Quando un restauro spirituale viene male

Il restauro è un intervento che viene fatto su monumenti, architetture, opere d’arte e altri oggetti di valore con lo scopo di ripristinare, se possibile l’originalità e la bellezza dell’opera, altrimenti riportarla in condizioni ottimali.  

Il restauro è stato spesso condizionato dai gusti contemporanei, la cui logica e finalità variano nel corso del tempo. Non sempre i lavori di restauro riescono bene. Nel mondo dell’arte sono famosi decine di restauri fatti male. Ne citiamo uno tra i peggiori, forse il più famoso: L’Ecce Homo di Elías García Martínez, restaurato da Cecilia Giménez.

L’affresco è conciato male. Nel 2012, una parrocchiana ultraottantenne, senza nessuna esperienza di restauro, decide da sé di iniziare i lavori. Il risultato, diventato virale, è quello che vedete nell’immagine in alto: più che un’icona sacra, per alcuni è diventata un’icona pop, per altri un’icona comica.

Sta di fatto che la cittadina spagnola è stata presa d’assalto da più di 150.000  turisti, che al costo di un euro hanno potuto vedere il dipinto appeso alle pareti di una piccola chiesa. Inoltre, questo maldestro restauro ha alimentato varie forme di merchandising, facendo diventare sia l’opera che la sprovveduta pensionata delle vere star.

Inoltre, la vicenda della cittadina di Borja ha ispirato un’opera teatrale e una fiction. Il dipinto viene descritto dai media come un “miracolo”, “una questione di fede”, “un modo diverso di operare di Dio”, ed è diventato meta di un pellegrinaggio mediatico.

In passato ci siamo occupati di restauro spirituale con la pubblicazione di alcuni articoli che evidenziavano come certi errori non devono essere considerati una vergogna o un fallimento. Anzi, un punto di vista equilibrato sugli errori ci aiuterà a superarli in modo costruttivo, diventando cristiani più maturi, senza buttarci troppo giù o perdere la stima di noi stessi.

Persino Leonardo da Vinci se non avesse commesso errori e non li avesse sperimentati per imparare da essi, non sarebbe diventato il genio che conosciamo. Perciò se sei diventato “inattivo” puoi imparare dai tuoi o altrui fallimenti e trovare la motivazione per migliorare.

Anche quando l’opera di restauro è fatta male, ricorda che le cose possono assumere toni e sviluppi molto diversi da quelli che pensiamo siano un disastro. La vicenda del maldestro restauro dell’Ecce Homo spagnolo dimostra che un dipinto originale può diventare un’icona anche grazie a errori grossolani.

Il detto “Non tutte le ciambelle riescono col buco” equivale a dire che non in tutte le situazioni c’è un risvolto positivo, in particolare in quei casi in cui puoi essere abbattuto per qualcosa di spiacevole, per una situazione che ti sembrava favorevole ma che alla fine ha presentato risvolti inaspettati. Perciò guarda la ciambella e non il buco.

PULITURA E CONSOLIDAMENTO.

La pulitura è una delle operazioni più frequenti e una delle più complesse. A causa dell’invecchiamento, possono avvenire mutamenti cromatici che modificano profondamente l’aspetto visivo dell’opera. Una pulitura ben condotta deve essere graduabile e controllabile dall’operatore, non deve essere aggressiva e non deve lasciare prodotti dannosi per la conservazione.

Nell’intervento conservativo l’obiettivo è di ristabilire un grado sufficiente di coesione in materiali che, a causa del degrado, sono venuti a perdere la condizione di aggregazione originaria. I consolidanti vanno scelti in funzione della tipologia e della condizione del manufatto.

Chi opera un “restauro spirituale” dovrebbe stare molto attento a come cerca di “pulire” il fratello che torna in congregazione. Deve farlo in maniera delicata, senza aggressività e senza lasciare tracce deleterie che in futuro potrebbero di nuovo comparire. Soprattutto deve cercare di consolidare la fede del fratello con parole ricostruttive e scritture conservative.

____

ARTICOLI SULLA RESTAURAZIONE SPIRITUALE:

Tags: , , , ,

Trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

inattivo.info

Inattivo.info è un sito aperto nel 2014 ed è rivolto ai testimoni di Geova non più attivi come un tempo e ai responsabili delle congregazioni.

Built by TANOMA