«Pallone GONFIATO»

“Pallone gonfiato” è un modo dire riferito a una persona che ostenta grandezza e solennità, che si attribuisce meriti, doti, capacità o successi inesistenti.

In genere un’etichetta del genere viene data ai chiacchieroni e ai ciarlatani. Si tratta di un individuo incompetente che oltre a non rendersene conto, fa di sé una un’autovalutazione gonfiata. Presume troppo di sé. Detto terra terra è uno sbruffone, un individuo che si dà delle arie, un ganassa come si dice a Milano.

Al contrario, le persone intelligenti sono caute, riflettono prima di parlare o agire, non prendono tutto per scontato. È triste notare – ci riferiamo a una minoranza – che nelle congregazioni, alcuni posti di maggiore responsabilità sono occupati da profili poco capaci, da “palloni gonfiati” che dal podio si esaltano come degli esaltati.

Si credono grandi oratori, esperti insegnanti, illudendosi che l’uditorio li segua ciecamente. A volte, a questi, dell’uditorio non gliene importa nulla. A loro interessa il podio, soffrono di “podiomania”. Una cosa bisogna riconoscergli: si sanno vendere. Pur essendo mediocri ottengono incarichi e privilegi. Sono dei guru quando si tratta di farsi notare.

Le persone spirituali provano disagio a parlare di sé in pubblico. Invece il “pallone gonfiato” è un esperto in questo campo. Alcuni non sono consapevoli di gonfiarsi, ed è proprio questo gonfiore che impedisce di riconoscersi come cialtroni.

In alcune congregazioni ci sono profili eccezionalmente spirituali, ma che sono relegati alle spalle di individui chiaramente incapaci. Non è raro che alcuni di questi fratelli si siano stancati di cooperare con tali podiomani e sono diventati “inattivi”. Ne conosciamo, eccome!

Per evitare che ci si allontani dalla congregazione, quali strategie si devono adottare quando si ha la sfortuna di avere in congregazione un “pallone gonfiato”?

  • Abbiate più autostima delle vostre qualità spirituali e delle vostre conoscenze della Bibbia.
  • Al “gonfiore” degli esaltati rispondete con un atteggiamento umile.
  • Al momento opportuno le cose si chiariranno e la vostra personalità verrà fuori.
  • Siate pazienti, i “palloni gonfiati” prima o poi si sgonfiano da soli, a meno che qualcuno che ne ha l’autorità li sgonfi prima e per il bene dell’intera congregazione.

La presunzione non è una novità nel popolo di Dio. Purtroppo alcuni dei primi cristiani caddero vittime dell’orgoglio e diventarono presuntuosi. Rivolgendosi a loro Giacomo scrisse: “Ma ora voi andate fieri delle vostre arroganti ostentazioni. Tutto questo vantarsi è malvagio” (Giacomo 4:16). Vantarsi di ciò che si è fatto o dei privilegi che si hanno nel servizio di Geova è stolto. (Proverbi 14:16)

L’apostolo Pietro, in un’occasione si sentì troppo sicuro di sé e, rivolgendosi a Gesù, arrivò a dire: “Benché tutti gli altri inciampino riguardo a te, io non inciamperò mai!… Anche se dovessi morire con te, non ti rinnegherò affatto”. Sappiamo poi come andò a finire.

Non abbiamo nessun motivo per vantarci, perché tutto quello che abbiamo l’abbiamo solo grazie all’amorevole benignità di Geova. Ricordare questo ci impedirà di diventare dei presuntuosi o dei “palloni gonfiati” (Matteo 26:33-35, 69-75).

Tags: , , , , ,

Trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

inattivo.info

Inattivo.info è un sito aperto nel 2014 ed è rivolto ai testimoni di Geova non più attivi come un tempo e ai responsabili delle congregazioni.

Built by TANOMA