Cosa ci insegna la corazza del granchio?

Quando il granchio cresce troppo si libera con fatica della vecchia corazza per crearne una nuova.

Gli esseri viventi sono per natura curiosi e ingegnosi. Essi imparano gli uni dagli altri e cercano la soluzione per sopravvivere ai pericoli di altre specie. La corazza del granchio è una di queste. Come scrisse il salmista, tutte le cose create “lodino Geova” (Salmo 148:5-10).

Due volte all’anno, il granchio deve sbarazzarsi della corazza, perché essa non cresce di pari passo con il resto del corpo. E’ come se indossasse qualcosa che gli va stretto. Prima della muta, il granchio si nasconde per ripararsi dai predatori. Quando è il momento contrae i muscoli in modo da spezzare la corazza nel punto in cui è più fragile. Poi rimane nascosto finché la nuova corazza non è diventata resistente.

In natura, come nel caso del granchio, i cambiamenti e le trasformazioni sono innescati inizialmente da disagi, che comunque non durano per sempre. Anche gli esseri umani sono soggetti a emozioni spiacevoli quando c’è in atto una trasformazione psichica o spirituale.

E’ naturale che la parte vecchia di noi stessi ci faccia sentire scontenti e insoddisfatti quando cerchiamo di sbarazzarcene per adottarne una nuova. Se il granchio non si libera della vecchia corazza, il corpo può subire gravi malformazioni durante la crescita.

Man mano che si cresce, i disagi, l’ansia, la frustrazione e l’infelicità spingono fino a spezzare la personalità di cui ci si sente imprigionati. Un errore da evitare è quello di amplificare le sofferenze concentrandosi troppo sulle cause.

LASCIA ANDARE LA VECCHIA PERSONALITA’

I cristiani sono incoraggiati a imitare Cristo rivestendo “la nuova personalità che fu creata secondo la volontà di Dio”. (Efesini 4:20-24) Veniamo esortati a ‘spogliarci della vecchia personalità con le sue pratiche’, come il granchio che durante la muta si disfa della sua vecchia corazza. (Colossesi 3:9)

PENSACI dopo aver letto questo articolo: Riflettere sulla creazione può farti tornare a Dio?

A differenza del granchio, però, il cui corpo ben presto si indurisce di nuovo, dobbiamo rivestirci permanentemente dei “teneri affetti di compassione, benignità… e longanimità”. (Colossesi 3:12)

Inoltre, in 1 Tessalonicesi 5:8 si legge: «noi che apparteniamo al giorno manteniamoci sobri e indossiamo la corazza della fede e dell’amore».

La corazza era la parte dell’armatura che proteggeva il cuore del guerriero dai colpi mortali del nemico. Quando un Testimone di Geova affianca alla forte fede l’amore per Dio e per il prossimo, è come se indossasse una corazza spirituale della migliore qualità. Difficilmente farà qualcosa che lo porterà ad allontanarsi da Dio.

___

SULLO STESSO ARGOMENTO:

LA TRASFORMAZIONE DEL GRANCHIO

Tags: , , , , , , ,

Trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

Devi essere loggato per postare un commento.

inattivo.info

Inattivo.info è un sito aperto nel 2014 ed è rivolto ai testimoni di Geova non più attivi come un tempo e ai responsabili delle congregazioni.

Built by TANOMA