Perché l’inciampo è visto come un fastidio da parte di molti in congregazione?

Un sinonimo di inciampo è scandalo che etimologicamente deriva da una parola greca tradotta anche con significati simili: «ostacolo, inciampo, insidia, trappola, urtare». Nella lingua italiana, urtare con il piede un ostacolo è detto inciampo. In senso figurato è qualsiasi ostacolo che impedisca, intralci o ritardi un’azione. È quasi sempre visto in negativo.

L’Enciclopedia Cattolica on line allarga il concetto di scandalo attribuendo diversi significati, che sintetizziamo:

  • Nella Bibbia indica la parola e l’azione svolta da Dio, non sempre comprensibile quando si applica alla salvezza, perché pone l’uomo nella condizione di fare una scelta.
  • Nella teologia morale riguarda il male con le sue azioni e i suoi cattivi esempi.
  • Oggi viene applicato dai media a una notizia che fa scalpore.
  • Si usa anche per indicare un atteggiamento lascivo e sconcio, che suscita disgusto.

Scandalizzare può quindi essere per qualcuno occasione di inciampo, di caduta. La prima caduta del genere umano riguarda i nostri primogenitori. Scandalo è collegato a un’altra locuzione comune al nostro linguaggio: essere la pietra dello scandalo. L’espressione di origine biblica, nell’antica Roma dona il nome a una pratica legale che consisteva in una pubblica umiliazione: i debitori insolventi, seduti sopra una lapide, dovevano confessare a gran voce la cessione dei beni.

L’esposizione al pubblico ludibrio aveva dunque la funzione di ristabilire, nelle coscienze dei cittadini, gli esempi di giustizia e ingiustizia. È evidente che il colpevole dello scandalo, risulta essere fondamentale per la memoria collettiva, per essere ricordato come un monito.

Tuttavia, nell’attuale accezione, sembra che lo scandalo sia stato svuotato del suo significato storico-biblico. Il termine oggi viene riferito a qualcosa che disturba ma non educa. Applicato ai tdG, sembra che l’inciampo in cui cadono diversi loro confratelli, diventando inattivi, venga visto come un qualcosa che li disturba, come qualcosa di diseducativo, un esempio da cui salvaguardarsi e da non imitare assolutamente.

Da questo atteggiamento –  cosciente o incosciente nell’animo di ogni tdG – scaturisce una mentalità o un modo di vedere in maniera negativa i fratelli lontani. Alcuni li vedono come ostacoli per la loro fede, come cattive compagnie da non frequentare, come persone prive di fede e di amore. Sono visti come individui disturbanti e critici nei confronti della congregazione e dell’organizzazione in generale.

Sono considerati al contrario di come li vede Geova, il Grande Pastore delle pecore che si sono allontanate. Geova li vede in positivo, la maggioranza dei testimoni di Geova li vede in negativo, anzi in alcuni casi come un pericolo. Invece di vederli come pecore bisognose, costoro hanno il segnale “Pericolo di inciampo” conficcato nella loro testa e non vedono altro che pericoli.

Troppo comodo vedere i fratelli inattivi in negativo. Con questo atteggiamento giustifichi la tua mancanza di ricerca e di amore nei loro confronti. Nessuno si sente toccato nel cuore di andare a cercare una pecora smarrita se la considera uno scandalo o un ostacolo per la congregazione. Chi va a cercare un fratello che viene visto come un disturbatore o uno che non edifica?

Questo è uno dei motivi – purtroppo grave – per cui oggi andare a cercare i fratelli lontani è considerata una seccatura, non un’occasione per mostrare loro amore a e a Geova ubbidienza.

Gli inattivi, purtroppo infastidiscono gli attivi, questa è l’amara verità. Vengono visti come un fardello pesante da portare, per cui chi glielo fa fare. Alla faccia di quanto dicono le pubblicazioni:

Ultima e apprezzabile iniziativa, rivolta a chi si è allontanato da Lui, è la canzone Geova ti riaccoglie a casa, che si trova sul sito JW.org. Come fa Geova ad accogliere un inattivo se questi non guarda JW.org o non ha nessuna dimestichezza con Internet e la tecnologia moderna? Non dovrebbero essere i proclamatori ad andare nelle case di questi fratelli e fargli vedere il testo della canzone o altri video che li riguardano? Se la maggior parte degli inattivi non è mai on line e non conosce questi strumenti come fa a venirne a conoscenza? C’è da chiedersi se “Il modo in cui dirigo i miei colpi è tale da non colpire l’aria”. — 1 Corinti 9:26.

Clicca qui per il link e poi su VISUALIZZA per vedere il video con la canzone.

Tags: , , , ,

Trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

inattivo.info

Inattivo.info è un sito aperto nel 2014 ed è rivolto ai testimoni di Geova non più attivi come un tempo e ai responsabili delle congregazioni.

Built by TANOMA