Sorvegliate il cuore

Esortazioni per sorvegliare il cuore quando la tentazione è al principio.

 Il cuore va salvaguardato più di ogni altra cosa, perché da lì procedono le fonti della vita (Prov 4:23). Il cuore simbolico rappresenta la persona interiore ed è incline al male. Per questo motivo ha bisogno di speciale protezione (“Corazza della giustizia”) (Ef 6:14). Se c’è un organo spirituale che la tentazione martella più di tutti, questi è il cuore.

Spesso le tentazioni trovano terreno fertile nel temperamento naturale degli uomini. E’ quindi importante conoscere bene le proprie tendenze naturali, perché a seconda di come vengono governate si rivelano grandi incitamenti al peccato oppure straordinari mezzi di protezione. L’indole umana può assumere diverse forme, sia negative che positive. Sono pochi quelli che vogliono aprire gli occhi o che accettano che altri cristiani li aiutino ad aprirli.

Inoltre, bisogna guardarsi da occasioni, opportunità e situazioni che possono coinvolgervi e tentarvi, prendendo le dovute precauzioni (Giac 4:7). Giuseppe possedeva un così grande senso dell’amore di Dio che la tentazione di commettere immoralità con la moglie di Potifar non poté reggere. E’ importante anticipare e scoprire la tentazione. Molti si accorgono della tentazione dopo averli feriti. Altri invece non sono consapevoli nemmeno delle ferite. Sonnecchiano, fin quando qualcuno non li sveglia. Satana è parte attiva nelle tentazioni. Si può dire che ha intenzioni amichevoli e benevole verso coloro che tenta? Lui cerca di ingannarvi come un serpente e divorarvi come un leone. Questa è la sua amicizia.

Quando siete provati affrontate subito la tentazione. Non perdetevi in ragionamenti e in soliloqui inutili. Come Paolo pregate continuamente che Dio la allontani da voi. (2 Cor 12:8) Solo lui può farlo, perché ha promesso un felice esito da prove e tentazioni. (Eb 4:15,16) Cristo ha raccomandato alla congregazione di Filadelfia un potente antidoto contro le tentazioni: la perseveranza (Riv 3:10) La tentazione apre sempre gli occhi della concupiscenza e stende davanti a noi per prenderla la bella veste di Sinar (Giosuè 7:21). La materia delle tentazioni è potente. Inoltre, la perseveranza ci aiuta quando nella nostra strada incrociamo i vari Imeneo e Fileto che con i loro discorsi vuoti hanno deviato dalla verità. Il motivo principale per cui gli uomini cadono durante le prove è che si appoggiano sul proprio intendimento. Inoltre, l’amore fraterno per gli altri cristiani e la consapevolezza che non soffrano per causa nostra è un principio fortificante nelle prove.

Ci sono troppi casi di persone che si dichiarano veri fedeli che hanno rapporti ambigui con quelli del mondo. Altri sono negligenti nelle loro attività spirituali e presuntuosi. Non mancano poi i dissidenti, i disputaioli e gli zizzanieri.  Se trovandovi in un ospedale dove giacciono molti infermi e chiedeste il motivo per cui si trovano lì e tutti concordassero in un’unica causa, ciò non vi renderebbe cauti al riguardo? Se vi trovaste in una prigione e tutti i detenuti vi indicassero la stessa causa di detenzione, non vi preoccupereste di evitarla? Lo stesso è per la tentazione. Eppure, sono in tanti a cascarci, nonostante siano a conoscenza dei pericoli che una tentazione comporta.

 “Nessuna tentazione vi ha colti eccetto ciò che è comune agli uomini. Ma Dio è fedele, e non lascerà che siate tentati oltre ciò che potete sopportare, ma con la tentazione farà anche la via d’uscita perché la possiate sopportare”. – 1 Corinti 10:13

 

Tentazione – ultima parte

Approfondimento:

LA TENTAZIONE di John Owen

Alfa & Omega per l’edizione in italiano

Tags: , , , , ,

Trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

inattivo.info

Inattivo.info è un sito aperto nel 2014 ed è rivolto ai testimoni di Geova non più attivi come un tempo e ai responsabili delle congregazioni.

Built by TANOMA