«Cosa possiamo fare per aiutarvi?»

vp

Quale effetto ha avuto questa domanda su una coppia di inattivi?

Questa domanda fu posta realmente da uno dei due anziani a una coppia di inattivi al termine di una visita pastorale. Questa semplice domanda – in realtà profonda nel suo significato – mette in moto due azioni: agli anziani di offrire il loro aiuto e alla coppia di scegliere la soluzione più appropriata.  Chi meglio della coppia conosce la realtà dei loro problemi?

Essi sanno realmente di cosa hanno bisogno. Agendo in questo modo, gli anziani evitano di prendere decisioni che non sono di loro competenza e non propongono alternative che alla lunga potrebbero rivelarsi controproducenti. E’ chiaro che l’intento degli anziani è di ristabilire la coppia prestando amorevole assistenza e calorosa ospitalità.

Giacomo scrisse nella sua lettera: “C’è qualcuno malato fra voi? Chiami gli anziani”. In questo caso, la coppia aveva già mostrato un atto di fede, chiamando gli anziani per ricevere quell’aiuto necessario di cui parla la Bibbia, altrimenti non li avrebbe ospitati in casa loro. Non si chiama un medico se non ci si fida di lui.

Fu grazie a questa fiducia che gli anziani ebbero il privilegio di pregare Geova: “La preghiera della fede farà stare bene l’indisposto (lett. “salverà colui che è stanco”) e Geova lo desterà” – Giacomo 5:15. E’ bene ribadire che “la preghiera della fede” non riguarda soltanto la promessa di ciò che gli anziani faranno in futuro nei confronti dei due inattivi, ma implica anche la fede manifestata in anticipo dalla coppia.

C’é quindi un’azione congiunta di fede e una promessa che entrambi compiranno opere degne di tale fede. Soltanto così Geova potrà assumersi l’impegno di sollevare gli inattivi e benedire gli anziani. Perciò, dopo la visita pastorale, Geova si aspetta che da una parte gli anziani prestino realmente aiuto sincero, e dall’altra che la coppia continui a rafforzarsi nella fede.

“Non aver timore, poiché io sono con te. Non guardare fisso in giro, poiché io sono il tuo Dio. Per certo ti fortificherò. Ti dovrò realmente aiutare” – Isaia 41:10.  Nessun ostacolo potrà mai impedire a Geova di aiutarvi realmente. Ricordate che non state tornando dagli anziani, ma dal “pastore e sorvegliante delle vostre anime” (1 Pietro 2:25).

Anziani e pastori delle pecore di Geova quanto siete disposti ad aiutare gli inattivi? E’ così difficile terminare una visita pastorale chiedendo agli inattivi cosa potete fare per aiutarli? L’esito di quell’incontro tra i due anziani e la coppia d’inattivi è stato molto positivo. La coppia si riprese e tornò felicemente ad associarsi con il popolo di Geova. Il fratello serve ora come anziano nella congregazione ed è un valido aiuto e sostegno nella cura di altri fratelli e sorelle che sono divenuti inattivi.

Tags: , , , , ,

Trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

inattivo.info

Inattivo.info è un sito aperto nel 2014 ed è rivolto ai testimoni di Geova non più attivi come un tempo e ai responsabili delle congregazioni.

Built by TANOMA