TANOMA