ISTRUZIONI SU ZOOM

Alcuni si sono chiesti se le adunanze che si seguono tramite Zoom hanno precise istruzioni su come tenerle. Si, esiste un manuale tecnico su come gestirle per garantirne la massima funzionalità.

È ovvio che ci siano delle disposizioni in merito, altrimenti ci sarebbe il caos. Vediamone alcune, tralasciando quelle perlopiù tecniche che hanno relazione con la piattaforma.

Intanto la partecipazione è alla portata di tutti quelli che sono collegati, sia se si preferisce la webcam spenta o accesa. In genere, un anziano organizza gli aspetti tecnici, mentre quelli spirituali sono gestiti in base ai propri incarichi in congregazione.

Si possono utilizzare due account, (è facoltativo quale scegliere) uno privato, gestito dal locale corpo degli anziani e uno ufficiale gestito dall’organizzazione. Quello ufficiale consente di collegare 300 partecipanti, senza limiti di tempo.

Per accedervi, sia l’adunanza infrasettimanale che quella di fine settimana, hanno un loro “meeting ID”, un link e una password, che non vanno condivisi sui social o postati in rete. Si raccomanda di vestirsi come ci si veste per un’adunanza nella Sala del Regno.

Inoltre, viene incaricato un fratello esemplare come usciere in occasione di ciascuna adunanza. Proprio come accade nella Sala del Regno, l’usciere dovrà stare attento a quelli che si collegano all’adunanza e occuparsi di situazioni che causano disturbo.

L’usciere dovrà collegarsi all’adunanza su Zoom con buon anticipo. Quando vede coloro che sono collegati nella “Waiting Room” li ammette all’adunanza se è il caso. Durante l’adunanza potrà modificare i nomi sullo schermo da renderli identificabili. Sta attento a coloro che causano disturbo e controlla se ci sono immagini o foto di profilo inappropriate.

All’orario stabilito, si occupa del conteggio dei presenti e lo comunica al coordinatore del corpo degli anziani. Se qualcuno disturba in modo intenzionale l’adunanza potrà essere escluso, interrompendone il collegamento.

Il corpo degli anziani potrà decidere se far continuare per un po’ di tempo l’incontro su Zoom dopo che è finita l’adunanza così da permettere ai fratelli di stare in compagnia gli uni degli altri. Un fratello esemplare si occupa dell’assistenza audio/video in occasione di ciascuna adunanza.

Non è permesso effettuare le registrazioni delle adunanze, né postarle o trasmetterle su Internet. Anche in queste adunanze c’è un presidente, un conduttore, un lettore e gli studenti che hanno le parti assegnate. Ognuno avvierà l’audio per parlare e lo silenzierà quando ha finito.

Da quello che sappiamo c’è una buona presenza di fratelli “inattivi” e di alcuni “disassociati” che stanno facendo i passi per rientrare.

Purtroppo dobbiamo segnalare che i Testimoni di Geova deceduti in tutto il mondo a causa del Covid sono 5mila, mentre i contagiati superano i 30mila. In Italia i contagiati sono 3.273 e 187 i deceduti. Ci dispiace molto per questi fratelli. Immaginatevi quanti sarebbero stati i morti se non avessimo adottato le misure preventive.

____

vedi anche: Adunanze in videoconferenza

Tags: , , , , , , ,

Trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

Devi essere loggato per postare un commento.

inattivo.info

Inattivo.info è un sito aperto nel 2014 ed è rivolto ai testimoni di Geova non più attivi come un tempo e ai responsabili delle congregazioni.

Built by TANOMA