Discernimento e post pandemia

Secondo papa Francesco ci sono state in passato persone e gruppi che hanno individuato nuove vie d’uscita grazie al discernimento nello Spirito, favorendo così grandi cambiamenti in seno all’umanità. Per affrontare le sfide post Covid 19, serve una rinnovata capacità di discernere in modo da acquisire nuove forme di servizio e di solidarietà. (In fondo uno stralcio del testo).

Cos’è il discernimento dal punto di vista della Bibbia? E perché questa capacità dovrebbe interessare in particolare coloro che nutrono dubbi e perplessità sulle attività digitali dei TdG?

Il discernimento è la capacità di distinguere il bene dal male dal punto di vista di Dio. Una persona spirituale ha fede in Dio e vede le cose come le vede lui. Si fa guidare da Dio ed è decisa a ubbidirgli (1 Corinti 2:12, 13).

Il cristiano che ha discernimento parla e agisce in modi graditi a Dio. Sceglie parole che possano edificare gli altri anziché ferirli (Proverbi 11:12, 13). Che dire delle disposizioni prese durante e dopo la pandemia? Il discernimento ci fa essere ragionevoli e realisti in merito a ciò che possiamo aspettarci da chi ci guida.

Se ci sono cose che al momento non comprendiamo pienamente, il nostro atteggiamento deve essere quello di ascoltare attentamente guardando gli interessi degli altri e accettare un punto di vista diverso. «La vostra ragionevolezza sia nota a tutti» ammonisce Filippesi 4:5.

Chi è ragionevole riconosce i suoi limiti e non insiste sempre né pretende di fare a modo suo. Anzi è disposto ad ascoltare pareri diversi e ad accettarli. Mette da parte le sue preferenze.

Se manca il discernimento manca la ragionevolezza. L’una segue l’altro. A differenza di chi “manca di cuore”, chi ha “ampio discernimento” tace quando è appropriato farlo. Non sparla su Internet. (Proverbi 20:19)

Se qualcosa nell’organizzazione non viene fatta come vorremmo, il discernimento spirituale ci aiuterà a capire che questa non è una ragione valida per smettere di servire Geova Dio, di frequentare le adunanze, di diventare inattivi. Tantomeno non è sensato sparare a zero sui siti che non vedono l’ora di criticare il popolo di Dio e chi li guida. È come dare per cibo ai lupi la carne di pecora dei fratelli.

“Geova stesso dà sapienza; dalla sua bocca procedono conoscenza e discernimento”. (Proverbi 2:6)

Il discernimento spirituale ci permette di vedere le cose nella giusta prospettiva, di capire che siamo dedicati a Dio e che la cosa più importante nella nostra vita è una buona relazione con lui.

Infine, il discernimento aiuta a non divenire impazienti, disperati e agitati. «Aspettiamo Dio» (Salmo 42:5, 11). Se le disposizioni prese in questo periodo di Coronavirus non ti aggradano, fattene una ragione. Il tuo punto di vista sarà importante per te ma forse non lo è per milioni di altri, che la pensano diversamente. Alla fine tutto si riduce al saper discernere la realtà.

Oppure, per usare le parole di papa Francesco: «ci rifugeremmo in pratiche del passato incapaci di intercettare la situazione singolare degli uomini e dei giovani di oggi».

_____

Tags: , , , , , , ,

Trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

Devi essere loggato per postare un commento.

inattivo.info

Inattivo.info è un sito aperto nel 2014 ed è rivolto ai testimoni di Geova non più attivi come un tempo e ai responsabili delle congregazioni.

Built by TANOMA