«Scaccia chi disprezza e gli insulti avranno fine»

Proverbi 22:10

Come reagite quando qualcuno vi critica ingiustamente o vi insulta? Rispondete con altrettanti insulti facendo il gioco di colui che vi insulta?

Il problema è di chi insulta, ma i danni sono dell’insultato. Gli insulti provocano ferite mentali molto forti, in alcuni casi lasciano il segno compromettendo la stima di sé.

L’insulto (propriamente ‘saltare sopra’ o saltargli addosso) è una grave offesa ai sentimenti, alla dignità, all’onore di una persona arrecata con parole ingiuriose, con atti dispregiativi o anche con un contegno intenzionalmente offensivo e umiliante.

Se manca la legna il fuoco si spegne, per cui il cristiano smorza i toni e non alimenta la discussione. Agisce con saggezza verso gli schernitori e gli stolti.

Per gli israeliti insultare o invocare il male sui propri genitori era un reato punibile con la morte. (Esodo 21:17). Oggi insultare una persona non è nemmeno un reato, ma un semplice illecito civile. Nel 2016 il reato di ingiuria è stato depenalizzato. Non si può più denunciare chi insulta, bisogna pagare un avvocato e intraprendere una causa di risarcimento danni contro il colpevole.

L’assurdo è che se una persona ti ricopre di insulti, tu puoi fare altrettanto, senza perciò essere ritenuto responsabile. Per legge, la tua è una comprensibile reazione dettata dalla rabbia del momento che non può essere punita neanche nel caso di diffamazione. Il contrario di quanto scritto nella Bibbia: “Non rendete male per male né insulto per insulto” (1 Pietro 3:9).

GLI INSULTI NON SONO ARGOMENTI

Alcuni insultano perché privi di argomenti, per mancanza di autostima, forse perché pensano di essere presi di mira, per mancanza di educazione, per invidia, per rabbia o perché chi insulta è stupido e non conosce altro modo per ragionare.

Si deve scacciare chi insulta costringendolo ad andarsene via perché non ha il diritto a rimanere a causa del suo comportamento oltraggioso e per nulla edificante. Una volta mandato via gli insulti cesseranno. Perciò, noi di inattivo.info siamo d’accordo con Proverbi 22:10 “Caccia colui che disprezza e le discordie scompariranno; controversie e insulti avranno fine”.

 IL DISPREZZO VERSO UNA RELIGIONE VELATO DA UNA FORMA DI PSICOSOCIOLOGIA

Il disprezzo religioso è il sentimento di chi, giusto o sbagliato, ritiene una persona o una religione inferiore a sé, o comunque indegna della propria stima e considerazione.

Chi disprezza ha una sua scala di valori morali per giudicare gli altri. Non sempre questo metro di giudizio corrisponde alla realtà. Non fatevi ingannare dal titolo sociologico o psicologico di chi parla in modo sprezzante di altri gruppi. Non è il titolo in sé a garantire l’obiettività di un giudizio, specialmente se pregiudizievole. A volte concorrono errori di valutazione, parzialità, interessi economici, legami con gruppi integralisti.

MISCHIANO IL GRANO CON LA PULA

Quella di fare un calderone di tutte le religioni e dei gruppi “settari”, è una tecnica molto usata dai gruppi antisette o da chi scrive libri, i cosiddetti “studiosi” sociologi e psicologi, che non di rado sfruttano i TdG per farsi pubblicità.

Costoro parlano negativamente di altri gruppi, li descrivono come socialmente pericolosi e poi corredano l’articolo con le fotografie del battesimo dei TdG, che di solito catturano l’attenzione del lettore e che non c’entrano niente con quanto scritto. Oppure fanno una breve sintesi dei TdG in un contesto che perlopiù riguarda altri, facendo in modo che le malefatte di altri vengano velatamente attribuite ai TdG.

Fanno inchieste su gruppi pseudo religiosi e li descrivono come approfittatori della pandemia. Secondo loro questi gruppi sfruttano l’emergenza Coronavirus per un solo scopo: fare adepti e arricchirsi approfittando della fragilità delle persone (sic).

Molti fratelli “inattivi” ci sono cascati, si sono fatti ingannare diventando ostili al popolo di Dio, disprezzando e insultando i loro compagni di un tempo. Altri invece, più accorti, hanno difeso i TdG e nel tempo, sono ritornati a Geova. Con questi ultimi, gli oppositori, hanno ottenuto l’effetto opposto, invece di allontanarli definitivamente dalla religione dei testimoni di Geova, li hanno fatti avvicinare di più.

Tags: , , , , , ,

Trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

inattivo.info

Inattivo.info è un sito aperto nel 2014 ed è rivolto ai testimoni di Geova non più attivi come un tempo e ai responsabili delle congregazioni.

Built by TANOMA