Ma che bravo BUGIARDO!

E se ne vanta pure

Dice bugie senza farsi scoprire e si crede un fenomeno. Ma che bravo mentitore. Non capisce che quando dice bugie inganna solo se stesso. Si è già dimenticato che il Padre della menzogna ha un nome, più titoli e tanti figli e figliastri (Giovanni 8:44).

Per bugia intendiamo anche affermazioni erronee, balle, omissioni ed esagerazioni, fatte in particolare sui social. Le bugie non sono tutte uguali. Alcune vengono dette con cattiveria, con l’intento di ferire. Altre vengono dette sotto pressione, magari per sottrarsi a una situazione imbarazzante o a una punizione. Anche se tutte le bugie sono sbagliate, alcune sono più gravi di altre.

I bugiardi più abili si credono scaltri come il furetto. Si nutrono di esagerazioni. Non possono farne a meno, lo fanno per salvare la faccia. In parecchi casi il loro modus operandi è caratterizzato dal tralasciare volontariamente alcune informazioni di un ragionamento rispetto ad altre ed estrapolare una frase dal contesto, un rigo, una parola per poi ricamarci sopra la loro fantasiosa visione della realtà.

A volte si inventano storie credibili farcite di falsità e verità. Lo fanno con chiarezza e semplicità, rendendo difficile individuare la bugia. La bugia è un occultamento dei fatti o una falsa riproduzione della realtà. A volte facciamo fatica a distinguere se costui altera la realtà o è talmente infantile da riprodurre in maniera fantastica i fatti. Forse da bambino è stato abituato a seguire le bugie che sentiva dagli adulti. E fin qui possiamo anche farcene una ragione.

Ma ciò che ci colpisce è che a dire bugie può essere qualcuno ben educato da piccolo. Può darsi che durante la sua infanzia abbia iniziato a percepire l’amore ricevuto nella maniera sbagliata.

L’adulto agisce diversamente. Può millantare in modo consapevole per ricevere vantaggi, forse si inganna da solo per compensare il suo complesso di inferiorità. Le bugie uccidono la fiducia. Nessuno di noi vuole fare la morale agli altri. Sappiamo bene che “ogni uomo è bugiardo” (Salmo 116:11). Sembra che dire una bugia, al cervello costi più fatica che dire la verità.

Comunque, per chi crede nei racconti della Bibbia, la prima menzogna affondava le sue radici nell’egoismo e in un desiderio errato. Tutte le altre menzogne deliberate pronunciate da allora in poi hanno rispecchiato queste due caratteristiche.

Dio odia la “lingua falsa” e coloro che sono “subdoli e dicono menzogne” (Proverbi 6:16-19; Salmo 5:6). Una bugia rovina molte verità e il bugiardo non viene creduto neppure quando dice la verità.

COME USCIRNE?

Se ami Dio che odia la lingua falsa, imitalo. Una volta allontanata la falsità abituati a dire la verità. Se è il caso mettiti una museruola alla bocca quando sei tentato di dire una bugia (Salmo 39:1).

Tags: , , , , , , , ,

Trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

Devi essere loggato per postare un commento.

inattivo.info

Inattivo.info è un sito aperto nel 2014 ed è rivolto ai testimoni di Geova non più attivi come un tempo e ai responsabili delle congregazioni.

Built by TANOMA