Return, o wanderer! Torna o viandante, torna sui tuoi passi!

Return, o wanderer! è un inno scritto da William Bengo Collyer (1782-1854), inglese e scrittore, ministro congregazionalista. Ha come riferimento scritturale Isaia 55:7 Lasci il malvagio la sua via, e l’uomo dannoso i suoi pensieri; e torni a Geova, che avrà misericordia di lui, e al nostro Dio, poiché egli perdonerà in larga misura”. Ricorda, se pur vagamente, il vecchio cantico 139, Udite la notizia del Regno (Isaia 55:7), in particolare il ritornello, che ripeteva: “Lasci l’empio la via dell’error / L’uomo dannoso ritorni al Creator / A chi si volge alla verità / Iddio perdono concederà

Ritorna, o viandante!

Ritorna, o viandante, torna sui tuoi passi!
cerca il volto ferito di un Padre;
quei desideri che bruciano in te,
sono stati accesi da una grazia benefica.

Ritorna, o viandante, torna sui tuoi passi!
Il Salvatore si appella al tuo spirito vivo;
Accostati al Suo fianco sanguinante,
e impara come Gesù
sia in grado di perdonare senza esigere
un prezzo.

Ritorna, o viandante, torna sui tuoi passi!
Recupera il terreno perduto, metti fine
al tuo lamento;
L’Eterno desidera ardentemente
stringere al petto il suo Efraim.

Torna sui tuoi passi, anima errabonda, che vaghi qua e là, nelle vie di questo mondo. Anima che non si ferma a lungo in un posto. Fermati, cerca il volto di un Padre, ferito dal tuo girovagare lontano da lui e dalla sua casa. Se nel tuo cuore i desideri sono vampe di fuoco ardente, come la fiamma di Iah, Dio fa appello al tuo spirito vivo, un lucignolo non del tutto spento, che il suo Spirito tiene ancora acceso. (Cantico dei Cantici 8:6). Grazie al sangue sparso per l’umanità sofferente, Gesù ha già pagato il prezzo della tua redenzione dal peccato. Metti fine alle tue sofferenze, recupera il tempo andato. Geova desidera stringerti ardentemente al suo petto. Ritorna viandante a Geova, torna sui tuoi passi.

Torna a Geova senza riserve. Non farti ingannare da una dipendenza limitata che invoca un aiuto condizionato. Lasciati cadere tra le braccia forti del nostro amato e premuroso Dio. “I miei passi rimangano sui tuoi sentieri, così i miei piedi non inciamperanno. Io ti invoco, o Dio, perché so che tu mi risponderai. Porgimi il tuo orecchio. Ascolta le mie parole […] Quanto a me, guarderò il tuo volto, sarò contento di svegliarmi alla tua presenza” (Salmo 17:5-6,15). Ritorna a Geova, viandante, ritorna sui tuoi passi.

Tags: , , , ,

Trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

inattivo.info

Inattivo.info è un sito aperto nel 2014 ed è rivolto ai testimoni di Geova non più attivi come un tempo e ai responsabili delle congregazioni.

Built by TANOMA