Cronocentrismo

Tutto tornerà come prima

Non ci saranno stravolgimenti mondiali come tanti pensano e molti torneranno alle loro attività di una volta

“Quando i disastri cambiano la vita, il mondo non è più come prima” ripetono molti in questi giorni. In realtà ognuno vive il suo periodo storico credendo che sia unico rispetto a quelli passati.

Nonostante le previsioni funeste di alcuni, se si riflette su quanto successo dopo il lockdown sui Navigli a Milano, al Quadrilatero Romano di Torino, a Trastevere o a Ponte Milvio di Roma si capisce che molti non vedono l’ora di tornare alla vita di prima.

Avete mai sentito parlare di cronocentrismo? Questo termine è formato da due parole: crono (tempo) e centrismo (stare al centro), cioè essere al centro del tempo sia che si pensi in modo positivo che negativo.

In tanti sono convinti che le cose fatte nel loro paese vengono fatte ovunque. Immaginano che gli altri pensano, ragionano e si comportano come loro. Che tutti condividano le stesse idee, hanno gli stessi problemi, la stessa religione e chi la pensa diversamente è uno stupido. Si sentono al centro del mondo e si credono di vivere all’apice della storia umana.

Alcuni hanno nostalgia dei bei tempi passati e pensano che oggi sia peggio di ieri. Altri, invece, sostengono che il presente attuale sia il migliore di tutti i tempi. Sono cronocentrici, perché mettono il tempo presente al centro di tutti i tempi.

I pessimisti sostengono che i tempi di oggi sono più pericolosi dei tempi di Sodoma e Gomorra o di quelli prima del diluvio. Sono convinti che oggi l’umanità ha raggiunto il suo apice peggiore. Questa “illusione della fine della storia” sta portando l’uomo a sprecare le opportunità per migliorarsi.

I cronocentrici negativi hanno paura della paura. Credono più loro negli “ultimi giorni di questo sistema di cose” che i testimoni di Geova quando predicano con la Bibbia le profezie di Matteo 24:7, 8 e 2 Timoteo 3:1-5. Secondo la Bibbia, gli “ultimi tempi” si evolveranno in tempi migliori, dove in un tempo di mille anni la Terra e l’umanità saranno riportati in condizioni perfette.

Il saggio re Salomone scrisse che “c’è un tempo per ogni cosa”, un tempo che è lo stesso tempo per ogni generazione (Ecclesiaste 3:1). Disse anche: “Una generazione va e una generazione viene” e aggiunse che il mondo, così com’è stato creato in principio durerà per sempre (Ecclesiaste 1:4).

Per sapere che ne sarà del tempo dopo il virus, possiamo dire che se l’uomo vuole riuscire nelle cose che fa, deve capire il proposito e i tempi di Dio, e agire in armonia con essi. Ciò che è prestabilito e inalterabile nel tempo non è il destino delle persone ma ciò che Dio si è proposto di fare (Isaia 55:11).

Dio ha posto nel cuore dell’uomo l’idea del tempo eterno (Ecclesiaste 3:11). Il conflitto fra il desiderio di vivere sempre e l’imperfezione dell’uomo di non poter soddisfare tale desiderio lo tormenta da sempre.

Tuttavia, dal momento che Dio ha messo nel nostro cuore il desiderio del tempo, è logico rivolgerci a lui perché ci indichi come soddisfarlo. Per questo motivo ci ha dato il tempo per cercarlo.

Oggi possiamo assimilare solo una quantità limitata di cognizioni, ma non sarà sempre così, poiché Dio si è proposto di concedere agli uomini fedeli la vita senza fine nel Paradiso sulla terra.

Perciò, caro fratello lontano, siccome sei in grado di capire che questo è il tempo opportuno e favorevole per agire, dunque, non perdere tempo!

Tags: , , , , ,

Trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

Devi essere loggato per postare un commento.

inattivo.info

Inattivo.info è un sito aperto nel 2014 ed è rivolto ai testimoni di Geova non più attivi come un tempo e ai responsabili delle congregazioni.

Built by TANOMA