«Come stai?» «Alla grande!» «No, intendevo come stai spiritualmente»

Era da molto tempo che non incontravo quel fratello e la mia domanda era sincera. Mi rispose senza esitare, parlando del suo lavoro, della sua famiglia, delle vacanze. Stava bene e ci teneva a farmelo sapere. «Intendo dire come stai spiritualmente», gli dissi.

Non se l’aspettava, ed era un po’ imbarazzato. Da anni non frequentava la congregazione e non era più un proclamatore attivo. Non sapeva cosa rispondere e infatti farfugliò qualcosa, cercando di cambiare discorso.

Poteva rispondere diplomaticamente che era tutto a posto, che si difendeva bene e che tirava avanti come meglio poteva. Non se la sentiva di essere poco sincero. Mi resi conto del suo disagio e iniziai a parlare delle belle esperienze passate insieme. Seppi dopo, che il motivo per cui si era allontanato è stata la sua frequentazione di siti ostili ai tdG.

Nella nostra vita cristiana siamo incoraggiati a prosperare, crescere e maturare. Di tanto in tanto, Testimoni attivi e non, sono chiamati a rispondere del loro stato spirituale.

LA SALUTE fisica è un bene prezioso. Chi è sano può fare molte cose e godere maggiormente la vita, invece chi soffre di una malattia tutto gli diventa difficile. E’ quindi importante salvaguardare la propria salute. Molti, purtroppo, la trascurano, o la compromettono con le loro azioni. Perciò, chiunque desidera essere sano nella fede deve stare sempre in guardia.

Rimanere sani in senso spirituale, dipende da ciò che mettiamo nel nostro cuore. Se stiamo troppo vicini al mondo e alle sue tendenze, possiamo finire per adottare il suo atteggiamento. Ad esempio, in Rete, le idee, le critiche spietate, i commenti offensivi, gli insegnamenti errati e le false storie possono causare gravi infezioni. Paolo avvertì: “Ci sarà un periodo di tempo in cui non sopporteranno il sano insegnamento, ma, secondo i loro propri desideri, si accumuleranno maestri per farsi solleticare gli orecchi; e distoglieranno i loro orecchi dalla verità, mentre si volgeranno a false storie”. (2 Timoteo 4:3, 4)

Purtroppo, dubbi, lamentele, apostasia, dibattiti inutili intorno a parole, hanno contaminato spiritualmente, alcuni fino a farli diventare cattivi nei confronti dei loro fratelli di una volta (1 Timoteo 6:3, 4). Ad alcuni di questi, se scambi un commento sul web e gli chiedi come stanno, ti risponderanno: “Alla graaande!”… con la bava alla bocca, le sopracciglia inarcate e il coltello sulla tastiera.

Tags: , , , ,

Trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

inattivo.info

Inattivo.info è un sito aperto nel 2014 ed è rivolto ai testimoni di Geova non più attivi come un tempo e ai responsabili delle congregazioni.

Built by TANOMA