Il fanatico e il diplomatico

Solo Cristo può affermare di essere la verità. Per questo motivo, i suoi discepoli devono mostrare umiltà verso la verità. Invece, il credente fanatico e intollerante crede di essere il possessore della verità, cioè di Cristo e pensa che tutti gli altri sono in errore.

TIPI STRANI IN CONGREGAZIONE. Siamo nella verità solo nella misura in cui la riceviamo da Dio e a Dio ci affidiamo. L’umile si rende conto dei propri errori, della sua parziale ignoranza ed è continuamente alla ricerca di una luce maggiore che non induca gli altri in errore. L’integralista intollerante identifica la sua conoscenza imperfetta con la verità. E’ un avversario irriducibile della verità. Il fanatico mette mano alla spada, condanna al rogo, escogita mezzi di pressione per piegare quanti non la pensano come lui. Per il fanatico, chi ha un’opinione diversa dalla sua è in errore. E l’errore è contro la verità, perché la verità non può sbagliarsi. Confonde quindi l’errore con l’errante, cioè con colui che ricerca la verità con sincerità di cuore. Il fanatico non è soltanto un presuntuoso ma anche un miscredente nella misura in cui non crede nella potenza di Cristo. Denigra coloro che hanno progetti di riforma.

Se il principio “gli altri sono in errore e io nella verità”, autorizzasse la persecuzione, ci faremmo tutti fuori a vicenda, perché tutti sbagliamo e commettiamo errori. L’integralista fanatico non ammette di avere limiti riguardo alla conoscenza della verità, nonostante Paolo abbia scritto che “abbiamo conosciamo parziale” (1 Corinti 13:9). Il fanatico della verità ha spinto molti a diventare inattivi e ha litigato con altri che alla fine si sono dissociati dalla congregazione. Purtroppo anche tra i tdG esistono i fanatici della verità. Mentalmente sono tra i più insidiosi, perché sono scambiati per i paladini della fede altrui. E’ difficile individuarli fin quando non combinano disastri in congregazione.

Una condizione importante per salvaguardare la purezza della fede è distinguere tra la verità e le opinioni degli uomini. Un dogma, quando è realmente un principio scritturale rivelato da Dio e insegnato come tale dalla congregazione, rimane sempre un dogma. Questo non vuol dire che il cristiano non debba approfondire una verità dichiarata. Non è il fanatismo o l‘indifferentismo, bensì un amore ardente per Cristo che spinge i suoi discepoli a ricercare una verità sempre più profonda e con mezzi adeguati per esprimerla.

Il cristiano diplomatico è il contrario del fanatico. Quando si rapporta con altri ha un atteggiamento prudente, cauto, avveduto, soprattutto con chi ha un’opinione diversa dalla sua. Misura bene le parole per arrivare al suo obiettivo. Non scatena conflitti. Paradossalmente anche il diplomatico, in un certo senso, può diventare un fanatico diplomatico. Misurando bene le parole per raggiungere il suo scopo, a poco a poco, si forma in lui una mentalità selettiva in rapporto alla verità. La verità che dice e quella che tace, hanno per lui un valore utilitaristico. Asserve la verità ai suoi fini dicendo e non dicendo. Piano piano, tale atteggiamento finisce per trasformare il suo modo di vedere e valutare le cose, per cui vede soltanto quegli aspetti della verità che gli sembrano più utilizzabili per i suoi fini. Un cristiano diplomatico che diventa un fanatico diplomatico è più insidioso del fanatico religioso, perché si spaccia per un difensore della verità, in vista di un suo tornaconto, ma lo fa con modi fini ed eleganti. A lui non gli interessa più la verità in quanto tale, ma la carriera. Lui punta in alto. Ha le capacità per farlo e spesso ci riesce. E quando ci riesce, con modi raffinati convince, non solo la maggioranza dei cristiani a seguirlo, ma riuscirà a sedurre persino il fanatico integralista. Quanti ne conosciamo nell’organizzazione di questi finti diplomatici che se possono ti affossano pur di raggiungere i loro scopi. Quanti inattivi sue vittime.

Tags: , , , , , ,

Trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

inattivo.info

Inattivo.info è un sito aperto nel 2014 ed è rivolto ai testimoni di Geova non più attivi come un tempo e ai responsabili delle congregazioni.

Built by TANOMA