Ottimisti per SCELTA

L’ottimismo è il risultato di come immaginiamo il futuro, mentre la speranza lo rafforza e lo rende credibile.

Il nostro cervello possiede un meccanismo che crea ricordi nitidi non sempre accurati. Il sistema neurale potrebbe essersi sviluppato, non per memorizzare eventi del passato, ma per immaginare il futuro*.

Alcuni studi dicono che quando pensiamo al futuro sono chiamate in causa le stesse strutture cerebrali che ci fanno ricordare il passato (il cervello che ricorda e quello che immagina). Queste due attività del pensiero attingono a informazioni simili.

Ad esempio, se siamo Testimoni di Geova e ci stiamo preparando per il Paradiso che Dio ha promesso, abbiamo bisogno che il nostro cervello ricostruisca scenari nuovi basandosi su ricordi del passato. Possono essere ricordi di una vacanza in un paese caldo con spiagge sabbiose e un mare stupendo. Oppure può venirci in mente una delle tante illustrazioni riportate nelle pubblicazioni che raffigurano il mondo come sarà nel Regno di Dio.

In sostanza, ricordiamo il passato e ricostruiamo per mezzo di questi ricordi l’immagine del futuro che desideriamo. C’è in noi un’inclinazione automatica a immaginare un futuro radioso. In poche parole: i nostri meccanismi neurali generano una speranza ottimistica.

«L’ottimismo è probabilmente così essenziale per la nostra sopravvivenza da essere innato, come “cablato” nel più complesso dei nostri organi, il cervello […] l’ottimismo orienta il pensiero umano (e anche quello non umano). Imbriglia il ragionamento razionale e dirige le nostre attese verso un esito migliore, pur in assenza di prove sufficienti per sostenere una conclusione del genere». (Ottimisti di natura, pp. 7-8).

Siamo inclini a vederci felicemente involati verso un futuro meraviglioso, senza venirne condizionati dai problemi e dalle afflizioni presenti. I Testimoni di Geova, così come tutti coloro che sperano in un futuro migliore, non hanno scoperto il segreto della felicità: hanno semplicemente una comunissima inclinazione all’ottimismo quando immaginano come sarà il loro futuro.

Non si tratta di un’illusione giovanile come pensano gli scettici. Obiezione lecita la loro. Ciononostante, persone con lunghi anni di esperienze dietro le spalle hanno una percezione del mondo più precisa e sono in grado di distinguere in maniera chiara la realtà dalle illusioni.

Questo genere di ottimismo prevale su persone di ogni età, popoli, tribù e lingue. Ogni essere umano spera in un futuro migliore, in una salute migliore, che i propri figli abbiano successo, ecc. Il cervello è organizzato in modo da permettere alle convinzioni ottimistiche di cambiare il modo in cui vediamo e interagiamo con il mondo intorno a noi, facendo dell’ottimismo una profezia certa che si avvererà.

Nei lager, gli uomini che speravano in un domani millenario riuscirono a sopravvivere a condizioni estreme. Oggi, chi sceglie di credere in «nuovi cieli e nuova terra» dove sotto il governo del Regno la terra diverrà la felice e pacifica dimora dell’umanità, dove la vita e il lavoro saranno una gioia perenne, basa la sua speranza su questa infallibile promessa di Geova e per questo motivo ha ogni ragione di essere ottimista.  (Isaia 65:17-22)

Se hai attraversato seri problemi e sei diventato inattivo o stai scegliendo di farlo adesso, sappi che nonostante tutto puoi essere ottimista e sperare in un futuro radioso. Anche il tuo cervello è incline, non per rimanere impantanato nei ricordi brutti del passato, ma per attingere ad esso in modo da ricreare l’immagine, forse per te sbiadita, di un nuovo mondo.

Le persone più felici non sono necessariamente coloro che hanno il meglio di tutto, ma coloro che traggono il meglio da ciò che hanno.

 

* D. L. Schacter e D. R. Addis, “Constructive memory: The Ghosts of Past and Future”, in Nature 445, n. 7123, 2007, p. 27. (Riferimento tratto dal libro Ottimisti di natura, quando vediamo il bicchiere mezzo pieno, di Tali Sharot, Feltrinelli, saggi. Edizione digitale 2020)

Tags: , , , , , ,

Trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

Devi essere loggato per postare un commento.

inattivo.info

Inattivo.info è un sito aperto nel 2014 ed è rivolto ai testimoni di Geova non più attivi come un tempo e ai responsabili delle congregazioni.

Built by TANOMA