Non arrenderti

non arrenderti

Caro fratello, ti vogliamo bene e per questo motivo ti preghiamo di non arrenderti di fronte alle prove che stai affrontando. Qualsiasi cosa sia successa, non abbandonare la tua vita interiore, perché in qualche piccolo posto, dentro di te, arde la fiamma di Geova. Dio non è ingiusto da dimenticarsi di cosa hai fatto per lui. E’ così misericordioso che si lascia trovare facilmente da tutti quelli che lo cercano.

L’imperfezione umana è un’arma a doppio taglio, se vinci sei più forte ed essa più debole. A volte basta una piccola debolezza per farla entrare e permettergli di condizionare la volontà del tuo cuore. Una volta entrata cercherà di minimizzare la tua debolezza, poi la consoliderà, spingendoti di nuovo a cadere, rifacendolo più volte, fino a farti considerare le cadute un’abitudine. SI insinuerà in te, al tal punto, di tacitare la tua coscienza. Ogni caduta indebolisce e ne prepara delle altre.

Tuttavia, nessuna caduta è irreparabile. Nella Bibbia vi è un’abbondanza di fedeli servitori di Geova che hanno ceduto alle loro debolezze, commettendo anche peccati gravissimi, ma che poi si sono ripresi, raggiugendo vette di integrità.

(Continua da qui)

Per quanto le cadute siano amare e dolorose, con l’aiuto di Geova possono diventare un’occasione di grande maturità spirituale. La caduta ci rende consapevoli della nostra fragilità, soprattutto se pensavamo di essere forti e invulnerabili. La lotta per la salvezza avrà fine a salvezza avvenuta, perciò sappi che la perseveranza è una potente forza per resistere. “Solo chi avrà perseverato sino alla fine sarà salvato” (Matteo 24:13). Non permettere allo scoraggiamento di abbatterti se sei caduto dopo un lungo combattimento spirituale. In questi casi, quando si è privi di forze, si insinua il dubbio della disperazione, di non farcela più. Gettare la spugna in questi momenti è pericoloso. Dio non ti chiede di vincere, ma di combattere. La vittoria è un dono della sua benignità, che egli concede quando lo ritiene opportuno.

Ricominciare ogni volta da capo è già una vittoria. Geova vede la tua buona volontà e lascia che si rafforzi nel duro combattimento. Quando ti vede radicato nell’umiltà e nella perseveranza, incomincia a darti le prime vittorie, affinché tu non attribuisca i meriti a te stesso, ma alla bontà della sua misericordia. Raggiungere la perfetta santità è un lungo cammino che non avrà mai fine. In questo mondo, dove le cadute sono all’ordine del giorno, vince chi si alza e va avanti. Se hai il giusto spirito e consideri con umiltà chi sei realmente e cosa vuoi, Geova ti può concedere in poco tempo quanto hai cercato invano di ottenere in lunghi anni di combattimento. Non arrenderti, l’essenziale è confidare nella sua divina misericordia.

 

Jorge Luis Borges, Amicizia

 

Scritto da inattivopuntoinfo il 17 luglio 2016

 

 

 

 

 

 

 

inattivo.info

Inattivo.info è un sito aperto nel 2014 ed è rivolto ai testimoni di Geova non più attivi come un tempo e ai responsabili delle congregazioni.

Built by TANOMA