FUORI SERVIZIO

Il servizio (predicazione) è per i Testimoni di Geova l’aspetto più importante della loro fede, sicuramente quello che più li contraddistingue dalle altre religioni. Un Testimone che non predica più è considerato un inattivo, cioè un proclamatore fuori servizio.

Quando vediamo il cartello “FUORI SERVIZIO” attaccato all’ascensore la prima reazione è quella di infastidirci. Se poi abitiamo ai piani alti del palazzo, il disagio è maggiore se siamo con i sacchi della spesa o ritorniamo a casa dopo una giornata di lavoro faticosa. Se l’ascensore non viene riparato tempestivamente, ci irritiamo ancor di più. Se i giorni passano e l’ascensore è ancora fuori servizio, incominciamo a dubitare della serietà della ditta che si occupa della manutenzione. Se l’ascensore viene riparato dal tecnico e dopo qualche giorno si guasta di nuovo, incominciamo ad avere riserve sulla professionalità dell’ascensorista.

Nel posto di lavoro, quando un cartello segnala che l’ascensore è fuori servizio e, per raggiungere l’ufficio, dobbiamo salire a piedi alcuni piani, è normale vedere i colleghi che sbuffano o che si lamentano. Altri, invece, se ne fregano del guasto, non discutono e non perdono tempo, salgono subito per le scale per arrivare puntuali in ufficio. Tuonano i pareri più fantasiosi sul genere di guasto che ha messo out l’ascensore. Come in un consesso di pareri autorevoli, ognuno discute con argomentazioni illuminanti da veri esperti di meccanica palazzinara. Parlano ma non fanno. Ci sarà pure qualcuno incaricato di chiamare il tecnico? Succede così ogni volta che si guasta un ascensore. Ci si accorge dell’utilità di un ascensore soltanto quando è fuori servizio. Una comodità ormai scontata.

Se paragoniamo i fratelli che non predicano più a un ascensore fuori servizio, allora dobbiamo paragonare gli anziani di congregazione ai tecnici e il Corpo Direttivo alla ditta incaricata della manutenzione. Che un ascensore si guasti è normale aspettarselo. Anche se si spera di no o perlomeno che si fermi il meno possibile durante la sua attività. Il problema sorge quando il guasto si verifica regolarmente e il difetto non viene riparato una volta per tutte. Il portiere del palazzo, poverino, a volte si fida delle spiegazioni tecniche del manutentore e cerca di trasmetterle, per quanto possibile, ai condomini che cominciamo a mostrare segni evidenti di insofferenza. A volte, i motivi del guasto sono veramente fantasiosi, altre volte fin troppo tecnici per capirli. Insomma, quale sia la giustificazione, è quasi sempre fastidiosa anche sentirla.

In ogni palazzo, tutti i condomini posseggono almeno un ascensore. Essi sono tenuti a contribuire alle spese sulla base dei rispettivi millesimi. Ecco perché è bene conoscere la normativa di riferimento in merito alla tenuta dell’impianto e alla sua sicurezza. Da eventuali danni a terzi, infatti, potrebbero discendere conseguenze economiche per tutti i proprietari. Il condominio, perciò, è tenuto ad affidare la manutenzione di tutto l’impianto dell’ascensore a una ditta specializzata che sia, peraltro, munita di abilitazione per come prevista dalla legge. È inoltre prevista una verifica periodica dell’impianto, che deve eseguire il tecnico manutentore dotato del “patentino/certificato” che gli consenta di svolgere l’attività di manutentore.

Per la natura tecnica di un ascensore, del suo utilizzo e per la sicurezza, è importante che la gestione sia affidata a tecnici specializzati e qualificati. Possiamo dire la stessa cosa anche per gli anziani di congregazione “esperti” manutentori dello Spirito e dei fratelli che si “guastano” e si fermano nel loro servizio a Geova? E che dire dei condomini, i membri della congregazione e della “ditta” incaricata di eseguire i servizi di riparazione, cioè il Corpo Direttivo?

Se i condomini di un palazzo si lamentano in continuazione con l’ascensorista e la sua ditta, che conclusione possiamo trarre, riguardo alla serietà, alla competenza e alla tempestività di intervenire nella riparazione del problema? Se il problema persiste, alla prossima assemblea di condominio, l’amministratore inserirà questo punto nell’ordine del giorno. Si discuterà e si cercherà di trovare una soluzione, anche l’eventuale sostituzione della ditta appaltatrice con un’altra più capace e più seria. E’ più facile sostituire la ditta che l’ascensore.

Perciò, ogni qualvolta vi capiterà di subire i disagi di un ascensore fermo, ricordatevi di quanto detto finora. E’ colpa dell’ascensorista, della ditta di manutenzione o è il caso di revisionare l’ascensore per un migliore servizio? Voi condomini/fratelli della congregazione che ne pensate? A volte potreste essere voi i veri responsabili del danno. Chi segue la nota sitcom televisiva Big Bang Theory, sa che l’ascensore dove vivono alcuni interpreti è stato distrutto anni fa da un loro esperimento mal riuscito e da allora non è mai stato rimesso in funzione. E’ in questo pianerottolo che si svolgono numerose e divertenti scene. Finché si tratta di una sitcom, ridere è l’obbiettivo, ma quando si tratta di un fratello lontano, il guasto che ne avete causato è cosa seria, a volte da piangere.

Tags: , , , , , ,

Trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

inattivo.info

Inattivo.info è un sito aperto nel 2014 ed è rivolto ai testimoni di Geova non più attivi come un tempo e ai responsabili delle congregazioni.

Built by TANOMA