Contraddire per principio

Contraddizione, secondo il vocabolario Treccani, è la tendenza abituale e ostinata a contraddire, senza motivo apparente, ciò che altri afferma (o anche ad opporsi, sistematicamente, a ciò che altri vuole o propone).

La contraddizione è quindi un rapporto di opposizione tra due affermazioni, due giudizi, due fatti, per cui uno esclude l’altro o è comunque con l’altro in contrasto. Si tratta quindi di un atteggiamento che mina l’unità. Ad esempio, molti sono convinti che la Bibbia si contraddice, anche se essa è coerente dall’inizio alla fine. Altri sono convinti che scienza e Bibbia sono incompatibili, difficilmente conciliabili.

Altri ancora sostengono che la religione dei testimoni di Geova è contraddittoria. Contraddire a prescindere è una forma velata di ostilità, un’ostinazione fatta in malafede che mira a non lasciarsi persuadere.

Quando ci si rende conto che l’interlocutore ha ragione su un determinato argomento e non si ha l’umiltà di riconoscerlo, lo si contraddice caparbiamente. Si finge di non capire o di aver capito male. Si ricorre a cavilli, distinguo, fraintendimenti, dissimulazioni e riserve artificiose.

Si amplificano i punti su cui non si è d’accordo o sui quali si dissente, cercando di mettere in imbarazzo chi ha ragione attraverso domande provocatorie o accusandolo di non sapersi spiegare e di non chiarire i punti controversi. A volte si approfitta delle indecisioni o delle incertezze del nostro interlocutore per attaccarlo come persona.

Certamente queste strategie ostili del rifiuto sono penose. Sono un autoaccecamento di fronte all’evidenza. Alcuni sembra che da bambini siano stati nutriti con latte adulterato e siano cresciuti con la polemica nel sangue.

Costoro hanno un innato bisogno di puntualizzare ogni frase e di scolorire ogni chiara verità. Sono vittime di una terrificante paura di perdere, perché sono malati di invidia, gelosia, hanno il gusto della prevaricazione e il piacere di prevalere.

Non sono nemmeno disposti ad accettare il bene che gli altri gli offrono. Cosa fare in questi casi? “Lasciateli perdere, sono guide cieche”. (Matteo 15:14)

Tags: , , , ,

Trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

Devi essere loggato per postare un commento.

inattivo.info

Inattivo.info è un sito aperto nel 2014 ed è rivolto ai testimoni di Geova non più attivi come un tempo e ai responsabili delle congregazioni.

Built by TANOMA