Non arrenderti

Caro fratello, ti vogliamo bene e per questo motivo ti preghiamo di non arrenderti di fronte alle prove che stai affrontando. Qualsiasi cosa sia successa, non abbandonare la tua vita interiore, perché in qualche piccolo posto, dentro di te, arde la fiamma di Geova. Dio non è ingiusto da dimenticarsi di cosa hai fatto per lui. E’ così misericordioso che si lascia trovare facilmente da tutti quelli che lo cercano.

L’imperfezione umana è un’arma a doppio taglio, se vinci sei più forte ed essa più debole. A volte basta una piccola debolezza per farla entrare e permettergli di condizionare la volontà del tuo cuore. Una volta entrata cercherà di minimizzare la tua debolezza, poi la consoliderà, spingendoti di nuovo a cadere, rifacendolo più volte, fino a farti considerare le cadute un’abitudine. SI insinuerà in te, al tal punto, di tacitare la tua coscienza. Ogni caduta indebolisce e ne prepara delle altre.

Leggi Tutto Nessun Commento

Perdere l’autenticità e ritrovarla

Non giudicare le persone in base a ciò che si dice di loro. Quando lo fai non sei più autentico.

Prima di giudicare la mia vita o il mio carattere mettiti le mie scarpe, percorri il cammino che ho percorso io. Vivi il mio dolore, i miei dubbi, le mie risate. Vivi gli anni che ho vissuto io e cadi là dove sono caduto io e rialzati come ho fatto io… La libertà nasce quando ci sbarazziamo dai legami negativi. Solo allora le ferite guariscono.

(Luigi Pirandello)

Leggi Tutto 2 Commenti

Il cuore di Geova è in festa per ogni figlio che ritorna

gesabbracciaagnello«Facciamo festa, perché questo mio figlio era morto ed è tornato in vita; era perduto, ed è stato ritrovato». – Luca 15:23,24.

Dio non dimentica i suoi figli perduti, le sue monete smarrite, le sue pecore perse e abbandonate. Egli è fedele al suo amore e quando ritorniamo a lui, ci accoglie con calore e affetto nella sua casa. Geova non smette mai di cercarci, neppure per un momento. Il suo cuore è in festa per ogni figlio che ritorna. E’ in festa perché da tanto tempo aspetta questo momento. Dio è colmo di gioia quando suo figlio ritorna. Lo abbraccia, lo bacia, lo stringe forte a sé.

Leggi Tutto Nessun Commento

«Chiamatemi Carruba»

carruba

«Chi sei? Da dove vieni?» gli chiese il suo soccorritore.

«Carruba non è il tuo vero nome! Perché vuoi essere chiamato così?», aggiunse l’uomo che lo raccolse per la strada, sfinito e lacero.

«La carruba è stata il mio cibo. La mangiavo insieme ai porci e mi ha tenuto in vita non ricordo più per quanto tempo», rispose il vagabondo, con voce tremante e consumata.

Il suo aspetto era quello di uno straccione. La pelle del suo viso era segnata dal sole orientale e dagli stenti. La veste che indossava era ridotta a brandelli. Le mani e i piedi erano sporchi e sanguinanti, mentre la testa era mal rasata, i pochi capelli sudici.

Leggi Tutto Nessun Commento

inattivo.info

Inattivo.info è un sito aperto nel 2014 ed è rivolto ai testimoni di Geova non più attivi come un tempo e ai responsabili delle congregazioni.

Built by TANOMA