Rallegrarsi con la creazione

«Non possiamo pensare di essere sani in un mondo malato»

Per papa Francesco non si può rimanere indifferenti allo sfruttamento dell’ecosistema. «Possiamo diventare più consapevoli delle cure e della protezione della nostra casa comune». (Avvenire, 6 giugno 2020)

Anche il capo dello Stato, Sergio Mattarella, ha ribadito l’importanza della Creazione quale «atto del legame imprescindibile che esiste tra l’equilibrio della natura e la nostra sopravvivenza».

Le parole del papa e del Presidente della Repubblica sono state pronunciate in occasione della Giornata Mondiale dell’Ambiente che si è celebrata il 6 giugno 2020.

Durante la pandemia, mentre noi eravamo chiusi nelle nostre case, abbiamo visto come la natura si è riappropriata dei suoi spazi, orsi, cervi e altri animali che giravano per le strade, le acque erano tornate limpide, le emissioni di carbonio e l’inquinamento si erano ridotti. Affacciandoci alle finestre si respirava un’altra aria.

Secondo una ricerca fatta durante il periodo di isolamento si è notato come la presenza di alberi nelle strade, le piante e i fiori negli appartamenti abbiano alleviato le difficoltà dovute al confinamento.

La presenza di più creato ha un effetto ristorativo nei confronti dello stress psicologico. Questa non è una novità, la Bibbia ha molto da dire degli effetti positivi sull’uomo. Anzi la creazione è una dimostrazione che il Creatore vuole che ne traiamo giovamento. Dio l’ha creata per rallegrarci.

In occasione dei congressi estivi del 2020, tra le varie parti in programma, il venerdì pomeriggio ci sarà una serie di discorsi su alcune opere creative. Secondo gli organizzatori si vuole dare risalto alla natura e alla nostra capacità di apprezzarla. Aspetti che dimostrano come Dio vuole che siamo felici.

PROGRAMMA VENERDI’ POMERIGGIO:

La creazione dimostra che Geova vuole che ci rallegriamo

Vedi la presentazione dei congressi “Rallegratevi sempre” sul sito ufficiale dei Testimoni di Geova

Secondo le parole del Salmo 111: 2 “chi ama la natura la studia con cura”, come fece Gesù quando affermò che la bellezza dei gigli del campo è superiore alla gloria di Salomone (Matteo 6:28-30). Lo stesso Salomone, dopo aver fatto ricerche accurate sulle attività umane e le opere della creazione, giunse alla conclusione che “l’uomo mangi, beva e provi piacere per tutto il suo duro lavoro. È il dono di Dio” (Ecclesiaste 3:12,13) .

Per quale valido motivo Geova ha creato l’orecchio e l’occhio? Ad esempio, gli occhi e le orecchie interagiscono con il cervello per raccogliere informazioni. Sia i colori che i suoni hanno un forte impatto emotivo sulla nostra psiche (Salmo 94:9). Il Creatore vuole che usiamo questi organi per rallegrarci di tutto ciò che vediamo e sentiamo della natura che ci circonda.

E che dire del mondo animale? Dio ha creato l’uomo affinché avesse autorità amorevole su ogni specie di animali (Genesi 1:26). Gli animali servono per farci compagnia. (Guarda il video: Cosa impariamo dalla creazione animale).

Anche noi, nel nostro piccolo, ci siamo occupati della creazione. Recentemente abbiamo scritto l’articolo Riflettere sulla Creazione può farti ritornare a Dio?, indirizzato ai fratelli lontani. Ecco alcune frasi:

  • «Ogni artista esprime nelle sue opere la sua creatività e la sua immaginazione. La stessa cosa vale per la natura che è un trionfo di colori, sfumature, leggere tonalità e forti contrasti che lasciano senza fiato. La natura è una sfolgorante bellezza che rispecchia il suo Autore».
  • «Gli occhi vedono la bellezza, le orecchie sentono i suoni armoniosi, ma soltanto un cuore grande può comprendere che Geova ha fatto ogni cosa per donarla a noi».
  • «Apprezzare la Creazione ci aiuta ad alleviare l’ansia, sposta la nostra attenzione su qualcosa di sicuro, che non svanisce, ci aiuta ad accettare le incertezze della vita, ci ricorda che facciamo parte di qualcosa di grandioso, eterno, di immensamente importante nel meraviglioso proposito di Dio».

Dio vuole che siamo felici e che ci rallegriamo della creazione. La gratitudine ci aiuta a non essere concentrati troppo su noi stessi. Rallegrarsi della natura ci fa apprezzare meglio la personalità e la bontà di Geova, così che tu, fratello lontano, possa trovare la forza per ritornare a lui.

____

SULLO STESSO ARGOMENTO:

Tags: , , , , ,

Trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

Devi essere loggato per postare un commento.

inattivo.info

Inattivo.info è un sito aperto nel 2014 ed è rivolto ai testimoni di Geova non più attivi come un tempo e ai responsabili delle congregazioni.

Built by TANOMA