Chi vuole sostituirsi al Regno di Dio?

ob_7ce380_agenda-21

L’Agenda 21 dell’ONU.

Tra i testimoni di Geova, attivi e inattivi, dentro e fuori, quanti conoscono l’Agenda 21 dell’ONU? Il punto non è conoscerla, ma se qualcuno ha chiesto la vostra opinione a una decisione che potrebbe stravolgere la vostra vita.

L’Agenda 21 è un programma dell’ONU che ha lo scopo di cambiare radicalmente il rapporto dell’uomo con l’ambiente nel corso di questo nuovo secolo. Tutto all’insegna dello sviluppo sostenibile e attuabile per mezzo delle comunità locali. L’Agenda 21 si propone l’uguaglianza sociale, la prosperità economica, migliorare lo stato di salute dell’umanità, offrire un’educazione di qualità, assicurare a tutti l’accesso all’energia pulita, combattere il cambiamento climatico, promuovere società pacifiche e garantire a ogni individuo l’accesso alla giustizia. Agenda 21 nasce a Rio de Janeiro nel 1992 e la sua supervisione è gestita da 53 ministri di 53 stati membri. Questo governo globale si serve di tutti coloro che localmente hanno autorevolezza (stakeholders) per portare avanti un programma a partire dal tessuto locale cittadino.

Sono in molti a mostrare cautela. Ricordano come le vie dell’inferno sono lastricate di buone intenzioni. Inoltre, non dimenticano la storia dei tanti “filantropi” che si sono poi rivelati uomini spietati e pericolosi. Pertanto, è bene leggere tra le righe questo documento e monitorare le intenzioni delle varie associazioni globali che lo sostengono. Al motto ‘pensare globalmente, agire localmente’, rispondono con uno sguardo disincantato e una buona dose di realismo.

Agenda 21 è per molti una grande operazione di marketing, un progetto portato avanti da una élite mondialista per costruire “il nuovo mondo” globalizzato. Quelli che gestiscono il destino dell’umanità, hanno pensato bene di cavalcare questo disegno, trasformandolo in un’opportunità di profitto, attuando forme di persuasione mediatiche sulla società civile, facendo credere che soltanto “un governo mondiale” è in grado di affrontare le sfide future. Secondo molti scettici, aspettiamoci invece sacrifici, rinunce, perdite di diritti e stravolgimenti sociali.

onu

La scelta di usare gli “stakeholders” (i soggetti portatori di questa iniziativa) per coinvolgere un numero maggiore di cittadini locali, mira in realtà più ad influenzare l’opinione pubblica che ad agire in maniera consapevole. Nessuno ci interpellerà se siamo d’accordo con le decisioni che saranno prese. Ci ritroveremo senza rendercene conto, partecipi di una battaglia che non ci appartiene. Una battaglia a favore del sostenibile che potrà rendere insostenibile la nostra vita. Sono queste le sfide cui ognuno di noi è chiamato a risponderne.

Se per i testimoni di Geova, la soluzione ai problemi dell’umanità è il Regno di Dio, come mai non si parla in modo dettagliato nelle nostre pubblicazioni di Agenda 21, alter ego umano del Regno di Cristo?

(Per un approfondimento, vedi l’articolo Agenda 21, chi vuole sostituirsi a Dio? di Marco Cedolin, pubblicato sulla rivista trimestrale Puntozero, di aprile-giugno 2016).

Tags: , , , , ,

Trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

inattivo.info

Inattivo.info è un sito aperto nel 2014 ed è rivolto ai testimoni di Geova non più attivi come un tempo e ai responsabili delle congregazioni.

Built by TANOMA