L’ultimo capitolo del libro di una vita

Di solito l’ultimo capitolo di un libro è sempre quello più interessante, perché non solo si capisce il senso dell’intera storia, ma anche perché vengono svelati i segreti di tutto il racconto. Così è la vecchiaia, ultimo capitolo della propria esistenza.

Anche Geova sta completando di scrivere l’ultimo capitolo del  “libro delle sue guerre” (Numeri 21:14). Grazie alla sua vittoria in questa “guerra del gran giorno dell’Iddio Onnipotente”, si scriverà, per così dire, la parte iniziale dell’ultimo capitolo della storia umana. Sarà un gran finale! (Rivelazione 16:14, 16).

Un tempo gli anziani erano considerati i custodi dei valori tradizionali della sapienza e della conoscenza più profonda. Nell’antico mondo ebraico, gli anziani occupavano una posizione privilegiata ed erano considerati una preziosa risorsa (Levitico 19:32).

Oggi, innumerevoli persone anziane continuano a mostrare fedeltà a Geova. È indice di rispetto e riguardo renderle il più possibile partecipi alle varie attività spirituali, naturalmente nei limiti delle loro forze. Molti di essi sono afflitti dalla solitudine causata dal Covid-19, dal timore della criminalità e da problemi economici. Per di più, se si ammalano hanno bisogno di molta più attenzione.

Il rischio che diventino inattivi.

Gli anziani sono stati giovani e la maggior parte del libro della loro vita è stato già scritto. I giovani sono ancora un libro bianco, con tanti capitoli da scrivere. Per gli anziani invecchiare può essere noioso e faticoso, ma è l’unico modo per continuare a vivere più a lungo.

Allo stesso modo, oggi molti cristiani TdG danno un ottimo esempio accettando le avversità della vecchiaia come prezzo da pagare in cambio del privilegio di vivere a lungo ‘vecchi e soddisfatti’ (Genesi 25:8; Giobbe 42:17).

Essere soli permette di pensare e questo è importante, visto che oggi non si pensa più. Altra cosa è l’abbandono. Ogni anziano vorrebbe avere un ruolo attivo, vorrebbe raccontarsi e tramandare, ma per farlo, ha bisogno di avere qualcuno che lo ascolti.

Raccontarsi è scoprire la vita. Se la persona anziana non ha più la possibilità di scrivere l’ultimo capitolo della sua esistenza, ripiega su sé stesso e sulle sue malinconie. Non dimenticate perciò i fratelli e le sorelle che sono diventati inattivi per gravi motivi di salute.

Anche se Geova promette che: “Sarò lo stesso fino alla vostra vecchiaia, vi sosterrò fin quando avrete i capelli bianchi” (Isaia 46:4), ci sono ancora pagine da completare nel loro ultimo capitolo della vita. E per farlo, può dipendere anche da noi.

_____

Vedi: Il vecchio se ne va

Tags: , , , , , , ,

Trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

Devi essere loggato per postare un commento.

inattivo.info

Inattivo.info è un sito aperto nel 2014 ed è rivolto ai testimoni di Geova non più attivi come un tempo e ai responsabili delle congregazioni.

Built by TANOMA