“Sanno quando è tempo di tornare”

Dio diede agli uccelli migratori la saggezza istintiva riguardo alle stagioni e all’uomo la capacità di comprendere i tempi.

Gli uccelli con i loro comportamenti hanno tanto da dirci. Secondo la Bibbia, la cicogna conosce il suo tempo di migrazione. E’ come se avesse un orologio incorporato che le fa scattare la spinta a tornare nei luoghi dove in estate nidificherà. Ciò che invece permette all’uomo di capire il significato dei suoi tempi è la conoscenza di Dio. (Luca 12:54-56)

RITORNATE A SERVIRE GEOVA SENZA RIMPIANTI

Ci sono cose delle quali ci rammarichiamo e che, col senno di poi, faremmo diversamente. Il rammarico ci porta a provare un senso di dispiacere per ciò che si è fatto o che forse si è mancato di fare. Alcuni che prima frequentavano le adunanze e predicavano sono convinti di avere fatto il loro tempo tra i tdG. Se un giorno decidessero di tornare a Geova saprebbero riconoscere quando è il tempo. Non c’è bisogno di mettere troppa fretta, né di anticipare i tempi. “Sanno quando è tempo di tornare”.

Alcuni fratelli lontani che pensano di aver sprecato tempo ed energie preziose sono convinti di essere rimasti con un pugno di mosche in mano. Forse qualcuno li ha danneggiati. Menare il can per l’aia, per quanto successo in passato non serve a nulla. Qualunque sia la causa della vostra lontananza, attribuire la colpa a questo e quello impedisce soltanto di tornare a Dio e servirlo al meglio delle vostre capacità. Anche quando la colpa è nostra c’è sempre la possibilità di tornare a essere migliori di prima.

GUARDARE AVANTI

La vita si capisce guardando indietro, ma si vive guardando avanti. Possiamo guardare indietro solo per imparare dal passato ed evitare di fare gli stessi sbagli. Gli anni vissuti tra i tdG non sono anni buttati via. Quello era il tempo per farlo e lo avete fatto. Certe decisioni sono state motivate dal vostro profondo amore per Geova e dal sincero desiderio di aiutare altri a servirlo. Sareste stati meglio se aveste impiegato la vostra vita in modo diverso? E chi può saperlo? Forse sì, forse no. A un certo punto della sua vita, Paolo decise di dare un taglio al suo passato e di guardare avanti. (Fil 3:13, 14) È vero che non possiamo dimenticare gli errori, ma non ha senso essere continuamente in conflitto con il mondo intero. A cosa serve?

 

GEOVA CI MOSTRA COME CONTARE IL TEMPO

Il Salmo 90:12  è una richiesta a Dio di mostrare all’uomo come contare i suoi giorni con l’obiettivo di indurre il cuore alla saggezza. L’intero Salmo 90 è un’occasione per meditare e imparare a fare affidamento su Geova, la “vera dimora”. Inoltre, riflettendo sulla brevità della vita, l’uomo è consapevole della necessità di farsi guidare dal Creatore. Il Salmo 90 presenta da una parte il bisogno di fare i conti con la nostra morte, con il nostro peccato, con Dio, e dall’altra la richiesta di sapienza per accettarci così come siamo: limitati, finiti. I numeri che noi contiamo sono virtualmente infiniti, ma non lo siamo noi che contiamo.

Il ‘contare i giorni’ implica che, di volta in volta, questi giorni segnano delle fasi della vita. Il problema è che non sempre si capisce se si sta attraversando una determinata fase della vita piuttosto che un’altra, e che una si chiude e se ne apre un’altra. Ecco perché è necessario avere saggezza per saper contare i giorni quando una fase della nostra vita finisce e ne inizia un’altra. Caro fratello lontano, è giunto il tempo che tu ritorni a Geova? Solo tu e Lui potete saperlo. E’ una questione personale fra te e Dio. Tuttavia, questo non esime gli altri cristiani dalla responsabilità di andare a cercarli e che tale ricerca rimane comunque una priorità.

Tags: , , , , , ,

Trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

Devi essere loggato per postare un commento.

inattivo.info

Inattivo.info è un sito aperto nel 2014 ed è rivolto ai testimoni di Geova non più attivi come un tempo e ai responsabili delle congregazioni.

Built by TANOMA