Le «ragioni» del cuore

maria e giuseppe

Oltre alle ragioni della ragione e della logica, esistono anche quelle del cuore.

A volte le ragioni del cuore riescono a intuire la verità in maniera più autentica della semplice evidenza. La logica e la ragione possono spiegare in maniera ineccepibile i fatti, ma esistono realtà che si possono comprendere solo con il cuore. La logica e la ragione non permisero a Giuseppe di capire subito lo stato di gravidanza di Maria, sua futura sposa, benché fosse consapevole della sua innocenza.

Fu grazie a un angelo che gli apparve in sogno a renderlo cosciente della portata di quell’evento e ad accettare con gratitudine il matrimonio e la responsabilità di allevare il figlio che Maria portava in grembo. Giuseppe, seguendo la logica e la ragione, aveva deciso di allontanare Maria da lui, dal suo cuore e dai suoi affetti. Riteneva sincera e giusta la sua decisione. Lui non poteva mai giungere alle giuste conclusioni usando la razionalità e la logica. Grazie alle ragioni dell’amore, Giuseppe accettò volentieri quel fatto straordinario. Fu l’angelo a farlo desistere dal prendere una decisione, che pur seguendo la logica delle leggi ebraiche, andava contro il volere di Geova. (Mt 1:18-25)

Anche il cuore ragiona, ma le ragioni di cui stiamo parlando non hanno nulla a che vedere con il sentimentalismo né con “i malvagi ragionamenti” che contaminano l’uomo. «Il cuore ha le sue ragioni, che la ragione non conosce», scriveva B. Pascal. C’è una “logica” nell’amore che non coincide con quella razionale ma che ha una sua coerenza. Pensiamo alle parole di Gesù: «Non c’è amore più grande di colui che dà la vita per la persona che ama». Secondo la ragione è un atto “irrazionale”, ma non per chi sa cosa significhi vero amore.

La ragione è la facoltà umana di pensare, ragionare, comprendere, giudicare, discernere. La ragione senza cuore è fredda e non ha un’anima. Non prova emozioni, passioni, sentimenti. Ma anche il cuore senza la ragione può ingannare. L’ideale sarebbe un cuore passionale, accalorato di amore e misericordia e che sappia esprimere queste qualità in modo ragionevole, equilibrato e sensato.

Ci sono situazioni, a volte estreme, che ci spingono a prendere decisioni basate sulla logica e sulla ragione, che al momento sembrano giuste. In realtà, col tempo potrebbero rivelarsi controproducenti. Oppure potremmo prendere decisioni basate soltanto sul cuore e che anch’esse potrebbero in futuro risultare dannose.

Allontanarsi da Geova, oppure allontanare con l’espulsione chi ha sbagliato o troncare ogni relazione con l’inattivo che si è allontanato, considerandolo come un disassociato, pur avendo una logica tale decisione, con il tempo, potrebbe dimostrarsi svantaggiosa per tutti. Allontanare di più chi si è già allontanato potrebbe avere una sua fredda razionalità, una sua logica di calcolo, ma rivelarsi una decisione priva di un cuore ricco di amore e misericordia.

Tags: , , , ,

Trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

inattivo.info

Inattivo.info è un sito aperto nel 2014 ed è rivolto ai testimoni di Geova non più attivi come un tempo e ai responsabili delle congregazioni.

Built by TANOMA