Cerco Dio nel mio mondo, ma è lui a cercarmi nel suo universo

cercare dio nell'universo

Un inattivo ci scrive.

Quando alzo gli occhi e vedo l’universo meravigliosamente disposto e regolato da certe leggi senza minimamente comprenderle, non posso che constatare l’esistenza di una forza che lo muove, uno spirito immensamente superiore, di fronte al quale mi sento polvere sulla bilancia dell’eternità. Non posso che rimanere meravigliato di grande meraviglia di questo Spirito che rivela le sue qualità nei minimi dettagli, senza che io, intelligenza fragile, possa comprendere una benché infinitesima parte di questo sconosciuto, immenso e maestoso spazio cosmico.

Leggi Tutto Nessun Commento

Fuggire da sé e dagli altri è una scelta giusta?

andarsene

E chi può dirlo.

L’appartenenza ai tdG può essere vissuta in maniera felice o in modo pesante. Ogni organizzazione esige dai suoi membri la realizzazione di aspettative e obiettivi da raggiungere. Il problema sorge quando un proclamatore non si sente più all’altezza o non condivide certe direttive e insegnamenti. Subentra allora la tentazione di allentare la presa o di fuggire momentaneamente dalle attività consuete.

Alcuni si assentano diventando inattivi irraggiungibili, altri non lasciano tracce di sé, cercano di vivere il più lontano possibile da chi potrebbe riconoscerli. Non tutti gli inattivi fuggono per sottrarsi ai fratelli in fede.

Leggi Tutto Nessun Commento

Raccontarsi

raccontarsi-1

La narrazione di sé vista con gli occhi del presente.

Il blog è un enorme post dalle pagine bianche e serve a soddisfare la necessità di autodefinirsi, di scrivere per sapere chi si è. La storia di una vita, l’esperienza di molti anni vissuti in un posto, in un gruppo, in una organizzazione, in genere non corrispondono quasi mai alla trasparenza degli eventi vissuti. La storia, pur sincera, non sempre viene raccontata in modo cristallino o per quella che realmente è stata. Essa è sempre un’interpretazione, una lettura e una rilettura nel corso del tempo.

Leggi Tutto 1 Commento

Non sono nessuno, nessuno

puntointerrogativo

Come alcuni Testimoni diventano nessuno.

Durante la vita cristiana può capitare di vivere un periodo di abbattimento che può indurre a pensare di essere trascurati dagli anziani e messi da parte. Nonostante gli sforzi non sempre si riesce a superare il problema. La delusione e l’amarezza possono far vivere nell’ombra al punto di smettere di predicare e frequentare le adunanze.

In congregazione, alcuni non vedendo più il proclamatore attivo, iniziano a non interessarsi di lui, anzi molti si sentono imbarazzati e indignati della sua assenza. Il legame fraterno sembra non contare più e si mantengono le distanze. E così, col passare dei giorni e dei mesi, in maniera impercettibile, si diventa inattivi. Ora, l’inattivo è presente, ma altrove: è una presenza assenza.

Leggi Tutto Nessun Commento

inattivo.info

Inattivo.info è un sito aperto nel 2014 ed è rivolto ai testimoni di Geova non più attivi come un tempo e ai responsabili delle congregazioni.

Built by TANOMA