Non giudicare in maniera ingenerosa i tuoi fratelli o quelli che un tempo lo sono stati

“L’amore non tiene conto del male”, scrisse Paolo ai Corinti, cioè l’amore è incline a pensare bene degli altri. (1 Corinti 13:5)

I TRATTI DI UNA PERSONALITA’ IPERCRITICA

  • Tutti siamo figli imperfetti di Dio. Chi tende a evidenziare i difetti altrui, probabilmente si crede migliore. Anche chi non riconosce i pregi o ingigantisce i difetti dell’altro, è un ingrato criticone. Gli ipercritici accusano i fratelli e li denigrano pubblicamente, in particolare in Rete. Spesso muovono critiche senza prove evidenti o per sentito dire. Dentro di loro nutrono “malvagi sospetti” (1 Tim 6:4). Il cristiano obiettivo indaga prima di giudicare, non dà retta alla lingua cattiva (Prov 17:4).

  • Qualsiasi cosa detta o fatta, l’ipercritico la interpreta nel modo peggiore. Riesce a vedere la malizia di Satana anche nella bontà di Geova. Spesso scambia Geova per Satana e viceversa. I pregiudizi lo spingono ad agire in questo modo. Quando le loro parole sembrano giuste e buone, se scavate a fondo, nascondono ipocrisia e cattiveria.
  • Il cristianesimo non è fondato sulle rovine della ragione. Non è vietato disapprovare una condotta colpevole. La Scrittura afferma che “i peccati di alcuni sono pubblicamente manifesti, prima del giudizio” (1 Tim 5:24). Perciò, alcuni si giudicano e si condannano da soli a motivo della loro pessima condotta. Sono testimoni e giudici accusatori di se stessi.
  • Si manifesta un giudizio ingeneroso anche quando si è frettolosi nel censurare, laddove la cautela e l’amore obbligherebbero ad un’analisi più approfondita (Prov 18:13). Alcuni provano una perversa soddisfazione nel giudicare male gli altri. Godono quando disprezzano e scherniscono. Lo si vede dall’espressione del volto, dal tono della voce o dal tono con il quale scrivono certi commenti.
  • Gli ipercriticoni non criticano mai se stessi, anzi si mettono spesso su un piedistallo. Se amassero i fratelli come amano se stessi, l’amore traboccherebbe nelle congregazioni. Quando un invidioso litiga, dalla sua bocca spuntano fuori i veleni nascosti che ha nel cuore. In questi casi tende a rimarcare gli errori o a tirare fuori fatti impensabili e sconosciuti, che mirano a screditare il fratello con cui litiga. Un osservatore esterno, scopre meravigliato che l’invidioso voleva bene a suo fratello, quanto Caino voleva bene ad Abele.

Se ci preoccupassimo più di noi che dei fatti degli altri, ci sarebbero meno fotocopie demoniache in giro nelle congregazioni. Non serve a nulla giudicare prima del tempo stabilito (1 Cor 4:5). “Sei inescusabile, o uomo, chiunque tu sia se giudichi un altro; poiché nella cosa in cui giudichi un altro, condanni te stesso, in quanto tu che giudichi pratichi le stesse cose e pensi tu… di scampare al giudizio di Dio?”. – Romani 2:1-3.

La generazione degli anni Ottanta ricorda la fortunata serie televisiva del Muppet show e dei divertentissimi personaggi che lo animavano. Famose le gag di Statler e Waldorf, i due vecchietti incollati sulle loro sedie nella balconata. Criticoni per natura, ne hanno per tutti. Con le loro battute taglienti, cui non sfugge nessuno, fulminano i numeri dei personaggi che si esibiscono. Rosicano e hanno sempre l’ultima parola, con un commento finale, spesso sprezzante al termine di ogni episodio. Quanti Statler e Waldorf incontriamo sia in congregazione che in Rete. Incollati alla sedia della Sala del Regno o della loro camera, guardano dalla loro balconata internettiana ogni fatto che riguarda i tdG. Nulla sfugge alla loro critica. Se non avete niente di carino da dire sugli altri, bene, sedetevi accanto a loro. Nel teatro mascherato della vita, quello è il posto che più si addice allo show dei criticoni.

L’amore e le offese – seconda parte

_______________________________________________________________________________________________

Sulle critiche:

_______________________________________________________________________________________________

Tags: , , , , ,

Trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

inattivo.info

Inattivo.info è un sito aperto nel 2014 ed è rivolto ai testimoni di Geova non più attivi come un tempo e ai responsabili delle congregazioni.

Built by TANOMA