L’importanza della VERA CONSAPEVOLEZZA

L’incompetente si sopravvaluta, l’esperto viene giudicato male.

I social hanno dato a miliardi di persone l’opportunità di esprimere la propria opinione in ogni campo. Ma quanti di questi opinionisti sono consapevoli di quello che dicono? La cosa che preoccupa di più i previsionisti è che l’intelligenza umana sarà sovrastata dalla spregiudicatezza degli idioti.

Per Russell, nella società contemporanea le certezze degli stupidi sono capisaldi, a differenze delle persone intelligenti che prima di accettare come vera qualsiasi cosa venga loro propinata cercano di verificarne l’attendibilità.

La Bibbia chiama questa qualità nobiltà di mente ed era una caratteristica dei presenti nella sinagoga di Berea, che ricevettero la buona notizia con “la massima premura di mente, esaminando attentamente le Scritture ogni giorno per vedere se queste cose [che l’apostolo Paolo aveva dette] stessero così”. (Atti 17:10, 11)

Ascoltarono quelle informazioni e le esaminarono premurosamente con il cuore e la mente per assicurarsi che avessero una base scritturale. Non nutrivano dubbi o cercavano qualche difetto. Non contestavano la veridicità, ma si accertavano nei testi ebraici per verificarne il contenuto.

Quelle persone non erano ancora cristiani, ma persone interessate che sentivano il bisogno di convincersi con l’uso delle Scritture Ebraiche e lo facevano senza scetticismo. I bereani desideravano credere il vero, avevano la volontà di credere. Considerarono quello che udirono con una favorevole disposizione di mente (Atti 17:12).

Chi oggi è prevenuto, qualsiasi prova gli sarà portata non si convincerà mai. Di solito, cerca scuse per non prendersi delle responsabilità. Una mente consapevole percepisce tutto ciò che le scorre dentro, individuando e classificando ogni informazione. Per un essere umano la consapevolezza è difficile da spiegare, persino dagli stessi studiosi.

Ad esempio, i vividi ricordi che serbiamo di avvenimenti passati non sono solo dati immagazzinati, ma possiamo riflettere su di essi e trarne lezioni per decidere il nostro futuro. Abbiamo la capacità di analizzare, di creare, di apprezzare e di amare sul passato, presente e futuro. E non sappiamo come.

La persona consapevole, spesso avverte che gli manca qualcosa. Sente il bisogno spirituale da soddisfare, avverte una consapevolezza innata di Dio. Bisogno che viene soddisfatto con la ricerca meditata. Rivolge la sua attenzione e il suo tempo a cercare il Creatore, non a screditare una religione, una fede, un comportamento.

Qualsiasi ricerca consapevole deve avere come obiettivo la personalità di Dio. Il vero consapevole non fa crociate contro nessuno. Nobile vuol dire «noto, che deve esser noto». Una mente nobile si distingue dunque per le sue caratteristiche d’alta eccellenza e viene più apprezzata sulle altre dello stesso genere.

Una mente nobile dimostra elevatezza morale, delicatezza e generosità, finezza di spirito e d’intelletto. Inoltre, si esprime con sentimenti elevati e generosità d’animo, vive con grande integrità morale e persegue fini elevati. Per questi motivi suscita ammirazione e rispetto.

Tutto ciò che è al di fuori di queste peculiarità è solo fuffa.

Se non si è consapevoli dei propri limiti si tende ad avere un concetto esagerato delle proprie capacità. E “quando arriva la presunzione arriva anche il disonore (Proverbi 11:2).

La consapevolezza induce ad avere un atteggiamento molto riservato nell’esprimere il proprio stato d’animo, le proprie intenzioni e valutazioni. Non spara a zero sui propri fratelli o sulla stessa religione. Mostra riserbo, cautela, discrezione, riservatezza e ritegno.

I veri cristiani consapevoli sono spinti a dare gloria a Geova. Se dicono o fanno altro non sono veri consapevoli di Dio, ma chiacchiera senza alcun significato, discorsi risaputi, luoghi comuni, ciarpame inutile. Come i falsi amici di Giobbe, invece di sostenere la sovranità di Dio, straparlano solo per speculare sugli errori altrui.

Tags: , , , , , , ,

Trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

inattivo.info

Inattivo.info è un sito aperto nel 2014 ed è rivolto ai testimoni di Geova non più attivi come un tempo e ai responsabili delle congregazioni.

Built by TANOMA